Dal prossimo 30 gennaio i cittadini stranieri che chiedono il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno dovranno pagare un contributo. A prevederlo è il decreto datato 6 ottobre 2011 del Ministro dell’Economia, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre scorso. L’esborso sarà di 80 euro per i permessi di soggiorno con validità compresa tra 3 mesi e un anno (permessi di lavoro stagionale), di 100 euro per quelli tra uno e due anni (lavoro autonomo e contratti a tempo determinato) e di 200 euro per i permessi di soggiorno senza scadenza. La spesa andrà ad aggiungersi a quelle per la marca da bollo da 14 ,62 euro, le spese postali di 30 euro e il costo del permesso in formato elettronico di 27,50 euro. Saranno esenti dal contributo i minorenni e gli stranieri che entrano nel nostro paese per sottoporsi a cure mediche o chiedono asilo politico o per motivi umanitari, ma anche coloro che chiedono l’aggiornamento o la conversione del proprio permesso valido. Saranno invece obbligati a pagare il contributo gli stranieri che chiedono il duplicato del documento causa smarrimento.

Il contributo servirà a finanziare il Fondo rimpatri e gli sportelli unici per l’immigrazione.

Pubblicato sulla stessa Gazzetta ufficiale anche il decreto ministeriale del 27 ottobre scorso sulle linee guida per attuare i programmi di rimpatrio volontario e assistito.


CONDIVIDI
Articolo precedenteL’assessorato alla felicità: come ti sorrido mentre spreco soldi pubblici
Articolo successivoL’Oua insiste: la conciliazione è un fallimento

2 COMMENTI

  1. Che cosa stà facendo questo governo?? Solo capace ad aumentare le tasse agli italiani? Mandatelo a casa ed andiamo a votare è meglio per tutti, altrimenti ci manderanno in miseria. Non abbiamo bignoso di professori che sono peggio degli altri.
    Ci servono persone pratiche. Monti l’hanno fatto senatore a vita per aumentarci le tasse e mandarci in miseria, ma c’era bisogno di un professore per questo? Tante parole, ma pochi fatti verso la casta, non ci servono persone così!
    Ora vogliono togliere la tassa per i permessi di soggiorno. Permessi che devono dare solo a coloro che lavorano e non a tutti e se lavorano possono pagare 200 Euro non c’è bisogno di sconti, e questa tassa devono pagarla tutti gli anni non solo al rinnovo del permesso di soggiorno. Noi la tassa per il passaporto la paghiamo tutti gli anni non solo per il rinnovo.

  2. salve, sono una straniera, vorrei sapere da quando possiamo rilasciare i documenti all’ufficio immigrazione…

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here