Speciale riforma PA

Civile 20 settembre 2012, 17:18

Rate mutuo prima casa, come chiedere la sospensione

La sospensione è subordinata esclusivamente al verificarsi di alcuni eventi, intervenuti successivamente alla stipula del contratto e accaduti nei tre anni antecedenti alla richiesta di ammissione al beneficio


Il Dipartimento del Tesoro, in un comunicato del 17.7.2012, precisa che la legge 28 giugno 2012 n.92, recante “Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita” (art. 3, comma 48) ha sensibilmente modificato i presupposti per l’accesso al beneficio della sospensione del mutuo per l’acquisto della prima casa.

E’ stata, intanto, avviata la modifica del regolamento attuativo dello stesso Fondo (DM 132/2010), a seguito della quale sarà reso disponibile anche il modello di domanda aggiornato.

In base alla nuova legge, che ha modificato la legge 24 dicembre 2007, n. 244 (art. 2, commi 475 e ss.), la sospensione del pagamento della rata di mutuo è subordinata esclusivamente al verificarsi di almeno uno dei seguenti eventi, intervenuti successivamente alla stipula del contratto di mutuo e accaduti nei tre anni antecedenti alla richiesta di ammissione al beneficio:

1) cessazione del rapporto di lavoro subordinato, ad eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, di risoluzione per limiti di età con diritto a pensione di vecchiaia o di anzianità, di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, di dimissioni del lavoratore non per giusta causa;

2) cessazione dei rapporti di lavoro di cui all’art. 409, numero 3), del codice di procedura civile, ad eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, di recesso datoriale per giusta causa, di recesso del lavoratore non per giusta causa;

3) morte o riconoscimento di handicap grave, ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, ovvero di invalidità civile non inferiore all’80 per cento.

La sospensione non comporta l’applicazione di alcuna commissione o spesa di istruttoria e avviene senza richiesta di garanzie aggiuntive. E’ inoltre concedibile anche per i mutui che hanno già fruito di altre misure di sospensione purché tali misure non determinino complessivamente una sospensione dell’ammortamento superiore a diciotto mesi.

La sospensione non può essere richiesta per i mutui che abbiano almeno una delle seguenti caratteristiche:

- ritardo nei pagamenti superiore a novanta giorni consecutivi al momento della presentazione della domanda da parte del mutuatario, ovvero per i quali sia intervenuta la decadenza dal beneficio del termine o la risoluzione del contratto stesso, anche tramite notifica dell’atto di precetto, o sia stata avviata da terzi una procedura esecutiva sull’immobile ipotecato;

- fruizione di agevolazioni pubbliche;

- mutui per i quali sia stata stipulata un’assicurazione a copertura del rischio che si verifichino gli eventi di cui al comma 479, purché tale assicurazione garantisca il rimborso almeno degli importi delle rate oggetto della sospensione e sia efficace nel periodo di sospensione stesso.


Pubblicato da il 20 settembre 2012 alle 17:09 in Civile
Tags: , , , , ,


2 Commenti per Rate mutuo prima casa, come chiedere la sospensione

  1. franco

    Buongiorno mi chiamo Franco ho 58 anni e dal dicembre 2010 sono disoccupato, tutto e successo per poter aiutare i miei due figli a rilevare un bar propostomi dal mio ex principale il quale mi ha prima portato a vedere il locale farmi conoscere il proprietario e presentarmi al torrefattore tutto s
    richiesta del torrefattore e così dopo vari tentativi di fargli cambiare idea ho firmato la lettera di dimissioni e da quel momento sono disoccupato, i miei figli fino ad adesso mi anno pagato il mutuo, ma ora si trovano anche loro senza lavoro avendo ricevuto l’ordine di sfratto dal proprietario che nn ha voluto sentire ragioni ed ora si trovano in causa. vorrei sapere posso io essendo anche iscritto nella lista di disoccupazione chiedere la sospensione della rata?

  2. Davide

    Buonasera,
    Mi chiamo Davide e sono di Foggia nell’anno 2003 ho acceso un mutuo ipotecario per l’acquisto di una casa di € 73.000,00, nell’anno 2008 il mio datore di lavoro ha chiuso e mi sono dato da fare per cercare un altro lavoro senza risultato.
    Io e altri tre amici disoccupati come me abbiamo aperto un bar, ma dopo tre anni la crisi ci ha colpito e mi sono ritrovato di nuovo senza lavoro.
    La mia domanda è posso usufruire della sospensione del mutuo oppure dei fondi comuni visto che nell’anno 2012 ho guadagnato appena € 8.000,00.
    Ringrazio per l’attenzione in attesa di una risposta in merito.
    Davide da Foggia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Massimiliano Spagnuolo

Direttore Generale di enti locali

Rss Feed


Articoli dello stesso autore

Amministrativo 6 giugno 2013, 08:00

Elezioni amministrative 2013: i primi 10 passi dei neosindaci

Schema dei primi adempimenti che i sindaci devono compiere nei primi giorni successivi all’investitura popolare

Appalti pubblici 15 maggio 2013, 08:30

Appalti di refezione scolastica, ma quanto dista il centro di cottura?

Riflessioni sulla ricorrente prassi applicativa in tema di appalto del servizio di refezione scolastica

Amministrativo 27 marzo 2013, 08:30

Corte dei Conti Sardegna: segretario Comunale sia dirigente che controllore

Nessun profilo di incompatibilità tra gli incarichi di responsabilità di servizi/settori/aree e le funzioni in materia di controlli

Appalti pubblici 14 marzo 2013, 08:00

La Consulta bacchetta le Regioni sull’introduzione delle ‘clausole domestiche’

La Corte Costituzionale con sentenza n. 28 del 25.02.2013 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 11, comma 4, della legge della Regione Campania 27 gennaio 2012, n. 1

Amministrativo 7 marzo 2013, 00:02

Società strumentali e nuove aperture in ordine alle attività non consentite

Analisi interpretativa dell’art. 13 del DL 223/2006


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su