Imu e Tasi 2014, il testo del decreto che aggiorna i coefficienti

    MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

    DECRETO 19 febbraio 2014

    Aggiornamento dei coefficienti per la determinazione del  valore  dei fabbricati di cui all’articolo 5, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, agli effetti dell’imposta  municipale  propria (IMU) e del tributo per i servizi  indivisibili  (TASI),  dovuti  per l’anno 2014. (14°01391)  (GU n.45 del 24-2-2014)     

    IL DIRETTORE GENERALE  delle Finanze

    Visto l’art.  13,  del  decreto-legge  6  dicembre  2011,  n.  201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n.  214, concernente l’imposta municipale propria (IMU);  Visto l’art. 13, comma 3, del decreto legge n.  201  del  2011,  il quale stabilisce che la base imponibile dell’IMU  e’  costituita  dal valore dell’immobile determinato ai sensi dell’art. 5, commi 1, 3,  5 e 6 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504;  Visto l’art. 5, comma 3, del decreto legislativo n. 504  del  1992, il quale disciplina  i  criteri  di  determinazione  del  valore  dei fabbricati classificabili nel gruppo catastale  D,  non  iscritti  in catasto,   interamente   posseduti   da   imprese   e   distintamente contabilizzati;    Visto il comma 639 dell’art. 1 della 27 dicembre, n.  147,  che  ha istituito, a decorrere dall’anno 2014, l’imposta unica comunale (IUC) che si  compone  dell’imposta  municipale  propria  (IMU)  e  di  una componente riferita ai servizi, che si articola  nel  tributo  per  i servizi indivisibili (TASI) e nella tassa sui rifiuti (TARI);    Visto il comma 675 dell’art. 1 della legge n. 147 del 2013 in  base al quale la base imponibile del tributo per  i  servizi  indivisibili (TASI) e’ quella prevista per l’applicazione dell’imposta  municipale propria (IMU);    Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165,  recante  norme generali  sull’ordinamento   del   lavoro   alle   dipendenze   delle amministrazioni pubbliche;    Considerato  che  occorre  aggiornare   i   coefficienti   indicati nell’art. 5, comma 3, del citato decreto legislativo n. 504 del 1992, ai fini dell’applicazione dell’imposta municipale propria (IMU) e del tributo per i servizi indivisibili (TASI) dovuti per l’anno 2014;    Tenuto conto dei dati risultanti all’ISTAT sull’andamento del costo di costruzione di un capannone;

    Decreta:

    Art. 1    Aggiornamento dei coefficienti per i fabbricati a valore contabile  1.       Agli effetti dell’applicazione dell’imposta  municipale  propria (IMU) e del tributo per i  servizi  indivisibili  (TASI)  dovuti  per l’anno 2014, per la determinazione del valore dei fabbricati  di  cui all’art. 5, comma 3, del decreto legislativo  30  dicembre  1992,  n. 504, i coefficienti di aggiornamento sono  stabiliti  nelle  seguenti misure:

     ===================================================
             |  per l'anno 2014 =  | per l'anno  | per l'anno  |
             |        1,01         |2013 = 1,02; |2012 = 1,04; |
             +=====================+=============+=============+
             |per l'anno 2011 =    |per l'anno   |per l'anno   |
             |1,08;                |2010 = 1,10; |2009 = 1,11; |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |per l'anno 2008 =    |per l'anno   |per l'anno   |
             |1,15;                |2007 = 1,19; |2006 = 1,22; |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |per l'anno 2005 =    |per l'anno   |per l'anno   |
             |1,26;                |2004 = 1,33; |2003 = 1,38; |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |per l'anno 2002 =    |per l'anno   |per l'anno   |
             |1,43;                |2001 = 1,46; |2000 = 1,51; |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |per l'anno 1999 =    |per l'anno   |per l'anno   |
             |1,53;                |1998 = 1,55; |1997 = 1,59; |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |per l'anno 1996 =    |per l'anno   |per l'anno   |
             |1,64;                |1995 = 1,69; |1994 = 1,74; |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |per l'anno 1993 =    |per l'anno   |per l'anno   |
             |1,78;                |1992 = 1,80; |1991 = 1,83; |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |per l'anno 1990 =    |per l'anno   |per l'anno   |
             |1,92;                |1989 = 2,01; |1988 = 2,09; |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |per l'anno 1987 =    |per l'anno   |per l'anno   |
             |2,27;                |1986 = 2,44; |1985 = 2,62; |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |per l'anno 1984 =    |per l'anno   |             |
             |2,79;                |1983 = 2,96  |             |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |per l'anno 1982      |             |             |
             +---------------------+-------------+-------------+
             |e anni precedenti =  |             |             |
             |3,14.                |             |             |
             +---------------------+-------------+-------------+

    Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

    Roma, 19 febbraio 2014

    Il direttore generale: Lapecorella

     

    La nuova Iuc

    La nuova Iuc

    Claudio Bentivegna, Antonio Cantalupo, 2014, Maggioli Editore

    Questa guida sintetica - rivolta soprattutto agli operatori comunali che si occupano delle tematiche tributarie, ma utile anche per professionisti e studenti - si pone l'obiettivo di analizzare il delicato passaggio dalla "tassa sui rifiuti e servizi" (TARES) alla nuova "imposta unica comunale"...