Concorso 24 Magistrati Contabili

E’ stato approvato il nuovo bando di concorso per l’assunzione di 24 Referendari della Corte dei conti, elevabile complessivamente a 33 posti, prossimamente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Consulta il Bando di Concorso

Le date degli esami saranno pubblicate in Gazzetta Ufficiale il 9 giugno 2017, come previsto dall’articolo 10 del Bando suddetto.

Si tratta di un’occasione davvero imperdibile per i giuristi più preparati e temerari, vista la difficoltà di superamento del concorso. Infatti, è previsto lo svolgimento di quattro prove scritte, una prova orale comprensiva di lingua straniera, nonchè la valutazione per titoli.

Concorso Magistrati Contabili: Le Prove Scritte

Nel concorso per la magistratura contabile le prove scritte previste sono:

  1. Diritto civile e diritto commerciale , con riferimenti al diritto processuale civile;
  2. Diritto costituzionale e diritto amministrativo;
  3. Contabilità pubblica, scienza delle finanze e diritto finanziario;
  4. Prova pratica riferita alle funzioni della Corte dei conti.

 

Il punteggio minimo richiesto per l’ammissione alle prove orali per ogni prova scritta è di 35/50 con media di 40/50.

Concorso Magistrati Contabili: La Prova Orale

L’esame orale, invece, verterà su plurime materie, tra le quali:

  • quelle indicate per le prove scritte;
  • diritto penale e diritto processuale penale;
  • diritto internazionale e diritto comunitario;
  • diritto finanziario;
  • diritto pubblico dell’economia;
  • politica economica;
  • programmazione economica e controllo delle aziende e delle amministrazioni pubbliche;
  • economia ed organizzazione aziendale;
  • statistica economica;
  • prova facoltativa di lingua (francese, inglese, tedesco, spagnolo).

La Valutazione dei Titoli

Per incrementare il punteggio conseguito, poi, si valuteranno i titoli presentati e allegati dai candidati insieme alla domanda di partecipazione al concorso. In particolare, saranno considerati: gli studi compiuti; gli esami superati; i titoli conseguiti; i servizi prestati; le funzioni svolte; gli incarichi ricoperti ed ogni altra attività (scientifica, didattica, pubblicistica) eventualmente esercitata; i lavori giudiziari o lavori originali elaborati per il servizio; eventuali pubblicazioni in regola con le norme contenute nella legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive integrazioni e modificazioni.

Al fine del superamento del concorso pubblico in questione, puoi ottenere una preparazione completa attraverso la consultazione del seguente volume:

Il codice della 
giustizia contabile

Il codice della 
giustizia contabile

Adriano Gribaudo, Maggioli Editore, Gennaio 2017 (I Edizione)




SCRIVI UN COMMENTO