Speciale riforma PA

Flash 12 agosto 2012, 18:29

Decreto sviluppo in vigore da oggi. Il testo del d.l. 83/2012 convertito dalla legge 134/2012

Entra in vigore oggi (12 agosto) il decreto sviluppo, pubblicato in Gazzetta l’11 agosto


La legge 7 agosto 2012 n. 134, di conversione del decreto legge 22 giugno 2012 n. 83, recante “misure urgenti per la crescita del Paese”, é stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’11 agosto ed è in vigore dal giorno successivo (12 agosto).

Qui i commenti al “decreto sviluppo” e qui il testo coordinato.


Pubblicato da il 12 agosto 2012 alle 18:08 in Flash
Tags: ,


4 Commenti per Decreto sviluppo in vigore da oggi. Il testo del d.l. 83/2012 convertito dalla legge 134/2012

  1. Pingback: Appalti, responsabilità solidale: cronistoria di un istituto plurimaneggiato

  2. Francesco

    Sinceramente potremmo definirlo, in alcune parti, sopratutto gli articoli del Titolo II
    aberranti; Come può adempiere a tutti gli obblighi imposti un’Amministrazione Comunale con appena quattro dipendenti? Sappiamo tutti che già soffrono i Comuni grandi che hanno molta disponibilità di risorse umane immagginiamo quelli con popolazione poco più di mille abitanti senza citare quelli con popolazione inferiore.
    Cosa devono fare prima i dipendenti?

    Nessun legislatore si è e si degna di calarsi nella vera realtà dei Comuni piccoli.
    da molti anni hanno parlato di unione ma senza obbligare gli amministratori ad adempiere; forse inizieranno quest’anno.

    Si chiudono nelle loro stanze e pensano che tutte le amministrazioni locali riescono, a garantire/offrire i servizi più disparati possibili. Sono convinti che le picole realtà sono solo quelle che sperperano, infatti continuano sempre più a tagliare i trasferimenti.
    Nessuna realtà locale, ad eccezione di qualche mosca bianca, nel tempo ha investito sulle risorse umane (aggiornamenti professionalità).

    E adesso oltre al conclamato sconforto (peggiori diritti, peggiori stipendi – ultima categoria dei contratti , ecct.) in cui riversano i dipendenti, devono subbire sempre più umiliazioni.
    Basta fare il nome del Grande ministro Brunetta.
    Provate a fare la differenze di stipendio che intercorre tra un dipendente dei ministeri, un dipendente delle Regioni e un dipendente dei Comuni di pari livello.

  3. Pingback: Project bond, il Governo punta al rilancio di edilizia e infrastrutture

  4. Pingback: Ecco il piano Monti per la crescita: 6 punti per il rilancio del Paese

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Amministrativo 1 settembre 2014, 14:46

Statali, da oggi permessi sindacali dimezzati con il testo Renzi-Madia

In vigore la circolare del ministero: distacchi dimezzati. Il testo

Scuola 1 settembre 2014, 11:31

Anno scolastico 2014/2015, il calendario completo in tutte le Regioni

Quando cominciano le lezioni? Ecco i calendari completi

Welfare 1 settembre 2014, 09:41

Quota 96, da oggi la mancata pensione. Sarà ricorso in Consulta

Inizia il 2014/2015, Quota 96 al lavoro. Si pensa alla Corte costituzionale

Economia 1 settembre 2014, 07:59

Arrivano in circolazione i nuovi dieci euro. Le foto della banconota

Nuova tecnica anti falsari e compatibilità coi distributori automatici

Civile 31 agosto 2014, 15:56

Sistema risarcitorio civilistico e indennitario Inail: danno tanatologico

Danno biologico tra sistema risarcitorio e indennità


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su