Con Circolare numero 24 del 12 settembre 2011, il Ministero del Lavoro ha dato chiarimenti in merito all’articolo 11 del Decreto Legge n. 138 del 13 agosto 2011, dedicato ai livelli essenziali di tutela in materia di tirocini formativi (di competenza regionale, come chiarito dalla sentenza n. 50 del 2005 della Corte Costituzionale) allo scopo di “ricondurli alla loro funzione di formazione e orientamento dei giovani“.

Nella Circolare si precisa, in particolare, che la norma non è retroattiva: le disposizioni introdotte dal decreto legge non riguardano i tirocini avviati o approvati prima del 13 agosto, che proseguiranno seguendo la normativa precedente e fino alla loro scadenza.

La Circolare chiarisce, inoltre, che per prevenire gli abusi e un utilizzo distorto di questo strumento formativo, il personale ispettivo responsabile verificherà l’effettiva tipologia del tirocinio e la sua legittimità alla luce della normativa.


Qualora il tirocinio non risulti conforme alla nuova disciplina, il personale ispettivo potrà riqualificare il rapporto come di natura subordinata, con relativa applicazione delle sanzioni amministrative e con il recupero dei contributi previdenziali e dei premi assicurativi omessi.

La Circolare del Ministero del Lavoro n. 24 del 12 settembre 2011


CONDIVIDI
Articolo precedenteAiuti di Stato a Mediaset, il Governo ha intenzione di recuperarli?
Articolo successivoAiuti di Stato a Mediaset, la storia continua…

1 COOMENTO

  1. Ma la proposta di
    ” Introdurre gli studenti universitari che hanno conseguito almeno 2/3 dei crediti dei corsi di laurea che permettono l’accesso a professioni regolamentate, la possibilità di anticipare, durante il corso di studi, il periodo di praticantato obbligatorio,ove previsto, propedeutico all’abilitazione professionale>”

    è scomprasa?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here