La rivelazione di informazioni riservate da parte di fonti interne alla struttura pubblica o all’amministrazione, e la comunicazione, al contempo, di notizie critiche da parte di terzi alle autorità o alla stampa (tramite sistemi elettronici) sono temi che stanno attirando da anni l’attenzione di giuristi e tecnici.

L’interprete si trova a dover ragionare sulla effettiva utilità o meno di tali sistemi o, meglio, sul delicato equilibrio tra vantaggi e svantaggi che simili azioni prospettano.

Una prima analisi può muovere, a fini esplorativi, dalla valutazione di sistemi già esistenti nel panorama internazionale per poi cercare di trarre alcune conclusioni utili nella prospettiva di una sempre maggiore trasparenza dell’attività pubblica.


Di questo parlerò nel corso della sessione dedicata al “Procedimento Amministrativo Telematico”, del DAE 2013, la decima edizione del convegno nazionale sul Diritto Amministrativo Elettronico, che si terrà il 12 dicembre 2013 a Roma presso il Tar Lazio (qui il link per iscriversi e qui il programma definitivo).


CONDIVIDI
Articolo precedenteSuperInps, conti in rosso per pensionati e dipendenti pubblici
Articolo successivoIdentità digitale. Uno, nessuno, centomila

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here