Home Concorsi pubblici Concorso Giustizia Amministrativa, 23 funzionari presso il Segretariato

Concorso Giustizia Amministrativa, 23 funzionari presso il Segretariato

Elena Bucci
concorso giustizia amministrativa

Indetto un nuovo Concorso Giustizia Amministrativa, per esami, per il reclutamento a tempo pieno ed indeterminato, di 23 unità di personale non dirigenziale in possesso di laurea, da destinare alle esigenze funzionali degli uffici centrali e periferici della Giustizia amministrativa. Il bando integrale è stato pubblicato venerdì sera nella Gazzetta Ufficiale n. 58.

I posti messi a bando sono così distribuiti per profilo professionale:

  • 15 funzionari amministrativi, area III, fascia retributiva F1 (cod. concorso «FUNZAMM»);
  • 8 funzionari informatici, area III, fascia retributiva F1 (cod. concorso «FUNZINF»).

La selezione concorsuale per 23 funzionari segue la pubblicazione del bando per 67 assistenti amministrativi e informatici, rivolto ai candidati in possesso del diploma di maturità.

Concorso Segretariato Giustizia Amministrativa, 67 assistenti diplomati

Nei prossimi paragrafi vediamo nel dettaglio tutti i requisiti necessari per accedere alla procedura concorsuale, come iscriversi e le prove d’esame previste dal bando.

Concorso Giustizia Amministrativa, requisiti

Per avere accesso al concorso indetto dal Segretariato della Giustizia Amministrativa gli aspiranti candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del bando:

  • cittadinanza italiana o cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione europea;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità allo svolgimento delle funzioni da svolgere;
  • qualità morali e condotta incensurabili;
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;
  • età non inferiore a 18 anni.

Inoltre è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio, specifici per ciascun profilo professionale messo a concorso:

  • per funzionario amministrativo (cod. concorso «FUNZAMM»):
    – laurea triennale (L) nelle seguenti classi: scienze dei servizi giuridici (L 14); scienze dell’amministrazione (L 16); scienze dell’economia e della gestione aziendale (L 18); scienze economiche (L 33); scienze politiche (L 36);
    – laurea magistrale (LM), appartenente ad una delle seguenti classi: giurisprudenza (LMG 01); scienze dell’economia (LM 56); scienze economico – aziendali (LM 77); scienze delle pubbliche amministrazioni (LM 63); relazioni internazionali (LM 52); scienze della politica (LM 62);
  • per funzionario informatico (cod. concorso «FUNZINF»):
    – laurea triennale (L) nelle seguenti classi: ingegneria dell’informazione (L 08); scienze e tecnologie fisiche (L 30); scienze e tecnologie informatiche (L 31); scienze matematiche (L 35); scienze statistiche (L 41);
    – laurea magistrale (LM), appartenente ad una delle seguenti classi: fisica (LM 17); informatica (LM 18); ingegneria informatica (LM 32); matematica (LM 40); metodologie informatiche per le discipline umanistiche (LM 43); modellistica matematico-fisica per l’ingegneria (LM 44); sicurezza informatica (LM 66); scienze statistiche (LM 82); scienze statistiche attuariali e finanziarie (LM 83); tecniche e metodi per la società dell’informazione o in data science (LM 91); ingegneria delle telecomunicazioni (LM 27); ingegneria elettronica (LM 29); ingegneria gestionale (LM 31).

Concorso Giustizia Amministrativa, invio domande

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata, a pena di esclusione, secondo lo schema di cui all’Allegato A, a mezzo di posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo [email protected]

L’invio della domanda di ammissione deve essere effettuato entro e non oltre il giorno 21 agosto 2022.

Scarica il bando

Concorso Giustizia Amministrativa, prove d’esame

A seconda del numero complessivo di domande di partecipazione inviate, l’amministrazione del concorso potrà indire una prova preselettiva, consistente nella somministrazione di 60 quesiti, vertenti sulle discipline previste per le prove scritte, da risolvere nel tempo massimo di 60  minuti. Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte alternative, delle quali solo una è esatta.

Le seguenti prove d’esame saranno organizzate come segue:

  • prima prova scritta, a contenuto teorico: consisterà nella stesura di un elaborato sulle seguenti materie:
    – per funzionario amministrativo: diritto amministrativo e/o diritto costituzionale;
    – per funzionario informatico: norme di riferimento in materia di e-government, dematerializzazione, cooperazione informatica e, più in generale, temi trattati dal codice dell’amministrazione digitale; tecniche e metodologie orientate alla modellizzazione di processi, dati e architetture in ambito ICT;
  • seconda prova scritta, a contenuto teorico pratico: consisterà nella stesura di un elaborato sulle seguenti materie:
    – per funzionario amministrativo: diritto processuale amministrativo;
    – per funzionario informatico: elementi di diritto processuale amministrativo, anche con riferimento al processo amministrativo telematico.
  • prova orale: oltre che sulle materie oggetto delle prove scritte, il colloquio verterà anche sulle seguenti: diritto privato; nozioni di diritto penale, limitatamente ai reati contro la pubblica amministrazione, di cui al libro II, titolo II del codice penale; disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione; ordinamento del Consiglio di Stato e dei tribunali amministrativi regionali. Per i candidati per il profilo di funzionario amministrativo (cod. concorso «FUNZAMM») il colloquio orale verterà anche sugli elementi di informatica.

Nel corso della prova orale il candidato sarà sottoposto anche ad esercizi di lettura, traduzione e conversazione, finalizzata alla valutazione della conoscenza della lingua straniera prescelta dal candidato.

Per lo svolgimento delle prove scritte i candidati potranno consultare soltanto i dizionari ed i testi di legge non commentati autorizzati dalla Commissione. L’utilizzo di un testo commentato comporta in ogni caso l’esclusione dal concorso.

Concorso Giustizia Amministrativa, diario prove

Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 6 settembre 2022 sarà pubblicato l’avviso riguardante il calendario e la sede di svolgimento dell’eventuale prova preselettiva o delle prove scritte.

Per ricevere in anteprima tutti gli aggiornamenti, iscriviti al Canale Telegram




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome