contraffazione opere d'arte

All’esito della causa di prima istanza promossa dagli eredi del fotografo francese Jean-François Bauret (1932-2014), il Tribunal de Grande Instance di Parigi ha riconosciuto che la scultura di porcellana denominata “Naked”, realizzata da Jeff Koons nel 1988, riprodotta on line e sui materiali promozionali della mostra retrospettiva organizzata dal Centre Pompidou sul noto artista (ma non esposta al pubblico, per asseriti danni riportati nel trasporto) costituisce violazione dei diritti d’autore sull’immagine scattata dal fotografo nel 1970 e che riproduce due bambini denominata “Enfants”.

 

Il Tribunale ha ritenuto fondate le domande avanzate nei confronti della società Jeff Koons Llc e del Centre Pompidou e non ha accolto l’eccezione, sollevata dai convenuti, che l’opera di Koons costituisse una parodia e la sua riproduzione fosse pertanto scriminata, evidenziando come “Le caratteristiche essenziali della parodia sono, innanzitutto, evocare un lavoro esistente, pur essendo notevolmente diverse da esso e, in secondo luogo, costituire un’espressione di umorismo o di derisione” mentre, nel caso in esame, mancherebbero i necessari termini di paragone essendo la fotografia di Jean-François Bauret poco conosciuta al grande pubblico, con la conseguenza che l’opera di Koons non avrebbe potuto quindi “suscitare alcun ricordo negli spettatori per creare un effetto comico o di critica tra le due opere”. Le domande nei confronti dell’artista personalmente sono state invece rigettate in quanto nessun atto di riproduzione era a lui direttamente imputabile in Francia.

 

Il Tribunale ha quindi inibito la diffusione e riproduzione dell’immagine dell’opera contestate e condannato Jeff Koons Llc e il Centre Pompidou al risarcimento dei danni patrimoniali e morali (quantificati in complessivi Euro 24.000), oltre alla rifusione delle spese legali.

 

Volume consigliato:

Usucapione di beni mobili e immobili

Usucapione di beni mobili e immobili

Riccardo Mazzon, 2017, Maggioli Editore

L’opera affronta tutte le problematiche sostanziali e processuali in materia di acquisto della proprietà mediante l’istituto dell’usucapione.
Il volume fa ampio ricorso a rilievi giurisprudenziali per evidenziare...




CONDIVIDI
Articolo precedenteConcorso Polizia 2017: oggi il bando
Articolo successivoStatali: oggi l’ok alla riforma per l’assunzione dei precari
Gilberto Cavagna
Avvocato, specializzato in proprietà intellettuale, è docente e autore di pubblicazioni in materia di marchi e diritto d’autore. Vive e lavora a Milano; appassionato di tennis, organizza con alcuni colleghi la “Lawyers’ Tennis Cup”, torneo a squadre tra avvocati (www.lawyerstenniscup.it) e, quando può, gioca a tennis con amici e sua moglie Paola (che lo batte regolarmente…)

SCRIVI UN COMMENTO