Speciale Jobs Act

Flash 17 maggio 2012, 00:06

Decreto “commissioni bancarie”, votata la fiducia

La Camera, con 447 voti favorevoli e 73 contrari, ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge, […]


La Camera, con 447 voti favorevoli e 73 contrari, ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge, già approvato dal Senato, di conversione del decreto-legge 24 marzo 2012, n. 29, cosiddetto decreto “commissioni bancarie”, concernente disposizioni urgenti recanti integrazioni al decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, e al decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 (C. 5178).

Si tratta del diciassettesimo voto di fiducia incassato dal governo Monti dal giorno dell’insediamento dell’esecutivo. Nella tarda mattinata di oggi è previsto il voto finale sul provvedimento. Per il governo, è stato il risultato più basso dopo i 420 sì avuti il 9 febbraio sul decreto carceri.

Il decreto legge su cui l’Aula della Camera ha votato la fiducia corregge la norma che cancellava le commissioni bancarie sui prestiti, introdotta dal decreto liberalizzazioni; norma che aveva portato alle dimissioni per protesta (poi rientrate) dei vertici dell’Abi.

Il decreto liberalizzazioni prevedeva che fossero nulle le commissioni bancarie per le aperture delle linee di credito in caso di sconfinamenti, mentre il dl banche ridimensiona quella norma e sancisce la nullità solo nel caso non vengano seguite le disposizioni sulla trasparenza adottate dal Cicr. Il decreto prevede anche lo stop delle commissioni bancarie per le famiglie che vanno in ‘rosso’ sul conto corrente fino a 500 euro e per meno di 7 giorni consecutivi in ogni trimestre.

Commissioni bancarie. Vengono reintrodotte le commissioni per gli scoperti, che il Senato aveva cancellato con un emendamento al decreto sulle liberalizzazioni. In particolare viene ripristinata la commissione di istruttoria veloce stabilita dal decreto Salva Italia.

Famiglie salve. Non dovranno pagare invece alcuna commissione i correntisti che sforano per un massimo di 500 euro e per non più di sette giorni consecutivi in un trimestre. L’emendamento ‘salva-famiglie’ è stato introdotto in Senato.

Osservatorio sul credito. Viene istituito un Osservatorio sul credito, che monitorerà l’accesso al credito da parte delle imprese, specie le piccole, nonché quelle giovanili e femminili. Alle sue riunioni prenderanno parte i rappresentanti delle Associazioni dei consumatori e delle imprese.

Mancata concessione di credito. Inoltre, tanto le famiglie quanto le imprese, in caso di mancata concessione di un credito da parte di una banca, potranno presentare un’istanza al prefetto: questi, dopo aver chiesto alla banca una motivazione, potrà girare la pratica all’Arbitro bancario che dovrà pronunciarsi “non oltre trenta giorni dalla segnalazione”.

Rating legalità. Il rating della legalità, introdotto con un emendamento parlamentare al decreto liberalizzazioni, sarà attribuito, su istanza di parte, alle imprese che raggiungano un fatturato minimo di due milioni di euro.

Elezione Agcom. Si modifica il metodo di elezione dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, i cui membri sono stati dimezzati dal decreto Salva-Italia, e che dovranno essere rinnovati nel corso del mese di maggio. La modifica prevede che il Senato e la Camera eleggano due (anziché quattro) commissari ciascuno e che pertanto ciascun senatore e ciascun deputato esprima il voto indicando un solo nominativo.

Pensioni manager pubblici. La norma cancellata dal Senato prevedeva che il taglio dello stipendio ai manager pubblici previsto dal decreto Salva Italia (il tetto è di 300.000 euro) non contasse ai fini della determinazione della pensione nella parte calcolata con metodo retributivo. Il governo ha proposto alla Camera di ripristinare la norma ma non è stato accontentato.


Pubblicato da il 17 maggio 2012 alle 00:05 in Flash
Tags: ,


1 Commento per Decreto “commissioni bancarie”, votata la fiducia

  1. Pingback: Decreto “commissioni bancarie”, votata la fiducia | Anti usura bancaria | Scoop.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Lavoro 24 aprile 2014, 15:03

Jobs Act: decreto 80 euro in Gazzetta, ecco il taglio Irpef. Il testo

Ecco le coperture per il taglio dell’Irpef e gli 80 euro in più

Fisco 24 aprile 2014, 11:01

Concorso Agenzia delle Entrate 2014, cosa occorre sapere per i test

Bando in arrivo: tuttò ciò che serve per le prove scritte

Università 24 aprile 2014, 08:13

Università, arriva il bando per le scuole di specializzazione in Medicina

In arrivo in Gazzetta il bando con i posti. Come saranno le prove

Lavoro 23 aprile 2014, 17:01

Jobs Act, sì alla fiducia sul decreto lavoro per i precari. Il testo

Il governo Renzi ottiene la fiducia alla Camera sul decreto lavoro

Flash 23 aprile 2014, 14:37

Papa Francesco, testo e video dell’udienza generale dopo Pasqua 2014

Ecco il testo e video integrale dell’udienza in piazza San Pietro di papa Francesco, del 23 aprile 2014, a tre giorni dalla Pasqua. Il saluto in arabo


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su