Questo pomeriggio, alle ore 18, il Senato torna a riunirsi per la discussione del ddl 3184-B di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, recante “disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento”, (Approvato dal Senato e modificato dalla Camera dei deputati). Il decreto scade il 1 maggio.

Il decreto è uscito la scorsa settimana dalla Camera dei Deputati con alcune novità dell’ultim’ora: correzioni chieste, per motivi di copertura, dalla Commissione Bilancio e recepite dalla Commissione Finanze della Camera. Tra queste una norma che rischia di mettere un’ipoteca sulle eventuali agevolazioni Imu per anziani e disabili, che vivono nelle case di cura o negli ospizi, e per gli italiani che risiedono all’estero e che hanno una casa in Italia non affittata.

Qui il testo integrale del ddl 3184/B, oggi all’esame del Senato e che, se approvato, andrà sulla gazzetta ufficiale.


 

Queste le principali modifiche.

STOP BEAUTY CONTEST, GARA PUBBLICA SU FREQUENZE TV. Il ministero dello sviluppo economico dovrà emanare entro 120 giorni il bando della nuova gara, con rilanci competitivi, per l’assegnazione delle frequenze che si sono rese disponibili con il passaggio al digitale. L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni dovrà attenersi ad alcuni criteri tra cui la separazione verticale tra fornitori programmi e operatori rete e l’assegnazione avverrà sulla base di differenti lotti.

NUOVI TAGLI A MINISTERI, INPS, INAIL, MONOPOLI STATO. I tagli dovrebbero coprire le agevolazioni previste per il pagamento dell’Imu e sono pari a 280 milioni di euro nel 2012 e 180 milioni nel 2013 per i ministeri, 12 milioni per l’Inail, 48 milioni per l’Inps, 11 milioni per i Monopoli tutti nel 2012.

IMU PRIMA CASA, OPZIONE DUE O TRE RATE. Chi dovrà pagare l’Imu sulla prima casa potrà scegliere se farlo in tre rate (giugno, settembre, dicembre) o in due rate (giugno, dicembre). Con il pagamento in tre rate, poichè la prima e la seconda rata sono calcolate ciascuna sulla base di un terzo dell’imposta dovuta con aliquota base per poi pagare a conguaglio il 16 dicembre, si sarebbe finito per pagare già a settembre oltre il 50%, cioè più del 66%.

ANZIANI IN OSPIZIO, IMU COME PRIMA CASA SE PROPRIETARI. – Gli anziani negli istituti di cura e i disabili ricoverati in strutture sanitarie, se proprietari di una casa, rischiano di dover pagare l’Imu con l’aliquota più alta, cioè quella per la seconda casa. La commissione Finanze della Camera infatti ha approvato un emendamento che recepisce una delle condizioni poste dalla commissione Bilancio. Secondo l’emendamento approvato ieri dalla commissione Finanze, era stata data ai Comuni la possibilità di scegliere se applicare agli anziani e ai disabili l’aliquota agevolata; mentre secondo la nuova formulazione della norma, anziani e disabili potranno pagare sulla propria abitazione l’Imu agevolata prevista per la prima casa solo se il Comune si farà carico del mancato gettito statale, cioè del 50%.

AGEVOLAZIONI IMU PRIMA CASA SOLO UNA A FAMIGLIA. Le agevolazioni previste per l’Imu sulla prima casa si applicano per un solo immobile.

DAL 1° DICEMBRE PAGAMENTO IMU ANCHE SU BOLLETTINO POSTA. L’Imu potrà essere pagata anche mediante bollettino postale e non solo attraverso l’F24, ma solo dal primo dicembre prossimo.

CONIUGI SEPARATI, PAGA L’IMU CHI ABITA NELLA CASA. Anche se non è proprietario ma gli è stata assegnata dal giudice.

STOP TASSAZIONE REDDITI IMMOBILI INAGIBILI L’AQUILA. Niente tassazione per i redditi derivanti dagli immobili colpiti dal sisma dell’Aquila finché questi saranno distrutti o oggetto di ordinanze di sgombero.

SLITTA DI DUE MESI PAGAMENTO BOLLO SU CAPITALI SCUDATI. Slitta dal 16 maggio al 16 luglio il pagamento della tassa sullo scudo fiscale. Viene inoltre previsto uno sconto sull’imposta in caso di rinuncia all’anonimato.

