Home Concorsi pubblici Concorso 300 Vigili del Fuoco, prove motorio attitudinali

Concorso 300 Vigili del Fuoco, prove motorio attitudinali

Elena Bucci
concorso 300 vigili del fuoco

Il 19 luglio 2022 è stato pubblicato sul sito ufficiale del Corpo l’elenco degli ammessi alle prove motorio-attitudinali del Concorso 300 Vigili del Fuoco.

La seconda fase della procedura di selezione avrà luogo a Roma presso i locali delle Scuole Centrali Antincendi, a partire dai candidati il cui cognome inizi con la lettera “T”, come stabilito dalla Commissione esaminatrice, a partire dal giorno 13 settembre 2022, alle ore 8.00.

Inoltre, nella Gazzetta Ufficiale del 9 agosto 2022, sarà data comunicazione della pubblicazione del calendario dettagliato delle prove, oltre ad eventuali altre informazioni utili.

Elenco candidati ammessi

Avviso ammessi prove motorio-attitudinali


Nei prossimi paragrafi vediamo nel dettaglio come si svolgeranno le prove motorio attitudinali del concorso, cosa prevedono e i punteggi necessari per risultare idonei alla selezione.

Concorso Vigili del Fuoco, 300 posti: elenco ammessi alle prove motorio-attitudinali

Concorso 300 Vigili del Fuoco: prove motorio attitudinali

Le prove motorio-attitudinali sono dirette ad accertare il possesso dell’efficienza
fisica e la predisposizione all’esercizio delle funzioni del ruolo dei vigili del fuoco, anche
eventualmente con riferimento all’utilizzo di attrezzature e mezzi operativi e sono
finalizzate ad accertare la capacità di forza, di resistenza, di equilibrio, di coordinazione,
di reazione motoria, di acquaticità, nonché l’attitudine a svolgere l’attività di vigile del
fuoco.

L’esame prevede lo svolgimento di tre prove motorio-attitudinali, come di seguito riportate, il cui ordine di esecuzione è stabilito dalla commissione esaminatrice e può subire variazioni eventuali in relazione ad esigenze organizzative:

  1. valutazione equilibrio, forza, coordinazione e reazione motoria;
  2. valutazione resistenza;
  3. valutazione acquaticità.

Inoltre si consiglia al candidato di effettuare, prima di iniziare lo svolgimento delle prove
motorio-attitudinali, un riscaldamento fisico di almeno 15 minuti.

Prova di equilibrio, forza, coordinazione e reazione motoria

La prima prova motoria è composta dai seguenti tre moduli, finalizzati ad accertare le capacità di equilibrio, di forza, di coordinazione e di reazione motoria del candidato:

  • modulo A – traslocazione alla trave alta: prevede l’esecuzione di una traslocazione completa su trave di equilibrio, lunga m 5, larga cm 10 e posta a circa m 4 ( ± m 0,50) di altezza dal suolo. Il candidato deve percorrere la trave fino al raggiungimento del lato opposto, ad andatura controllata e mantenendosi in equilibrio, con due tentativi massimi in caso di cadute:

  • modulo B – trazioni complete alla sbarra fissa: prevede l’esecuzione del numero massimo di trazioni consecutive alla sbarra fissa con presa dorsale (pollici in dentro). Il modulo si intende concluso quando il candidato, dopo essersi posizionato in sospensione
    alla sbarra, tocca nuovamente il terreno – o anche uno solo degli appoggi laterali – con uno o entrambi i piedi:

  • modulo C – piegamenti sulle braccia e spostamento laterale: prevede l’esecuzione del numero massimo di ripetizioni complete, nel tempo limite di 1’00” (sessanta secondi), della progressione motoria di seguito descritta, composta da tre esercizi da eseguirsi consecutivamente senza interruzione:
    – raggiungimento della posizione prona (pancia al suolo) braccia distese in alto;
    – ritorno in posizione eretta;
    – spostamento laterale di almeno 2 metri.

