Consiglio di Stato: ordinanza 60/2012

    N. 00060/2012 REG.PROV.CAU.

    N. 09852/2011 REG.RIC.

    REPUBBLICA ITALIANA

    Il Consiglio di Stato

    in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)

    ha pronunciato la presente

    ORDINANZA

    sul ricorso numero di registro generale 9852 del 2011, proposto da:

    *****************, ***********, ************************, *****************, *******************, ****************, ***********************, ***************, *****************, ***************, *********************, *****************, *****************, **************, rappresentati e difesi dall’avv. *****************, con domicilio eletto presso ***************** in Roma, viale Angelico 45;

    contro

    Ministero dell’Istruzione dell’Universita’ e della Ricerca, Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia, Ufficio Scolastico Regionale della Sardegna, Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia, Ufficio Scolastico Regionale delle Marche, Ufficio Scolastico Regionale Veneto, Ufficio Scolastico Regionale Calabria, Ufficio Scolastico Regionale Campania, Ufficio Scolastico Regionale Toscana, Ufficio Scolastico Regionale Lazio, Ufficio Scolastico Regionale Liguria, Ufficio Scolastico Regionale Emilia Romagna, rappresentati e difesi dall’Avvocatura, domiciliata per legge in Roma, via dei Portoghesi, 12; Commissioni Per Concorso A Dirigente Scolastico Ddg del 13.07.2011 c/o Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, Commissioni Per Concorso A Dirigente Scolastico Ddg del 13.07.2011 c/o Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, Commissioni Per Concorso A Dirigente Scolastico Ddg del 13.07.2011 c/o Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia, Commissioni Per Concorso A Dirigente Scolastico Ddg del 13.07.2011 c/o Ufficio Scolastico Regionale della Sardegna, Commissioni Per Concorso A Dirigente Scolastico Ddg del 13.07.2011 c/o Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia, Commissioni Per Concorso A Dirigente Scolastico Ddg del 13.07.2011 c/o Ufficio Scolastico Regionale delle Marche, rappresentati e difesi dall’Avvocatura Generale dello Stato, domicilataria ex lege in Roma, via dei Portoghesi 12;

    nei confronti di

    ***************, **************, ****************, *****************, ******************, ************************, *******************, *******************, ******************, ****************, *****************, ****************;

    per la riforma

    ordinanza cautelare del T.A.R. LAZIO – ROMA: SEZIONE III BIS n. 04588/2011, resa tra le parti, concernente MANCATA AMMISSIONE ALLE PROVE SCRITTE DEL CONCORSO PER TITOLI ED ESAMI PER IL RECLUTAMENTO DI DIRIGENTI SCOLASTICI – MCP

    Visto l’art. 62 cod. proc. amm;

    Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

    Visti tutti gli atti della causa;

    Visti gli atti di costituzione in giudizio di Ministero dell’Istruzione dell’Universita’ e della Ricerca e di Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte e di Ufficio Scolastico Regionale della Puglia e di Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia e di Ufficio Scolastico Regionale della Sardegna e di Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia e di Ufficio Scolastico Regionale delle Marche e di Ufficio Scolastico Regionale Veneto e di Ufficio Scolastico Regionale Calabria e di Ufficio Scolastico Regionale Campania e di Ufficio Scolastico Regionale Toscana e di Ufficio Scolastico Regionale Lazio;

    Vista la impugnata ordinanza cautelare del Tribunale amministrativo regionale di reiezione della domanda cautelare presentata dalla parte ricorrente in primo grado;

    Relatore nella camera di consiglio del giorno 10 gennaio 2012 il Cons. ***************** e udito per la parte appellante l’avvocato Buccellato;

    Ritenuto che le censure dedotte, in particolare quelle di violazione dei principi di ragionevolezza e di non discriminazione tra i concorrenti, non paiono assistite da sufficienti elementi di fumus;

    Ritenuto, quanto al profilo del periculum, che la chiesta ammissione con riserva alle prove scritte non è coerente con l’azione esperita, tesa alla rinnovazione della prova preselettiva e, quindi, dell’intera procedura e, comunque, non elimina il danno lamentato;

    P.Q.M.

    Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) respinge l’appello (Ricorso numero: 9852/2011).

    Spese della presente fase compensate.

    La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti.

    Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 10 gennaio 2012 con l’intervento dei magistrati:

    **************, Presidente

    *****************, Consigliere

    ****************, Consigliere

    ********************, Consigliere

    *****************, ***********, Estensore

    L’ESTENSORE IL PRESIDENTE

    DEPOSITATA IN SEGRETERIA

    Il 11/01/2012

    IL SEGRETARIO

    (Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)