Tar Lazio: ordinanza tassa fortuna

    N. 00166/2012 REG.PROV.CAU.

    N. 00188/2012 REG.RIC.

     

     

     

    REPUBBLICA ITALIANA

    Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio

    (Sezione Seconda)

    Il Presidente

    ha pronunciato il presente

    DECRETO

    sul ricorso numero di registro generale 188 del 2012, proposto da:

    Soc Hbg Connex Spa, rappresentata e difesao dagli avv. Luigi Medugno, Annalisa Lauteri, con domicilio eletto presso Luigi Medugno in Roma, via Panama, 58;

    contro

    Aams – Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato, Ministero dell’Economia e delle Finanze;

    per l’annullamento

    previa sospensione dell’efficacia,

    – del decreto direttoriale dell’A.A.M.S. prot. 2011/2876/Strategie/UD in data 12.10.2011 nella parte concernente la variazione della misura del prelievo erariale unico sugli apparecchi di cui all’art. 110, comma 6, lettera b) del R.D. 18.06.1931, n. 773;

    – di ogni altro atto presupposto, conseguente, coordinato e/o connesso, in particolare il d.d. prot. 2011/50017/giochi/UD in data 16.12.2011; della nota prot. 2011/50554/Giochi/ADI in data 20.12.2011; della nota prot. 2011/51713/Giochi/ADI in data 30.12.2011; della nota prot. 2012/62/Giochi/ADI in data 02.01.2012;

    Visti il ricorso e i relativi allegati;

    Vista l’istanza di misure cautelari monocratiche proposta dal ricorrente, ai sensi dell’art. 56 cod. proc. amm.;

    Visto il proprio decreto 12 gennaio 2012, di riduzione dei termini per la trattazione della domanda cautelare e di conseguenze fissazione della Camera di Consiglio del 25 gennaio 2012;

    Rilevato che, fino a tale data, sussistono i presupposti per concedere l’invocata misura cautelare provvisoria, limitatamente all’obbligo imposto al concessionario di effettuare un prelievo erariale del 6 per cento sulle vincite;

    Valutate le difficoltà attuative di natura tecnica prospettate dalla ricorrente, anche in relazione a direttive non univoche da parte dell’Amministrazione;

    Riservato al Collegio l’esame di ogni questione di diritto;

    P.Q.M.

    ACCOGLIE l’ istanza di adozione di misure cautelari provvisorie nei termini suindicati;

    Fissa la Camera di Consiglio per il giorno 25 gennaio 2012 per la trattazione definitiva della richiesta sospensiva.

    Manda alla parte ricorrente di comunicare, anche a mezzo fax, il presente decreto all’Amministrazione intimata.

    Il presente decreto sarà eseguito dall’Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

    Così deciso in Roma il giorno 13 gennaio 2012.

    Il Presidente

    Luigi Tosti

    DEPOSITATO IN SEGRETERIA

    Il 13/01/2012

    IL SEGRETARIO

    (Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)