Home Concorsi pubblici Concorso Provincia di Trento, 9 posti di Funzionario storico culturale

Concorso Provincia di Trento, 9 posti di Funzionario storico culturale

Tutti i requisiti, come partecipare e le prove d'esame da sostenere

Elena Bucci
concorso provincia di trento

Indetto un nuovo Concorso Provincia di Trento per l’assunzione di 9 Funzionari storico culturali. Le nuove opportunità di lavoro nella regione del Trentino Alto Adige sono rivolte a candidati in possesso di laurea, i quali saranno reclutati con un contratto a tempo pieno e indeterminato, in categoria C.

I 9 posti messi a bando sono così distribuiti:

  • 1 posto per l’indirizzo beni archivistici;
  • 1 posto per l’indirizzo toponomastico;
  • 2 posti per l’indirizzo beni architettonici;
  • 2 posti per l’indirizzo beni librari;
  • 1 posto per l’indirizzo bene etnoantropologici.

Concorso bibliotecario 2022, tutti i bandi pubblicati e come prepararsi

Gli aspiranti candidati potranno inviare le proprie domande di partecipazione fino al 1 luglio 2022. Nei prossimi paragrafi vediamo quali sono i requisiti indispensabili per partecipare, come candidarsi e le prove d’esame previste dal bando.

Di seguito il Manuale per la preparazione del concorso.

Concorso Provincia di Trento: requisiti

Per l’accesso alla procedura concorsuale indetta dalla Provincia di Trento gli aspiranti candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti, alla data di scadenza del bando:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato appartenente all’Unione Europea;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • immunità da condanne che comportino l’interdizione dai pubblici uffici perpetua o
    temporanea per il periodo dell’interdizione, incluse quelle, anche con sentenza non passata in giudicato;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, né essere stati destituiti, licenziati o
    dichiarati decaduti dall’impiego per aver conseguito l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile oppure per lo svolgimento di attività
    incompatibile con il rapporto di lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione;
  • essere disponibile a raggiungere, in caso di assunzione, qualsiasi sede dislocata sul territorio provinciale;
  • per i cittadini soggetti all’obbligo di leva: essere in posizione regolare nei confronti di tale
    obbligo.

Inoltre, è richiesto il possesso di un diploma di laurea appartenente ad una delle seguenti classi di laurea magistrali (o equiparate ai sensi del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca del 9 luglio 2009), come di seguito specificate per ciascun indirizzo:

BENI ARCHIVISTICI

  • LM 5 – Archivistica e biblioteconomia
  • oppure essere in possesso di un qualsiasi diploma di laurea appartenente alle classi di laurea magistrale unitamente al diploma rilasciato dalla Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica presso gli Archivi di Stato o analogo diploma rilasciato dalla Scuola Vaticana di paleografia, diplomatica e archivistica (corso biennale) o diploma di specializzazione biennale o master universitario biennale di secondo livello o dottorato di ricerca in ambito archivistico;

INDIRIZZO TOPONOMASTICO

  • LM 1 – Antropologia culturale ed etnologia
  • LM 2 – Archeologia
  • LM 5 – Archivistica e biblioteconomia
  • LM 10 – Conservazione dei beni architettonici e ambientali
  • LM 11 – Conservazione e restauro dei beni culturali
  • LM 14 – Filologia moderna
  • LM 15 – Filologia, letterature, storia dell’antichità
  • LM 36 – Lingue e letterature dell’Africa e dell’Asia
  • LM 37 – Lingue e letterature moderne europee e americane
  • LM 38 – Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione
  • LM 39 – Linguistica
  • LM 43 – Metodologie informatiche per le discipline umanistiche
  • LM 45 – Musicologia e beni culturali
  • LM 64 – Scienze delle religioni
  • LM 65 – Scienze dello spettacolo e produzione multimediale
  • LM 76 – Scienze economiche per l’ambiente e la cultura
  • LM 78 – Scienze filosofiche
  • LM 80 – Scienze geografiche
  • LM 84 – Scienze storiche
  • LM 89 – Storia dell’arte

BENI ARCHITETTONICI

  • LM 3 – Architettura del paesaggio
  • LM 4 – Architettura e ingegneria edile
  • LM 10 – Conservazione dei beni architettonici e ambientali
  • LM 11 – Conservazione e restauro dei beni culturali
  • LM 89 – Storia dell’arte

BENI STORICO ARTISTICI

  • LM 10 – Conservazione dei beni architettonici e ambientali
  • LM 11 – Conservazione e restauro dei beni culturali
  • LM 43 – Metodologie informatiche per le discipline umanistiche
  • LM 45 – Musicologia e beni culturali
  • LM 76 – Scienze economiche per l’ambiente e la cultura
  • LM 89 – Storia dell’arte

BENI LIBRARI

  • LM 1 – Antropologia culturale ed etnologia
  • LM 2 – Archeologia
  • LM 5 – Archivistica e biblioteconomia
  • LM 10 – Conservazione dei beni architettonici e ambientali
  • LM 11 – Conservazione e restauro dei beni culturali
  • LM 14 – Filologia moderna
  • LM 15 – Filologia, letterature, storia dell’antichità
  • LM 36 – Lingue e letterature dell’Africa e dell’Asia
  • LM 37 – Lingue e letterature moderne europee e americane
  • LM 38 – Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione
  • LM 39 – Linguistica
  • LM 43 – Metodologie informatiche per le discipline umanistiche
  • LM 45 – Musicologia e beni culturali
  • LM 64 – Scienze delle religioni
  • LM 65 – Scienze dello spettacolo e produzione multimediale
  • LM 76 – Scienze economiche per l’ambiente e la cultura
  • LM 78 – Scienze filosofiche
  • LM 80 – Scienze geografiche
  • LM 84 – Scienze storiche
  • LM 89 – Storia dell’arte

BENI ETNOANTROPOLOGICI

  • LM 1 – Antropologia culturale ed etnologia.

Scarica il bando

Concorso Provincia di Trento: come partecipare

La domanda di partecipazione al concorso, a pena di esclusione, deve essere compilata
esclusivamente con modalità on-line tramite CPS, CNS o SPID, collegandosi al portale
istituzionale della Provincia autonoma di Trento: http://www.concorsi.provincia.tn.it/concorsi_indeterminato/-Nuovi/, entro le ore
12 del giorno 1 luglio 2022.

Si ricorda ai candidati che l’iscrizione al concorso prevede il pagamento di 25 euro tramite il sistema PagoPa.

Concorso Provincia di Trento: prove d’esame

A seconda del numero di domande inviate, sarà indetta una prova preselettiva, che consisterà in un questionario a risposta multipla da risolversi in un tempo determinato. La preselezione verterà su uno o più argomenti previsti per la prova scritta relativa all’indirizzo scelto.

La procedura di selezione si articola in due fasi:

  • prova scritta:  sarà articolata in un tema o in una serie di quesiti a risposta multipla o sintetica da risolversi in un tempo determinato e verterà su uno o più degli argomenti indicati nel bando, diversi per ogni profilo professionale;
  • prova orale: verterà su uno o più dei degli argomenti della prova scritta relativi all’indirizzo scelto e inoltre (per tutti gli indirizzi) su uno o più dei seguenti argomenti:
    • attività amministrativa della Provincia autonoma di Trento (l.p. 30 novembre 1992, n. 23);
    • elementi di contabilità della Provincia Autonoma di Trento;
    • elementi sull’ordinamento statutario della Provincia Autonoma di Trento;
    • diritti e doveri dei dipendenti pubblici;
    • elementi sull’ordinamento del personale della Provincia Autonoma di Trento (legge
    provinciale 3 aprile 1997, n. 7 e ss.mm.);
    • nozioni in materia di privacy e trattamento dei dati (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati UE 2016/679);
    • nozioni sul piano per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza della Provincia autonoma di Trento.

Concorso Provincia di Trento: come prepararsi

Per la preparazione consigliamo il seguente volume, diviso in tre sezioni:

  • la prima parte fornisce alcuni cenni sulla storia del libro, analizza il sistema bibliotecario in Italia, in particolare le varie tipologie degli istituti bibliotecari, l’articolazione e le competenze del Ministero per i beni e le attività culturali e le biblioteche degli Enti locali.
    Passa poi in rassegna la normativa in materia di diritto d’autore, illustra i servizi e gli spazi delle biblioteche, la catalogazione e la descrizione bibliografica, l’informatizzazione delle biblioteche. Seguono i capitoli sulla promozione dei servizi della biblioteca (informazione agli utenti, promozione della lettura, biblioteca partecipata, biblioteche per bambini e ragazzi), sulla gestione degli eventi culturali (strumenti del marketing culturale, gestione finanziaria, fundraising) e un utile glossario;
  • la seconda e terza parte espongono in maniera chiara e approfondita alcuni elementi del Diritto amministrativo, in particolare gli atti, i provvedimenti e il procedimento amministrativi, la disciplina del rapporto di pubblico impiego, l’anticorruzione e la trasparenza, la privacy, e l’ordinamento e servizi degli enti locali.

Ogni parte è corredata da una selezione di quiz con risposta commentata per un veloce ripasso e verifica di quanto studiato.

Nella sezione online sono disponibili un’utile Appendice normativa, un simulatore di quiz e eventuali aggiornamenti.

Concorso per Bibliotecario Collaboratore e Istruttore

Teoria e Test per tutte le prove

Il volume si presenta come una guida pratica e aggiornata sulla biblioteconomia, utile per quanti intendono partecipare ai concorsi pubblici per bibliotecari e collaboratori bibliotecari, ma anche per coloro che necessitano di una panoramica sulla formazione professionale e l’organizzazione bibliotecaria nel suo complesso.

 

 

Concorso Provincia di Trento: diario prove

Nel bando si legge che il giorno 5 settembre 2022 saranno pubblicate, per ogni indirizzo, le date e le sedi della preselezione, se effettuata, o la data e la sede della prova scritta del Concorso Provincia di Trento.

Per ricevere in anteprima tutti gli aggiornamenti, iscriviti al Canale Telegram




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome