Home Lavoro Cuneo fiscale 2022, nuovo taglio in arrivo: aumento stipendi e da quando

Cuneo fiscale 2022, nuovo taglio in arrivo: aumento stipendi e da quando

Busta paga più ricca a settembre, ottobre, novembre e dicembre 2022

Chiara Arroi
taglio cuneo fiscale 2022

Presto in busta paga un nuovo aumento di stipendio grazie a un nuovo taglio al cuneo fiscale 2022. Si tratta di una somma che si aggira intorno ai 70-75 euro per i lavoratori dipendenti, ottenuta grazie a nuovi sgravi contributivi allo studio.

Questo nell’ambito delle misure per sostenere cittadini e famiglie italiani alle prese con l’ondata di rincaro prezzi di materie, prime, beni alimentari e carburante.

Diverse sarebbero le ipotesi allo studio, per aumentare i salari dei lavoratori su 4 mesi di busta paga. Obiettivo: mettere più soldi liquidi nelle tasche dei dipendenti e aumentarne, per un determinato periodo di tempo, il potere di acquisto. La misura si aggiunge all’indennità 200 euro una tantum erogata nelle buste paga di luglio 2022 a tutta una platea di cittadini.

Bonus 200 euro dipendenti: ecco il modulo di autocertificazione da compilare

Ricordiamo che già il ministro per lo Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, si è dichiarato a giugno, nell’ambito del Festival dell’Economia di Trento, favorevole a questa misura, sostenendo che: “L’Italia è tra i Paesi con i salari più bassi anche perché lo Stato si porta a casa una buona parte della retribuzione lorda dei lavoratori”, e affermando che il tema del taglio del cuneo “potrebbe ora tornare d’attualità”. 

Quando si parla di cuneo fiscale si fa riferimento all’insieme delle imposte e dei contributi che aziende e lavoratori pagano sul salario erogato/percepito.


Ecco alcune ipotesi sul tavolo per applicare i nuovi aumenti stipendio di circa 70-75 euro con il nuovo taglio al cuneo fiscale 2022.

Nuovo taglio cuneo fiscale: chi ne avrà diritto

Si parla della stessa platea di beneficiari del bonus 200 euro una tantum: quindi lavoratori fino a 35 mila euro di reddito. Si tratta di chi beneficia dell’esonero dello 0,8% dei contributi, destinato a chi dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022 ha una retribuzione non superiore a 2.692 euro al mese.

Cuneo fiscale 2022: come funziona il nuovo taglio

Nulla è ancora certo, e il governo non si è sbilanciato sulle modalità e tempi di attuazione della misura. Ma potrebbe arrivare presto, con il nuovo decreto aiuti a luglio, l’approvazione di un nuovo taglio sul costo del lavoro, dopo il primo taglio al cuneo fiscale introdotto dal governo Conte sugli stipendi del 2021.

Secondo le ipotesi circolanti, il nuovo taglio potrebbe essere applicato secondo una di queste modalità:

  • ipotesi 1: taglio provvisorio del 4% sulle ultime 4 buste paga del 2022 per la fascia di lavoratori con reddito fino a 35 mila euro (beneficiari dell’esonero contributivo dello 0.8%). Tradotto: stipendio di settembre, ottobre, novembre e dicembre di circa 70 euro (di media);
  • ipotesi 2: lo stesso taglio, ma per una fascia di lavoratori con reddito limite di 15 o 20 mila euro.

Gli aumenti impatterebbero in questo modo su 4 buste paga 2022:

  • aumento nella busta paga di settembre 2022
  • aumento nella busta paga di ottobre 2022
  • aumento nella busta paga di novembre 2022
  • aumento nella busta paga di dicembre 2022

Si attende di conoscere come e se la sforbiciata al cuneo fiscale 2022 sarà introdotta nel prossimo decreto aiuti di luglio, allo studio del governo Draghi.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome