Inizia stamattina alle 9.30 il processo a “Vatileaks“.

Il Tribunale dello Stato della Città di Vaticano sarà presieduto dal professore Giuseppe Della Torre, affiancato dai professori Paolo Papanti-Pelletier e Venerando Marano. Qui il testo integrale della requisitoria.

I fatti sono noti. Agli inizi del 2012 sono stati divulgati documenti riservati vaticani, riguardanti in particolare le lotte di potere all’interno del Vaticano e delle irregolarità finanziarie e riguardo all’applicazione della normativa antiriciclaggio.


Tra i documenti, in uno ci si riferiva ad un presunto complotto nei confronti di Papa Benedetto XVI.

E’ stata istituita una Commissione d’inchiesta, di cui hanno fatto parte i cardinali Jozef Tomko, Julián Herranz Casado e Salvatore De Giorgi.

Il 24 maggio, la Gendarmeria Vaticana ha arrestato Paolo Gabriele, maggiordomo privato del Papa da sei anni, trovato in possesso di tantissimi documenti riservati della Santa Sede.

Gabriele, agli arresti domiciliari dal 21 luglio, è stato poi rinviato a giudizio insieme a Claudio Sciarpelletti, dipendente della Segreteria di Stato ed esperto informatico. Rischia ora fino a 8 anni di carcere. Sarebbe lui la “fonte Maria” che avrebbe fornito documenti al giornalista Gianluigi Nuzzi, autore dei libri “Vaticano spa” e “Sua Santità”, editi da Chiarelettere (qui l’intervista del giornalista a Micromega).


CONDIVIDI
Articolo precedenteApple e iPhone 5. Tra religiosità del consumo e riscatto sociale
Articolo successivoLe casse di previdenza non pagano, la legge non le sanziona

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here