Per la validità della prova si riportano di seguito i tempi massimi messi a disposizione del candidato per l’esecuzione dei singoli moduli:

  • modulo A: 5’00” (300 secondi);
  • modulo B: 1’00” ( 60 secondi);
  • modulo C: 1’00” ( 60 secondi).

Prova di resistenza

La seconda prova prevede la percorrenza, da parte del candidato, della distanza di 1.000 metri piani nel minor tempo possibile.

La prova si intende superata con l’attribuzione del punteggio di 21/30, qualora il candidato
percorra l’intera distanza prefissata in un tempo non superiore a:

  • candidati di genere maschile: 3’55” (235 secondi)
  •  candidati di genere femminile: 4’55” (295 secondi).

Viene attribuito il punteggio di 30/30, qualora il candidato percorra l’intera distanza prefissata in un tempo inferiore o uguale a:

  • candidati di genere maschile: 3’25” (205 secondi)
  • candidati di genere femminile: 4’25” (265 secondi).

Prova di acquaticità

L’ultima prova è composta dagli esercizi di seguito descritti che il candidato deve effettuare
nuotando in piscina per complessivi 25 metri, parte in galleggiamento prono, parte in immersione in apnea, nel rispetto del protocollo di esecuzione, nel minor tempo possibile.

Il campo di svolgimento della prova è costituito da una corsia di piscina lungo la quale, a distanze prestabilite, sono collocati 5 ostacoli, ciascuno dei quali ha larghezza pari a quella
della corsia ed altezza di cm 70. Gli ostacoli, posizionati in modo da avere la parte superiore al livello dell’acqua, sono disposti ortogonalmente alla corsia ed in serie, alle distanze dalla testata di partenza di seguito indicate:

1° ostacolo: a 9 m dalla testata di partenza;
2° ostacolo: a 11 m dalla testata di partenza;
3° ostacolo: a 13 m dalla testata di partenza;
4° ostacolo: a 15 m dalla testata di partenza;
5° ostacolo: a 17 m dalla testata di partenza.

Per quanto riguarda l’esecuzione, il candidato può nuotare con qualsiasi tecnica, ma obbligatoriamente in galleggiamento prono coprendo una distanza di 9 metri.

In prossimità del primo ostacolo, si immerge, oltrepassa in immersione l’ostacolo stesso,
e nuota in apnea coprendo la distanza di 8 metri, riemergendo solo dopo il quinto ostacolo.

Dopo aver superato il quinto ostacolo, il candidato riemerge e nuota per l’ultimo tratto in
galleggiamento prono, in una qualsiasi tecnica (crawl, rana, farfalla, trudgeon, ecc.), come
descritto per la prima fase della prova.

Concorso 300 Vigili del Fuoco: punteggi

Per superare le prove motorio attitudinali, i candidati dovranno riportare un punteggio di almeno 21/30 in ognuna delle fasi descritte nei precedenti paragrafi.

Allegato prove motorie

Concorso 300 Vigili del Fuoco: cosa portare?

Per quanto concerne l’abbigliamento del candidato, sono obbligatori:

  • prova 1 e 2: scarpe ginniche, tuta ginnica, maglietta a mezze maniche o maniche lunghe aderenti e pantaloncini; è facoltativo l’uso di guantini da palestra, protezioni per articolazioni, occhiali ad uso sportivo; è vietato indossare durante le prove anelli, orologi, catenine, collane, orecchini, piercing o altro indumento o accessorio che possa costituire impiglio o intralcio ai movimenti; è vietato l’uso di alcunché possa dare un qualsiasi vantaggio al candidato, come, ad esempio: polsiere con ganci, cerotti (ammessi solo su prescrizione medica), ecc.
  • prova 3: accappatoio, costume da bagno, cuffia e ciabatte da piscina; è facoltativo l’uso di occhialini da piscina e nose-clip (tappanaso a molla); è vietato indossare durante le prove anelli, orologi, catenine, collane, orecchini, piercing o altro accessorio che possa costituire impiglio o intralcio ai movimenti; è vietato l’uso di alcunché possa dare un qualsiasi vantaggio al candidato, come, ad esempio: guanti palmati, mute, “costumoni”, ecc.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome