Speciale riforma PA

Flash 25 marzo 2012, 17:00

Riforma del lavoro blindata?

Monti chiude a interventi esterni. Intanto il terziario anticipa il modello Fornero sull’apprendistato


“Riforma del lavoro blindata”. Il fatto che essa sia stata approvata venerdì scorso dal Consiglio dei ministri “salvo intese” significa soltanto che il testo dovrà essere affinato nei prossimi giorni.

Ma, nessuno, ha chiarito il premier Mario Monti dal Forum Confcommercio di Cernobbio, “si illuda che significhi che forze importanti che abbiamo ascoltato, ma esterne al governo, possano in qualche modo intervenire“.

Insomma ora la parola spetta al Parlamento. “In passato sono state ascoltate troppo le categorie” perche’ la politica cercava consensi a tutti i costi. E, ora, “credo che sono stato chiamato per rimediare ai mali fatti nei decenni mentre io non sono stato chiamato per cercare il consenso“. ”Qualunque sia l’esito di questo governo, che mi auguro sia positivo, non cerchero’ il consenso che non ho cercato fino ad adesso“, spiega.

Sulla decisione della Cgil di non revocare lo sciopero Monti non si sorprende: “Non mi aspetto che ci sia una revoca, mi dispiace, ma credo faccia parte della fisiologia normale dei rapporti sociali“.

Il capo del Governo pero’ a Cernobbio non ha parlato solo di lavoro ma anche di crescita e fisco. Sulla tasse vuole precisare: “Abbiamo dovuto aumentarle, non potevamo fare diversamente” e il motivo e’ stato “la colpevole tardivita’“, in passato, a compiere passi decisivi contro la crisi. Cosi’ ora e’ piu’ difficile “mettere l’Italia sul sentiero della crescita e sulla diminuzione delle tasse“.

Non prometto a nessuno crescita nel 2012, avremo meno recessione“, prosegue il premier secondo cui bisogna dare tempo al tempo: “Nei confronti dei politici che verranno, invito fin da ora ad avere pazienza” perche’ ci sara’ bisogno di sostegno ad operazioni molto lunghe. “Non illudiamoci“, da una crisi che e’ stata “costruita in decenni” di non decisioni “non se ne esce in 5 mesi o in un anno“.

Intanto sempre sul fronte del lavoro vanno registrate due novità importanti, in parte legate alla riforma di venerdì. Monti ha firmato ieri il Dpcm, previsto dal decreto legge salvaItalia (2012 del 2012), che fissa un tetto per le retribuzioni dei manager pubblici.

Nessun trattamento economico potra’ superare quello del primo Presidente di Corte di Cassazione.

Nel decreto legge sulle commissioni bancarie di correzione delle liberalizzazioni, approvato venerdì scorso e appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale, si introduce pero’ un ammorbidimento della norma ai fini previdenzialiper i manager che, al 22 dicembre 2011, abbiano gia’ maturato i requisiti per l’accesso al pensionamento, non siano titolari di altri trattamenti pensionistici e risultino essere percettori di un trattamento economico imponibile ai predetti fini superiore a quello del primo presidente di Corte di Cassazione, purche’ continuino a svolgere, fino al momento dell’accesso al pensionamento, le medesime funzioni che svolgevano alla predetta data“.

Anticipando” invece il modello Fornero, i sindacati del terziario Fisascat Cisl, Filcams Cgil, Uiltucs Uil hanno firmato sabato scorso a Cernobbio con Confcommercio l’accordo sulla disciplina del contratto di apprendistato, che sara’ la forma prevalente di ingresso al lavoro nei settori del terziario, distribuzione e servizi. Avra’ un duplice obiettivo: “Favorire l’incremento dell’occupazione giovanile e promuovere lo sviluppo del settore e la capacita’ competitiva nei mercati internazionali“. L’intesa avra’ decorrenza dal 26 aprile e prevede che i giovani di eta’ compresa tra i 18 ed i 29 anni potranno essere assunti “con il contratto di apprendistato professionalizzante e/o di alta formazione e ricerca mentre per i giovani che abbiano compiuto i 15 anni e fino al compimento del 25esimo anno di eta’ potranno essere assunti con il contratto per la qualifica ed il diploma professionale“.

L’apprendista, spiega una nota diffusa dalla Fisascat Cisl, “avra’ diritto allo stesso trattamento normativo previsto dal contratto nazionale del terziario distribuzione e servizi del 6 aprile 2011 per i lavoratori appartenenti alla medesima qualifica professionale, compresa l’iscrizione al fondo di assistenza sanitaria integrativa Est e all’adesione al fondo di previdenza complementare Fon.Te.“.

Fortunato Laurendi


Pubblicato da il 25 marzo 2012 alle 17:03 in Flash
Tags: , ,


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Giustizia 31 ottobre 2014, 16:46

Trattativa Stato-mafia, il verbale dell’interrogatorio a Napolitano

Il testo completo della deposizione del presidente della Repubblica

Europa Flash 31 ottobre 2014, 15:53

The Russian deterrent gas trap

While Europeans’ perception is that Europe needs Russian gas, actually it is exactly the other way around.

Giustizia 31 ottobre 2014, 12:18

Ospedali psichiatrici giudiziari, chiusura rinviata a data da destinarsi

Il 31 marzo 2015 non chiuderanno gli OPG. Il testo della relazione governativa

Fisco 31 ottobre 2014, 09:33

Dichiarazione dei redditi: il 730 precompilato debutta nel 2015

Ok al decreto: ecco il 730 precompilato. Novità anche su bonus edilizia e Iva

Università 31 ottobre 2014, 07:52

Medicina, Tar e Consiglio di Stato annullano il test d’ammissione

Test di ingresso a Medicina cancellato dalle sentenze. Caos atenei


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su