TASSA SBARCO 1,5 EURO PER ISOLE MINORI. Arriva la tassa di sbarco fino a 1,5 euro per le isole minori, da Ischia a Capri. La tassa di sbarco sarà alternativa all’eventuale imposta di soggiorno e servirà a finanziaria interventi in materia di turismo, beni ambientali e culturali, e servizi pubblici locali.

TASSA DI SCOPO DISCIPLINATA DAI COMUNI. I Comuni potranno disciplinare con proprio regolamento la tassa di scopo; si potranno sostituire allo Stato nella revisione dell’imposta.

PIGNORABILITA’ STIPENDI. Stop alla norma che prevede che le somme possono essere escusse in misura pari a un settimo per le somme comprese tra 2mila e 5mila euro. Rimane pertanto la misura pari a un decimo per le somme fino a 2mila euro. Oltre tale soglia le somme sono pignorabili secondo le norme generali, ovvero nella misura del quinto.

DAL 1° LUGLIO NO CASH PAGAMENTI STIPENDI P.A. OLTRE 1000 EURO. Slitta di nuovo il termine per lo stop del pagamento di stipendi e pensioni cash oltre mille euro e l’obbligo viene rinviato al primo luglio.

OK CONTANTI FINO 15MILA EURO PER PAGAMENTI TURISTI EXTRA-UE. I cittadini extra-Ue potranno pagare in contanti fino a 15mila l’acquisto di beni e di prestazioni di servizi legate al turismo.

TASSA LUSSO PER PASSEGGERI AEROTAXI. L’imposta sugli aerotaxi sarà pagata da ciascun passeggero e per ogni tratta ed è fissata in misura pari a 100 euro in caso di tragitto non superiore a 1.500 km e pari a 200 euro se la tratta è superiore a 1.500 Km.

RIDOTTE IMPOSTE SU AEREI ED ELICOTTERI. Vengono alleggerite le tasse previste per aerei ed elicotteri e si allarga la platea dei velivoli esenti: vi rientrano anche quelli storici, cioè immatricolati per la prima volta in registri nazionali o esteri, civili o militari, da oltre 40 anni; gli aeromobili di costruzione amatoriale, gli apparecchi per il volo da diporto o sportivo.

SCOMMESSE E GIOCHI. Per prevenire infiltrazioni criminali e il riciclaggio di denaro di provenienza illecita chi gestisce concorsi pronostici o scommesse deve utilizzare uno o più conti correnti bancari o postali dedicati in via esclusiva ai predetti concorsi pronostici o scommesse.

PER AFFITTI A CEDOLARE SECCA ARRIVA STOP IMPOSTA BOLLO. Sui contratti di locazione aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo, qualora assoggettati alla cedolare secca, non si applica l’imposta di bollo sulle ricevute relative al pagamento del canone ed alla fideiussione prestata in favore del conduttore non si applicano le imposte di registro e di bollo.

ARRIVA ‘PATTO ORIZZONTALE NAZIONALE’ PER ENTI LOCALI. La norma, sulla falsariga del Patto orizzontale regionale, consente la cessione di spazi finanziari da parte dei Comuni che prevedono di conseguire un differenziale positivo rispetto all’obiettivo del patto di stabilità interno, a vantaggio di quelli che stanno nella situazione opposta e permettendo a questi di liberare risorse finanziarie a favore delle imprese.

TAGLI ACCISE ENERGIA ELETTRICA PER PMI. In arrivo tagli all’accisa sull’energia elettrica per le piccole e medie imprese grazie allo stop all’esenzione dall’accisa utilizzata in opifici industriali aventi un consumo mensile superiore a 1.200.000 kwh.

STOP TASSA SU BARCHE SE USATE PER CURARE MALATI. Le imbarcazioni usate da soggetti affetti da patologie che vengono usate in modo permanente per curare determinate patologie saranno esentate dalla tassa annuale sulle unità da diporto.

ARRIVA TASSA SULLA PUBBLICITÀ PER LE GRU E NEI CANTIERI. Arriva la tassa sulle pubblicità affisse sulle gru mobili, sulle gru a torre adoperate nei cantieri edili e sulle macchine da cantiere.

ESENZIONE IVA PER COLLEGI CHE OSPITANO SOLO STUDENTI. Saranno esentati dal pagamento dell’Iva i collegi universitari gestiti dagli enti che operano esclusivamente con la finalità di ospitare gli studenti universitari.


CONDIVIDI
Articolo precedenteTrasparenza bilanci partiti politici, è caos
Articolo successivoAgenzia delle Entrate, arriva il telefonometro

5 COMMENTI

  1. Gentile Direttore,

    la manovra fiscale in atto colpisce anche il settore dei trasporti aerei già pesantemente penalizzato, purtroppo qualcuno ha pensato di relegare l’utilizzo dell’elicottero solamente a una nicchia di persone particolarmente facoltosa senza considerare altri aspetti probabilmente sconosciuti ai fautori della nuova tassazione.
    Come Le sarà sicuramente noto, Air Panarea opera nelle isole Eolie con base a Panarea da dodici anni, si occupa principalmente di transfer passeggeri assicurando il collegamento con la Sicilia e gli aeroporti del Meridione, apportando quel plus valore nei servizi che spesso si è dimostrato decisivo nella scelta dei visitatori particolarmente esigenti
    Il progetto per il quale ci siamo in questi anni prodigati è finalizzato, dopo la realizzazione di elisuperfici eco-compatibili con il territorio, ad una continuità operativa atta ad istituire un servizio di linea a costi contenuti.
    Grazie al sostegno del Sindaco Mariano Bruno che ha sempre appoggiato l’iniziativa, siamo riusciti a realizzare sull’isola di Panarea un gioiello di elisupeficie regolamentare, certificata ENAC al volo notturno, provvista di Decreto Istitutivo Antincendio.L’infrastruttura è talmente inserita nell’ambiente circostante che è stata pubblicata in varie riviste del settore per la perfetta integrazione nel contesto circostante.
    Ad oggi, nell’ organizzare un soggiorno alle Isole, permane sia da parte dei tour operator che del turista occasionale una sorta di smarrimento nell’affrontare le difficoltà del viaggio e spesso, trovandosi davanti all’incertezza offerta dai mezzi tradizionali, rinunciano per mete più organizzate.

    Bellissime e accoglienti nei mesi estivi, le Isole Eolie si trasformano durante l’inverno in luoghi inospitali e spesso inaccessibili; quando le condizioni meteorologiche sono proibitive gli abitanti delle isole sono costretti a rimanere isolati per diversi giorni.

    Grazie alla celerità negli spostamenti che il mezzo favorisce, la presenza dell’elicottero ha agito da catalizzatore nella scelta da parte di turisti occasionali di recarsi alle isole e questo dimostra, che l’istituzione di un servizio di collegamento rapido e sicuro stimolerebbe l’afflusso di visitatori anche nel periodo invernale, quando il collegamento con i mezzi tradizionali è decisamente ridotto e pregiudicato dalle condizioni meteo-marine.

    Non è da sottovalutare l’interesse dimostrato in questi anni da parte dei residenti che per assicurarsi la mobilità dalle isole per improrogabili impegni, spesso erano costretti ad anticipare la partenza e la possibilità di fruire del trasporto aereo, seppure oneroso, ha rappresentato comunque una preziosa alternativa.

    La nuova tassazione prevede l’aggiunta di una imposta indiscriminata di euro 100,00 a persona per le utenze che utilizzano l’elicottero per i loro spostamenti sotto i 1.500 km di tratta e 200,00 euro per le tratte superiori.

    In termini pratici, relativamente all’attività che ci compete, per i residenti di Panarea che durante l’inverno rimangono isolati a Lipari e che fruiscono dell’elicottero per tornare alle loro abitazioni, il costo che normalmente era di 70,00 /75,00 euro a passeggero, da ora ne dovrebbero spendere 170,00/175,00 euro, praticamente la tassazione supera il costo del volo!

    Per un abitante di Lipari per raggiungere Milazzo o viceversa, invece di 167,00 euro o 100,00 a seconda di come si riesce ad ottimizzare il volo, ne dovrebbe spendere 267,00 euro o 200,00 euro.

    Paradossalmente, un passeggero che utilizza un volo privato per la tratta Milano/Boston pagherà l’esosa tassa di 200,00 euro oltre i 35.000,00 del costo del volo…

    Nel settore turistico di un certo livello, già in difficoltà per l’incipiente crisi, assisteremo ad un’ulteriore defezione, la presenza della mobilità aerea è stata determinante come descitto poc’anzi, nella scelta dei visitatori e di nuovi acquirenti d’ immobili nelle isole eolie i quali non dimentichiamo, producono un’indotto economico di valore per l’economia dell’arcipelago, dall’edilizia al pescivendolo.

    Non voglio entrare in merito all’applicazione dell’imposta ma ritengo che un giusto distinguo e relative deroghe debbano essere menzionate, nella fattispecie, considerato il contesto sociale/produttivo, sollevare da tale incombenza le Società che hanno sede o operano nelle isole minori poichè assicurano il principio della continuità territoriale.

    A tal proposito si ringrazia il Senatore Raffaele Ranucci che ha manifestato la problematica nel dibattito al Senato del 23 Aprile con Presidente il Senatore Luigi Grillo e di seguito riportata con relativo parere:

    Il senatore RANUCCI (PD) ritiene che l’imposta erariale sui voli dei passeggeri di aerotaxi di cui al nuovo articolo 3-sexies, inserito dalla Camera dei deputati, non dovrebbe essere applicata alle tratte elicotteristiche di collegamento con le isole minori, in quanto queste garantiscono il rispetto del principio della continuità territoriale e costituiscono un elemento importante per lo sviluppo turistico di tali realtà.

    PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

    SUL DISEGNO DI LEGGE N. 3184-B

    La Commissione, esaminato per quanto di propria competenza il disegno di legge in titolo, esprime parere favorevole, osservando che, al fine di garantire il rispetto del principio della continuità territoriale, sarebbe necessario escludere dall’applicazione dell’imposta erariale sui voli dei passeggeri di aerotaxi, di cui al nuovo articolo 3-sexies, le tratte elicotteristiche di collegamento con le isole minori.

    Non voglio dilungarmi ulteriormente in questa scandalosa ed estemporanea misura adottata dal presente Governo ma di certo, l’ideatore non ha preso in considerazione molti altri fattori sicuramente più importanti di un’idea che ha esclusivamente un aspetto propagandistico mediatico.

    In effetti questa tassa riduce maggiormente la già, ahimè, esigua richiesta che la crisi ha colpito il settore e dietro alle Società di Helitaxi e Aereotaxi già pesantemente vessate da tasse, addestramenti e corsi “obbligatoriamente inutili” ci sono altre figure denominate, usando un termine tecnico, “cittadini Italiani” quali: Imprenditori, Piloti, Tecnici, segretarie ecc. Tutti con rispettive famiglie a carico.

    Cordialmente.

    Lorenzo Vielmo

  2. Ma li vedete quanti assenteisti ci sono nelle pubbliche amministrazioni.
    100 dipendenti in comune e solo 20 che lavorano e noi paghiamo l’imu.
    Asili per 4 o 5 figli di extracomunitari le cui madri non lavorano (serve l’Imu) e buoni mensa gratis.
    Case popolari a cani e porci (in germania prima le danno ai tedeschi e poi se rimane qualcosa …)

    Chiedo un’occupazione di suolo pubblico-
    faccio la richiesta
    la pratica viene mandata ad un altro ufficio;
    dopo 20 giorni (forse) lo ritiro;
    poi vado a pagare il bollettino in posta;
    ancora un giro ad un’altro ufficio a cui verso una cauzione;
    poi ritiro il permesso e avviso la polizia municipale dell’occupazione.
    avviso la polizia municipale che non occupo più il suolo pubblico;
    chiedo il rimborso della cauzione;
    mi richiamano dopo 2 mesi e mi restituiscono (se tutto va bene) la cauzione.
    Uffici aperti 3 mattine e 2 pomeriggi.
    Due giorni persi, 5 o sei impiegati per una pratica e 6 o 7 a grattarsi

  3. […] Numerose le novità apportare al testo nel corso dell’esame parlamentare: dallo stop al beauty contest per le frequenze tv con una gara pubblica da indire in 120 giorni ad un pacchetto di modifiche sull’Imu a cominciare dalla possibilità per chi deve pagarla sulla prima casa di scegliere se farlo in due o tre rate. […]

  4. Quale regime, assimilabile a quello degli anziani nelle case di riposo, applicare ai militari e poliziotti non residenti nella loro unica casa per motivi di servizio?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here