Può essere utile per i neoeletti sindaci e per i relativi uffici comunali di supporto uno schema dei primi adempimenti da compiere nei primi giorni successivi all’investitura popolare.

1) LUNEDI 27 MAGGIO: PROCLAMAZIONE DEL SINDACO E DEI CONSIGLIERI

L’entrata in carica del Sindaco coincide con la sua proclamazione effettuata dall’ufficio elettorale centrale nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti e dalla prima sezione elettorale nei comuni con popolazione inferiore 1 (N.B. Se la proclamazione è avvenuta martedì 28.5, tutti i termini devono ritenersi traslati in avanti di 1 giorno)


2) ENTRO GIOVEDI’ 30 MAGGIO (Entro 3 giorni dalla proclamazione): il SINDACO NOTIFICA AI CONSIGLIERI la relativa elezione

Il primo adempimento cui il Sindaco deve assolvere, entro tre giorni dalla proclamazione degli eletti, è la pub­blicazione dei risultati elettorali, nonché la notifica degli stessi agli eletti 2.

3) ENTRO GIOVEDI 6 GIUGNO (Entro 10 gg dalla proclamazione): il SINDACO CONVOCA IL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE che deve riunirsi nei successivi 10 giorni 3

4) FRA IL 6 GIUGNO E IL 16 GIUGNO: IL SINDACO NOMINA GLI ASSESSORI E NOMINA L’ASSESSORE VICESINDACO

5) ENTRO SABATO 16 GIUGNO: RIUNIONE DEL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE.

Gli argomenti da porre all’ordine del giorno sono:

a. CONVALIDA DEGLI ELETTI

b. GIURAMENTO DEL SINDACO 4

c. COMUNICAZIONE DEI COMPONENTI DELLA GIUNTA 5

d. INDIRIZZI PER NOMINA RAPPRESENTANTI IN ENTI, AZIENDE, ISTITUZIONI

e. ELEZIONE COMMISSIONE ELETTORALE

f. NOMINA COMMISSIONE PER GIUDICI POPOLARI

Appena terminato il Consiglio, si convoca la prima GIUNTA COMUNALE per l’APPROVAZIONE DEGLI SCHEMI DI BILANCIO (ove il bilancio non sia già stato approvato).

6) ENTRO LUNEDì 1° LUGLIO (il termine del 30 giugno, cadendo in giorno festivo, slitta al primo giorno lavorativo successivo) : RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE PER:

a) PRESENTAZIONE LINEE PROGRAMMATICHE NUOVA AMMINISTRAZIONE 6

b) COSTITUZIONE GRUPPI CONSILIARI

c) ELEZIONE COMMISSIONI CONSILIARI

d) APPROVAZIONE BILANCIO DI PREVISIONE 2013

e) APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE OPERE PUBBLICHE

f) DELIBERE ALIQUOTE

g) APPROVAZIONE PIANO ALIENAZIONI

h) APPROVAZIONE PIANO GENERALE DI SVILUPPO

 7) ENTRO L’ 11 LUGLIO (ENTRO 45 GIORNI DALLA PROCLAMAZIONE) IL SINDACO:

1) NOMINA I RAPPRESENTANTI COMUNALI PRESSO AZIENDE, ENTI ISTITUZIONI 7

2) NOMINA I RESPONSABILI DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI 8

 8) NON PRIMA DEL 27 LUGLIO E NON OLTRE IL 27 SETTEMBRE (non prima di 60 giorni e non dopo che siano decorsi 120 giorni dall’avvenuto insediamento ) IL SINDACO PUÒ NOMINARE UN NUOVO SEGRETARIO COMUNALE, alla scadenza dei quali il segretario in carica nominato dal precedente Sindaco risulta confermato 9.

Ovviamente questa disposizione non opera in caso di sede di segreteria convenzionata in cui il sindaco neoeletto non appartenga al comune capoconvenzione.

9) ENTRO IL 27 AGOSTO (ENTRO 90 GIORNI DALLA PROCLAMAZIONE): PREDISPOSIZIONE DELLA RELAZIONE DI INIZIO MANDATO SOTTOSCRITTA DAL SINDACO 10

Inoltre, all’inizio del suo mandato, Il neo Sindaco procede, alla presenza della amministrazione uscente, del Segretario, del responsabile del servi­zio finanziario e dei membri dell’organo di revisione dell’ente, alle operazioni di verifica straordinaria di cassa, secondo le modalità previste dal regolamento di contabilità dell’Ente.

 

1 – D.P.R. 570/1960;

2 – DPR 570/1960, art. 61;

3 – D.Lgs. 267/2000, art. 40;

4- D.Lgs. 267/2000, artt. 40, 41. Il Sindaco, nella seduta di insediamento, presta giuramento di osservare lealmente la Costituzione, secondo formule e modalità stabilite nel regolamento dell’Ente;

5 – D.Lgs. 267/2000, artt. 40, 41;

6 – D.Lgs. 267/2000, art. 46: Entro il termine stabilito nello statuto dell’ente il Sindaco, sentita la Giunta, presenta al Consiglio le linee pro­grammatiche della nuova amministrazione;

7 – D.Lgs. 267/2000, art. 50: Sulla base degli indirizzi stabiliti dal Consiglio il Sindaco, entro 45 giorni dall’insediamento, provvede alla nomina, alla designazione e alla revoca dei rappresentanti del comune e della provincia presso enti, aziende ed istituzioni;

8 – D. Lgs. 267/2000, artt. 50, 107, 109, 110: Il Sindaco nomina i responsabili degli uffici e dei servizi, attribuisce e definisce gli incarichi dirigenziali e quel­li di collaborazione esterna. Può conferire incarichi dirigenziali a tempo determinato purché siano motivati in relazione agli obiettivi indi­cati dal programma amministrativo e rispettino criteri di competenza professionale. In realtà, il riferimento ai 45 gg. dopo l’inizio del mandato è riferito dalla norma alla sola prorogatio dei rappresentanti esterni dell’ente così come al collegio dei revisori. Secondo parte della dottrina, però, tale indicazione è da estendersi anche alle figure gestionali di massimo rilievo dell’ente, cioè ai dirigenti o ai responsabili degli uffici e dei servizi;

9 – D.Lgs. 267/2000, art. 99;

10 – Al fine di garantire il coordinamento della finanza pubblica …. I comuni sono tenuti a redigere una relazione di inizio mandato (DL 174/2012 che ha introdotto l’art. 4bis al D.Lgs. 149/2011). La relazione verifica la situazione finanziaria e patrimoniale e le misura d’indebitamento dell’ente. E’ predisposta dal Responsabile del Servizio finanziario o dal Segretario Generale, è sottoscritta dal Sindaco, entro il 90° giorno dall’inizio del mandato.

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteCodice di comportamento dei dipendenti della PA: ecco tutte le novità
Articolo successivoEquitalia deve adattarsi alla crisi, Salva la prima casa e più rate per il debitore

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here