modello 730

Cos’è il Modello 730?

Il Modello 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori
dipendenti ed ai pensionati.

Chi lo presenta?

Secondo l’Agenzia delle Entrate sono tenuti a presentare il Modello 730 i contribuenti
che nel 2016 hanno percepito:
• redditi di lavoro dipendente e i redditi assimilati a quello di lavoro dipendente;
• redditi di terreni e di fabbricati;
• redditi di capitale;
• redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva;
• redditi diversi (come redditi di terreni e fabbricati situati all’estero);
• alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata, indicati nella sezione II
del quadro D.

Come inviarlo e entro quando

Precompilato: dal 18 aprile i contribuenti possono trovare online il Modello
precompilato con i dati già inseriti e verificarne l’esattezza. Dal 2 maggio 24
luglio 2017 si può inviare il modello.
Sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico):la scadenza
dell’invio è entro il 7 luglio 2017.
CAF e professionisti abilitati: la scadenza dell’invio è entro il 7 luglio 2017.
Come accedere al Modello 730 precompilato.
Gli strumenti di autenticazione per accedere al Modello 730 sono:
• Tramite l’Agenzia delle Entrate con le credenziali Entratel o Fisconline;
• Sistema SPID;
• Carta Nazionale dei Servizi;
• Credenziali Inps o sistema NoiPa, per dipendenti della Pubblica
Amministrazione;

Dati da inviare

Nel Modello 730 vanno inseriti:
– le quote di interessi passivi e i gli oneri accessori dei mutui in corso;
– i premi di assicurazione sulla vita;
– i contributi previdenziali e assistenziali;
– i contributi versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o
familiare;
– le spese sanitarie;
– le spese veterinarie;
– le spese universitarie;
– i contributi versati alle forme di previdenza complementare;
– le spese funebri;
– le spese relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e agli interventi
finalizzati al risparmio energetico.

Documentazione

Oltre a tutti gli scontrini, le fatture e le ricevute vanno presentati anche:
• la certificazione unica rilasciata dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico;
• l’ ultima dichiarazione presentata.
Normativa.
• Provvedimento del 16 gennaio 2017 dell’Agenzia delle Entrate.
• Provvedimento del 9 febbraio2017 dell’Agenzia delle Entrate.
• Provvedimento del 15 febbraio 2017 dell’Agenzia delle Entrate.
• Provvedimento del 1 marzo 2017 dell’Agenzia delle Entrate.
• Provvedimento del 7 aprile 2017 dell’Agenzia delle Entrate.

La dichiarazione va conservata fino al 31 dicembre del quarto anno successivo alla
presentazione.

Come detrarre tutto il detraibile

Come detrarre tutto il detraibile

Michele Brusaterra, 2016, Maggioli Editore

Partendo dalla tipologia di redditi oggi individuabili, questo nuovo Manuale guida il Professionista nella tassazione degli stessi, evidenziando le agevolazioni di maggiore interesse che il Fisco ha concesso ai contribuenti– o a determinate categorie di essi – al fine di...




CONDIVIDI
Articolo precedenteElezioni Francia: lo spettro Le Pen per un Paese in crisi
Articolo successivoVoucher lavoro aboliti, quali sono ancora validi?
Rosa Leone
Laureata in Economia e Management con tesi in Data Mining presso l'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli lavora come esperto contabile presso uno studio commerciale. Ha un Master in Contabilità, Bilancio e Controllo di Gestione e ha conseguito l'abilitazione come Dottore Commercialista ed Esperto Contabile. Oltre ad avere interesse per l'economia, la contabilità e la fiscalità è appassionata della statistica, dell'informatica, del diritto tributario e della contabilità lavoro.

SCRIVI UN COMMENTO