Speciale riforma PA

Fisco 22 marzo 2012, 00:05

Multe di Equitalia illegittime?

La Cassazione nel 2007 ha affermato che gli interessi del 10 per cento semestrale applicati da Equitalia sono illegittimi. Misteriosamente la sentenza “sparisce”. Il testo della pronuncia


Negli ultimi giorni sta facendo il giro del web un articolo de L’Espresso secondo cui le multe di Equitalia, a seguito di una pronuncia della Corte di Cassazione del febbraio 2007, sarebbero illegittime. Nello specifico, gli interessi del 10 per cento applicati sulle contravvenzioni renderebbero nulle le cartelle in cui viene chiesto di pagare le vecchie contravvenzioni.

La pronuncia, reputata “per anni introvabile anche nei database giuridici più forniti”, è stata tirata fuori da un avvocato di Bari, Vito Franco, che non ha esitato a recarsi a Roma per spulciare e scartabellare negli archivi cartacei della Suprema Corte. E la tenacia e la dedizione del legale sono state alla fine ricompensate, recuperando la sentenza annulla-sanzioni dai potenziali effetti dirompenti. Risulta depositata in Cassazione il 16 febbraio 2007, numero di protocollo 3701. E contiene un principio di diritto tanto sintetico quanto devastante: gli interessi del 10 per cento semestrale applicati da Equitalia sono illegittimi.

Una sentenza di poche righe, che riportiamo integralmente:

Sentenza n. 3701 della Cassazione civile, Sez. II, 16 febbraio 2007

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

FATTO

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

L’Ufficio Territoriale del Governo di Benevento ha impugnato, nei confronti di A.M.G., con ricorso notificato il 27.10.04, la sentenza del Giudice di Pace di Benevento, che aveva dichiarato la nullità dell’opposta cartella esattoriale, inerente al pagamento della somma di Euro 852,78 per violazione dell’art. 116 C.d.S., comma 2, ritenendo illegittima, ai sensi della L. n. 689 del 1981, art. 27, la maggiorazione per interessi operata sulla somma stabilita dalla legge.

Lamenta la violazione e falsa applicazione L. n. 689 del 1981, art. 27, atteso che, contrariamente all’assunto del G.d.P., proprio detto articolo prevede espressamente l’effettuata maggiorazione, in caso di ritardo nel pagamento delle somme dovute a titolo di sanzione.

A.M.G. resiste.

Il P.G. ha chiesto la trattazione del ricorso in Camera di Consiglio.

DIRITTO

MOTIVI DELLA DECISIONE

Il ricorso è manifestamente infondato.

Infatti alle sanzioni, come nella specie stradali, si applica l’art. 203 C.d.S., comma 3, che, in deroga alla L. n. 689 del 1981, art. 27, in caso di ritardo nel pagamento della sanzione irrogata nell’ordinanza – ingiunzione, prevede, l’iscrizione a ruolo della sola metà del massimo edittale e non anche degli aumenti semestrali del 10%. Aumenti, pertanto, correttamente ritenuti non applicabili dal G.d.P., peraltro con motivazione errata, che va quindi corretta in conformità all’enunciato principio. Al rigetto del ricorso, segue la condanna alle spese.

P.Q.M.

Rigetta il ricorso e condanna l’Ufficio Territoriale Governo di Benevento alle spese in Euro 500,00 di cui Euro 400,00 per onorari.

Così deciso in Roma, il 24 ottobre 2006.

 

Qui un interessante servizio de “Le Iene” sull’argomento

 

 


Pubblicato da il 22 marzo 2012 alle 00:03 in Fisco
Tags: , , ,


8 Commenti per Multe di Equitalia illegittime?

  1. claudio brughe

    sono leggittime le maggiorazioni applicate dall’INPS per la mancanza di pagamento contributi ?
    5 anni di more e sanzioni , se facessero controlli piu rapidi non ci sarebbero di qesti problemi.
    A fronte di mancato pagamento di circa 1500 euro gli importi da versare aumentano fino all 80 % non mi sembra un comportamento da ISTITUTO della previdenza , meglio andare in carcere che pagare le bollette che arrivano dall’INPS e questo a norma di legge ?

  2. ERRECI

    A MIO AVVISO LA QUESTIONE TRATTA LE SANZIONI PECUNIARIE DERIVANTI DA VIOLAZIONI ALLE NORME DEL CODICE DELLA STRADA.
    LE RAGIONI VANNO RICHIESTE AL G.D.P. DEL LUOGO PROPONENDO RICORSO AI SENSI DELLA LEGGE 689/1981 COME NOVELLATA DAL D.LGS. 150/2011.

  3. enrico

    devo pagare alcune multe codice strada come devo comportarmi e a chi rivolgermi per pagare il giusto grazie

  4. FRANCESCO

    SALVE. VOLEVO INFORMAZIONI SU COME RICHIEDERE IL RIMBORSO DELLE CARTELLE ESATTORIALI GIA’ PROFUMATAMENTE PAGATE. E NECESSARIO RIVOLGELSI AD UN LEGALE VISTO CHE LA CIFRA DELLE CARTELLE E ELEVATA. GRAZIE

  5. vincenzo

    buon giorno! volevo sapere se non bisogna pagare oppure si, e se vale anche x i bolli. grazie!

  6. Ubaldo

    vale solo pere le multe stradali oppure per tutte le cartelle esattoriali, compreso imps e altro?
    C’è uno studio legale interessato a questa battaglia si a livello di singola persona defraudata da Equitalia oppure anche con una class action in Umbria?
    Ubaldo

  7. mi unisco al quesito di Matteo.

  8. matteo

    buongiorno, volevo sapere se e come si può fare per richiedere il rimborso per le cartelle esattoriali già pagate. grazie matteo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Novità Codice Strada 23 luglio 2014, 15:59

Così cambia il Codice della Strada: nuovi limiti di cilindrate e velocità

Ok della Commissione Trasporti alla legge delega: scooter anche in autostrada

Avvocati 23 luglio 2014, 14:24

Concorso Avvocati in Corte d’Appello 2014: bando in arrivo per 400

Selezione per notai, ricercatori, professori, avvocati e magistrati

Welfare 23 luglio 2014, 10:29

Riforma pensioni? No, è in arrivo il prelievo 2014 di Renzi e Padoan

Bonus 80 euro permanente: ipotesi prelievo sugli assegni Inps

Flash 23 luglio 2014, 08:54

Costa Concordia, in diretta video la partenza verso il porto di Genova

Ecco live in diretta streaming tv,la partenza dall’Isola del Giglio della nave Costa Concordia, diretta al porto di Genova a due anni e mezzo dall’incidente

Amministrativo 22 luglio 2014, 16:32

Commissioni Affari Costituzionali: a breve notizie sulla sorte dei TAR

A breve conosceremo il destino degli otto TAR menzionati nel DL n.90


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su