Home Concorsi pubblici Concorso Roma Capitale per Funzionari tecnici: requisiti e prove

Concorso Roma Capitale per Funzionari tecnici: requisiti e prove

Elena Bucci

E’ stato pubblicato un nuovo bando di Concorso Roma Capitale, destinato alla formazione di un elenco di idonei per assumere, a tempo determinato o indeterminato, figure di Funzionario tecnico, categoria D, presso la Città Metropolitana di Roma Capitale o gli Enti locali che abbiano sottoscritto con essa un accordo.

Gli Enti potranno attingere all’elenco anche se la denominazione del profilo professionale prevista nella propria amministrazione sia differente (ad esempio: “Istruttore Direttivo Tecnico”, “Funzionario Ambientale”) ma sussista comunque corrispondenza tra i requisiti di accesso all’elenco di idonei e quelli specifici che verranno di volta in volta richiesti per attingervi.

Gli aspiranti candidati potranno iscriversi alla selezione fino al 16 giugno 2022, secondo le modalità indicate nei prossimi paragrafi. Di seguito tutte le informazioni utili circa i requisiti e le prove d’esame previste dal bando.

Concorsi Roma Capitale 2022: nuove assunzioni in arrivo

Concorso Roma Capitale, chi partecipa

Per avere accesso alla procedura concorsuale per la formazione di un elenco di idonei, gli aspiranti candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • avere un’età non inferiore ad anni 18 e non superare il limite ordinamentale di età anagrafica previsto dalle norme vigenti per il collocamento a riposo dei dipendenti pubblici;
  • idoneità psico-fisica allo svolgimento di tutte le mansioni esigibili in base al profilo professionale che il candidato è destinato a ricoprire;
  • posizione regolare riguardo all’assolvimento degli obblighi di leva, per i candidati che vi sono soggetti;
  • assenza di cause ostative alla partecipazione alla procedura e, pertanto:
    – non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
    – non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
    – non essere stati licenziati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione a seguito di procedimento disciplinare o di condanna penale;
    – non essere stati dichiarati decaduti da altro impiego pubblico per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
  • assenza di condanne penali e di procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di impiego con le pubbliche amministrazioni;
  • assenza delle cause ostative di cui all’art. 35-bis, comma 1, del D.Lgs. 165/2001;
  • possesso della patente di guida di cat. B, in corso di validità.

Inoltre, il candidato deve essere in possesso di almeno uno tra i seguenti titoli di studio:

  • Diploma di Laurea (vecchio ordinamento) in:
    – Architettura;
    – Ingegneria Civile;
    – Ingegneria Edile;
    – Ingegneria Edile – Architettura;
    – Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio;
    – Ingegneria meccanica;
    – Ingegneria elettrica;
    – Ingegneria elettronica;
    – Pianificazione territoriale e urbanistica;
    – Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale;
    – Politica del territorio;
    – Urbanistica;
  • Laurea Triennale D.M. n. 509/1999 nelle classi:
    – classe 4 – Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile;
    – classe 7 – Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale;
    – classe 8 – Ingegneria Civile e Ambientale;
  • Laurea Triennale D.M. n. 270/2004 nelle classi:
    – classe L-17 – Scienze dell’Architettura;:
    – classe L-23 – Scienze e Tecniche dell’Edilizia;
    – classe L-21 – Scienze Pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale;
    – classe L-7 – Ingegneria Civile e Ambientale;
  • Laurea Specialistica D.M. n. 509/1999:
    – classe 3/S Architettura del paesaggio;
    – classe 4/S – Architettura e Ingegneria Edile;
    – classe 28/S – Ingegneria Civile;
    – classe 38/S – Ingegneria per l’ambiente e il territorio;
    – classe 54/S – Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale;
  • Laurea Magistrale D.M. n. 270/2004:
    – classe LM-3- Architettura del paesaggio;
    – classe LM-4 – Architettura e ingegneria edile – architettura;
    – classe LM-23 – Ingegneria Civile;
    – classe LM-24 – Ingegneria dei sistemi edilizi;
    – classe LM-26 – Ingegneria della Sicurezza;
    – classe LM-29 – Ingegneria Elettronica;
    – classe LM-33 – Ingegneria Meccanica;
    – classe LM-35 – Ingegneria per l’ambiente e il territorio;
    – classe LM-48 – Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale.

Concorso Roma Capitale, come partecipare


La domanda di ammissione alla procedura di formazione dell’elenco di idonei deve essere
presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Selezioni On-line della Città Metropolitana di Roma Capitale.”, raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo:
https://concorsi.cittametropolitanaroma.it/ , previa registrazione del candidato sullo stesso sistema.

La procedura informatica rimarrà attiva fino al 16 giugno 2022.

Scarica il bando

Concorso Roma Capitale, prove d’esame

La verifica dell’idoneità consisterà in una prova scritta volta ad accertare l’attitudine e la capacità del candidato a svolgere le funzioni richieste alla figura professionale, il possesso del grado di professionalità e le competenze necessarie per l’accesso al profilo, nonché le capacità del candidato di applicare le conoscenze possedute rispetto a specifiche situazioni e alla soluzione di casi problematici, di ordine teorico e pratico.

In particolare, la prova, a contenuto teorico-pratico, consisterà nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta chiusa e/o in alcuni quesiti a risposta aperta ai quali dovrà essere data una risposta sintetica e/o nella redazione di un elaborato tecnico o di un progetto, oltre alla verifica della conoscenza della lingua inglese e della conoscenza dell’uso di strumentazioni ed applicazioni informatiche più diffuse (Word, Excel, posta elettronica, PEC, firma digitale, ecc.).

La prova scritta si intende superata, con inserimento nella lista degli idonei, al superamento del punteggio minimo di 21/30, senza alcun ordine di merito.

Concorso Roma Capitale, come prepararsi

Per la preparazione della prova scritta del concorso consigliamo il seguente volume:

main product photo

Concorso Istruttore e Istruttore direttivo Area tecnica Cat. C e D negli Enti locali

Stefano Bertuzzi, Maggioli Editore

Il volume riassume tutti gli argomenti oggetto delle prove previste dai bandi di concorso per i profili professionali di geometra, ingegnere e architetto impiegati presso Comuni e altri Enti locali.
Questa settima edizione tiene conto degli ultimi interventi normativi rilevanti per il settore.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome