E’ uscito il bando per il concorso a cattedre 2012. Il testo che specifica i criteri di ammissione al primo concorso pubblico per il personale scolastico dal 1999 è stato pubblicato dal Ministero dell’Università, dell’Istruzione e della Ricerca, senza subire ulteriori ritardi ai tempi annunciati.

Il bando apre all’occupazione di 11.542 posti vacanti nella scuola ed è rivolto ai soggetti già in possesso di abilitazione all’insegnamento o che abbiano conseguito laurea del vecchio ordinamento a durata quadriennale, quinquennale o di sei anni. Prevista la possibilità di accesso anche per i diplomati agli istituti magistrali non oltre il 2001/2002.

Il concorso a cattedre 2012 si svolgerà in diversi step, che prevedono, dapprima, una maxi prova preselettiva, identica per tutte le classi di concorso, che verterà su quesiti di stampo informatico, logico, linguistico e di comprensione del testo. Le domande saranno 50 a risposta multipla e per risolverle i candidati avranno un limite massimo di 50 minuti. Si supera il test con un minimo di 35 quesiti con risposta esatta.

Dopo la prova di scremature generale, si aprirà la fase degli scritti e delle prove pratiche, differenziate secondo la classe di appartenenza. A ruota, coloro che avranno luce verde anche al secondo gradino del concorso, potranno accedere alla conclusiva dissertazione orale, con tanto di simulazione di una lezione di fronte agli alunni.

I posti inseriti nel bando scuola 2012 sono rivolti a 17 classi di insegnamento, che vanno dalla scuola per l’infanzia fino agli istituti superiori – o secondari di secondo grado secondo la nuova terminologia. Nelle intenzioni del ministro Profumo, con questo bando si dovrebbe chiudere la stagione delle graduatorie e del precariato nel personale scolastico.

Il concorso scolastico, infatti, dovrebbe essere replicato già in primavera e, poi, dovrebbe ripetersi regolarmente ogni due anni, nel corso dei quali verranno via via smaltite le liste degli insegnanti in attesa di un posto fisso. Infatti, negli organici della scuola i posti liberi sono in realtà il doppio di quelli messi a bando, ma il 50% verrà coperto dagli iscritti alle graduatorie e così dovrebbe succedere per i prossimi concorsi.

Leggi il testo del bando per il concorso scolastico 2012

Scarica il bando del concorso scolastico


29 COMMENTI

  1. Invito il Signor Ministro della Pubblica Istruzione a presenziare alle convocazioni del CSA di Cosenza per l’affidamento delle supplenze annuali per rendersi conto dell’età dei docenti che vengono convocati dalle graduatori permanenti.
    Io sono uno dei più giovani ed ho 46 anni.
    Alcuni docenti sono sulla soglia dei 60 anni ed ancora ad oggi non sono stati immessi in ruolo. Siamo gli eterni precari , ruota di scorta della scuola, ma che grazie alle nostre supplenze è andata avanti. Il ringraziamento da parte dello stato, è l’indizione di questo nuovo concorso……. Grazie signor Ministro, grazie del concorso, grazie per averci sfruttato per anni ….. Grazie dei 1200,00 euro al mese da ottobre al 30 giugno successivo…….

  2. Non ho parole!!! ovvio che alla simulazione di una lezione in classe quelli che hanno esperienza partono più avvantaggiati!!!!!!!!!!!!! Ma che schifo è questo?? siamo neo laureati..è l’esperienza che ci fa strada!!!!! non un test selettvo!!!

  3. Salve
    ho letto del concorso a cattedra. Non ho capito se col mio diploma d’istituto d’arte anno 1998/99 posso accedere al concorso. Invece per il titolo accademico è solo per gli anni 2001/02 e 2002/03 perchè tra due anni ci sarà un altro concorso in cui seguiranno gli anni 2003/04 e 2004/05? Dove si possono vedere elencati i titoli di studio per accedervi?

  4. Non condivido la scelta di bandire un concorso, imponendo alle regioni di sopportare costi inutili, considerato che le graduatorie per l’affidamento dell’insegnamento ci sono e sono affollate da precari con anni di preziosa esperienza.

    Non condivido neppure le assunte motivazioni di meritocrazia considerato che la prova preselettiva consta di un quiz di 50 domande in 50 minuti ……

  5. E’ ASSURDO CHE CHI HA EFFETTUATO I TEST PER PARTECIPARE ALLA SISSI DOPO DUE ANNI DI SISSI CON SEI MESI DI TUTORATO E 5 ANNI DI INSEGNAMENTO DEBBA PARTECIPARE ANCHE AL CONCORSO. LA SISSI E’ GIA’ UN CONCORSO CON TANTI DI ESAMI IN DUE ANNI DI FREQUENZA

  6. E’ UNA TRUFFA NELLA TRUFFA, PER CHI HA L’ABILITAZIONE DA UNA VITA E DEVE CONTINUARE AD ELEMOSINARE UN POSTO DI LAVORO E CONTINUARE A SPRECARE SOLDI E SALUTE PER UN POSTO CHE SICURAMENTE NON ARRIVERA’MAI E SE ARRIVERA’ I CAPELLI SARANNO COSI’ BIANCHI CHE CONVERRA’ , PRIMA DI ANDARE A SCUOLA, PASSARE DAL PARRUCCHIERE, PER NON FAR CAPIRE AI RAGAZZI CHE SI E’ COSI’ VECCHI E CHE TRA UN PO’ SI ANDRA’ALLA POSTA PER RITIRARE LA PENSIONE….. DI QUALE AMMONTARE NON SI SA… GRAZIE ITALIA.

  7. Salve una info veloce riguardo il concorso a cattedra: oltre ai titoli di preferenza dovrebbero esserci quelli della riserva “N” riservato agli invalidi civili , dove li trovo nel bando di concorso?? Non riesco a trovare nulla, tantomeno è stato indicato il contingente riservato previsto per legge. E’ normale??? grazie.

SCRIVI UN COMMENTO