Home Concorsi pubblici Concorso Ispettorato Lavoro,1249 assunzioni: diario prove scritte

Concorso Ispettorato Lavoro,1249 assunzioni: diario prove scritte

Elena Bucci
concorso ispettorato del lavoro 2021

*aggiornamento del 30/06/2022: pubblicato il calendario delle prove scritte del Concorso Ispettorato Lavoro sul sito ufficiale del Formez, che si svolgeranno in più regioni nei giorni 11 e 12  luglio 2022 secondo il calendario allegato.

****aggiornamento del 23/06/2022: sul sito ufficiale del Formez è stata pubblicata la delibera relativa alla nomina delle Commissioni esaminatrici del Concorso Ispettorato Lavoro per l’assunzione di 1249 unità di personale.

Scarica la delibera

****aggiornamento dell’11/02/2022: pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 12 dell’11 febbraio 2022 il bando del Concorso Ispettorato del Lavoro, per titoli ed esame, finalizzato reclutamento di un contingente complessivo di 1249 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato da inquadrare nell’area III, posizione economica F1, nei profili di seguito indicati dei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro, secondo la seguente ripartizione:

  • 1.174 posti nel profilo ispettore tecnico (Codice ISP) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’ispettorato nazionale del lavoro;
  • 25 posti nel profilo funzionario area informatica (Codice INF) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’ispettorato nazionale del lavoro;
  • 50 posti nel profilo funzionario socio statistico economico (Codice STAT) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’ispettorato nazionale del lavoro.

Nei prossimi paragrafi vediamo tutti i requisiti richiesti per partecipare, la modalità di invio delle domande di partecipazione e le prove d’esame previste dal bando.


Leggi l’avviso

***aggiornamento del 01/02/2022: il Ministro del Lavoro Andrea Orlando ha annunciato tramite il profilo Facebook istituzionale la pubblicazione imminente del bando del concorso Ispettorato Lavoro. Come si legge nel suo post, infatti:

Nei giorni scorsi i primi 300 funzionari dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro hanno scelto la sede e saranno assegnati entro questa settimana, entro febbraio arriveranno altri 690 ispettori e 131 funzionari per un totale di 1121 nuove assunzioni. Mentre, entro metà febbraio, sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di concorso per l’assunzione di altri 1249 unità tra ispettori, informatici e statistici dell’INL.

***

**aggiornamento del 23/12/2021: è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 301 del 21 dicembre 2021 la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 21 ottobre 2021, n. 146, recante misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili, attraverso cui si autorizza la prossima procedura concorsuale di 1024 assunzioni per l’Ispettorato del Lavoro.

Nell’articolo 13 del decreto si legge che: “l’Ispettorato nazionale del lavoro è autorizzato, per il biennio 2021-2022, a bandire procedure concorsuali pubbliche e, conseguentemente, ad assumere con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, in aggiunta alle facoltà assunzionali previste a legislazione vigente e con corrispondente incremento della vigente dotazione organica, un contingente di personale ispettivo pari a 1.024 unità da inquadrare nell’Area terza, posizione economica F1, del CCNL comparto Funzioni Centrali. A tal fine è autorizzata la spesa di euro 22.164.286 per il 2022 e di euro 44.328.571 a decorrere dal 2023.”

Leggi l’avviso

*aggiornamento del 21/10/2021: Autorizzate nel decreto fiscale, in via di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, 1024 assunzioni a tempo indeterminato per il nuovo Concorso Ispettorato Lavoro 2021. Per ulteriori informazioni circa i requisiti, le modalità di invio delle domande e le prove d’esame previste, occorre attendere la pubblicazione del nuovo bando del concorso.

Nel decreto si legge infatti che “in funzione dell’ampliamento delle competenze l’INL è autorizzato a bandire una procedura concorsuale e ad assumere a tempo indeterminato, con un incremento della dotazione organica, un contingente di personale ispettivo pari a 1.024 unità.”

***

In arrivo il bando ufficiale del nuovo Concorso Ispettorato Lavoro 2021, grazie al quale saranno selezionate 2300 risorse di professionisti come tecnici, ingegneri ed ispettori. La novità concorsuale è stata annunciata nel corso di un incontro tra il Premier Mario Draghi con i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pier Paolo Bombardieri e i Ministri della Pubblica Amministrazione e del Lavoro, Renato Brunetta ed Andrea Orlando.

Per ricevere in anteprima tutti gli aggiornamenti, iscriviti al Canale Telegram

Vediamo le informazioni al momento disponibili sulle nuove assunzioni in programma.

Concorso Ispettorato del Lavoro : requisiti

Per avere accesso alla procedura concorsuale, gli aspiranti candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del bando:

  • cittadinanza italiana;
  • possesso dei seguenti titoli di studio: laurea; diploma di laurea; laurea specialistica; laurea magistrale.
  • età superiore ai 18 anni;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti da un impiego statale;
  • assenza di condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana.

