L’Agenzia delle Entrate con provvedimento n. prot. 2013/128483 del 5 novembre 2013 introduce alcune importanti modifiche relativamente allo speso metro ed ai soggetti interessati da tale adempimento.

Il provvedimento modifica a sua volta il provvedimento del 2 agosto 2013 in materia di definizione delle modalità  tecniche e dei termini relativi alla comunicazione all’Anagrafe tributaria delle operazioni rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto (speso metro).

NELLA PRATICA

Secondo tale provvedimento:

 

  • Lo Stato,
  • le regioni,
  • le province,
  • i comuni
  • gli altri organismi di diritto pubblico

 

sono esclusi dalla comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA di cui al  provvedimento del 2 agosto 2013, per gli anni 2012 e 2013.

 

tuttavia

 

A decorrere dal 1° gennaio  2014, tali soggetti sono obbligati alla comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA  non documentate da fattura elettronica di cui all’articolo 1, commi da 209 a 214, della legge  24 dicembre 2007, n. 244, e successivi provvedimenti attuativi.

 

 

In conclusione:

se per l’anno 2012 e 2013 non vige l’obbligo di presentazione dello spesometro, A DECORRERE DALL’ANNO 2014 PER

  • Lo Stato,
  • le regioni,
  • le province,
  • i comuni
  • gli altri organismi di diritto pubblico

LO SPESOMETRO SARA’ UN OBBLIGO, CON LE MEDESIME SCADENZE DEGLI ALTRI SOGGETTI DI DIRITTO PRIVATO.

 

 

 

 


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here