Concorso Ispettorato del Lavoro: posti disponibili

Le risorse da assumere sono 1249 tramite un bando pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, serie concorsi, dell’11 febbraio 2022, di personale non dirigenziale a tempo indeterminato da inquadrare nell’area III, posizione economica F1 nei profili di seguito indicati dei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro.

I profili professionali sono così suddivisi:

  • 1.174 posti nel profilo ispettore tecnico (Codice ISP) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’ispettorato nazionale del lavoro;
  • 25 posti nel profilo funzionario area informatica (Codice INF) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’ispettorato nazionale del lavoro;
  • 50 posti nel profilo funzionario socio statistico economico (Codice STAT) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’ispettorato nazionale del lavoro.

Concorso Ispettorato del Lavoro: come partecipare

La domanda può essere presentata per ciascuno dei codici concorso a partire dall’11 febbraio 2022 alle ore 12,00.

Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando il modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», raggiungibile dalla rete internet all’indirizzo «https://ripam.cloud», previa registrazione del candidato sullo stesso sistema.

Si ricorda, inoltre, che i candidati dovranno essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a loro intestato.

La registrazione, la compilazione e l’invio on-line della domanda devono essere completati entro le ore 14,00 del 14 marzo 2022.

Concorso Ispettorato del Lavoro: prove d’esame

Il concorso sarà  espletato in base alla procedura di seguito indicata, che si articola attraverso:

  • una prova selettiva scritta distinta per i codici di concorso: si svolgerà esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali;
  • la valutazione dei titoli: effettuata solo a seguito dell’espletamento della prova scritta con esclusivo riferimento ai candidati risultati idonei alla prova e sulla base delle dichiarazioni degli stessi, rese nella domanda di partecipazione, e della documentazione prodotta.

Concorso Ispettorato del Lavoro: prova scritta

La prova scritta consiste in un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30  punti e si articolerà come segue:

  • una parte composta da 25 quesiti volta a verificare le conoscenze rilevanti afferenti alle materie indicate nel prossimo paragrafo;
  • una parte composta da 8 quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale;
  • una parte composta da 7 quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo. I quesiti descriveranno situazioni concrete di lavoro, rispetto alle quali si intende valutare la capacità di giudizio dei candidati, chiedendo loro di decidere, tra alternative predefinite di possibili corsi d’azione, quale ritengano più adeguata.

Nel bando si legge che non sarà pubblicata la banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova.

Concorso Ispettorato del Lavoro: materie d’esame

I primi 25 quesiti della prova scritta verteranno sulle materie d’esame distinte a seconda del profilo professionale per cui si concorre, come di seguito indicato.

Profilo ispettore tecnico (Codice ISP):

  • macchine e impianti; scienze delle costruzioni; disciplina in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81);
  • direttiva 2006/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 maggio 2006 relativa alle macchine e che modifica la direttiva 95/16/CE;
  • regolamento (UE) 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 marzo 2016 sui dispositivi di protezione individuale e che abroga la Direttiva 89/686/CEE del Consiglio;
  • normativa sugli ascensori e i generatori di vapore; normativa in materia di radiazioni ionizzanti; elementi di chimica;
  • elementi di diritto del lavoro;
  • lingua inglese;
  • utilizzo delle applicazioni informatiche e dei software più diffusi.

Profilo funzionario area informatica (Codice INF):

  • reti di telecomunicazione, con particolare riferimento alle reti basate su TCP/IP;
  • reti di calcolatori: architetture, protocolli, tecnologie;
  • sicurezza informatica: metodologie, strategie e tecnologie per la mitigazione del rischio; sistemi di elaborazione dati, con particolare riferimento al cloud computing e alle connesse tematiche di sicurezza;
  • piattaforme, infrastrutture, linee guida e indirizzi per la transizione digitale della pubblica amministrazione;
  • organizzazione e gestione della fase di erogazione dei servizi informatici;
  • metodologie di gestione dei progetti in ambito ICT;
  • il ciclo di vita del software – metodologie e metriche; progettazione del software, con particolare riferimento alle metodologie DevOps e Agile;
  • basi di dati, data governance e data science; progettazione di sistemi distribuiti, blockchain e sistemi web; protezione dei dati personali;
  • norme in materia di amministrazione digitale, e-government e dematerializzazione, con particolare riferimento al decreto legisaltivo 7 marzo 2005, n. 82;
  • lingua inglese;

Profilo funzionario socio statistico economico (Codice STAT):

  • statistica;
  • statistica economica;
  • contabilità pubblica;
  • scienze delle finanze;
  • elementi di politica economica;
  • econometria;
  • lingua inglese;
  • utilizzo delle applicazioni informatiche e dei software più diffusi.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome