Home Concorsi pubblici Concorso Città Metropolitana Milano, 75 Operatori del mercato del lavoro: bando sospeso

Concorso Città Metropolitana Milano, 75 Operatori del mercato del lavoro: bando sospeso

Elena Bucci
concorso città metropolitana milano

*Aggiornamento del 20/05/2022: Con avviso pubblicato sulla sezione concorsi della pagina istituzionale della Città Metropolitana di Milano si informa che il Concorso per 75 Operatori del mercato del lavoro è stato sospeso. Di seguito il testo dell’avviso:

Si avvisa che la procedura è stata sospesa, fino a data da destinarsi. Si prega di non telefonare. Per coloro che si fossero già iscritti e per coloro che avessero già pagato la tassa di iscrizione, seguiranno relative informazioni, ma si precisa che in caso di REVOCA si provvederà a rimborsare la tassa.

Leggi l’avviso

Nuove assunzioni presso il capoluogo lombardo con l’apertura del Concorso Città Metropolitana Milano, indetto con decreto dirigenziale R.G. n. 2722 del 7 aprile 2022, per esami, finalizzato alla copertura di 75 posti, a tempo pieno e indeterminato, di operatore del mercato del lavoro – categoria C1.

Concorsi pubblici 2022, tutti i bandi in arrivo

Nei prossimi paragrafi vediamo tutti i requisiti richiesti per partecipare al concorso, come inviare le candidature e le prove d’esame previste dal bando.

Concorso Città Metropolitana Milano: requisiti


Per avere accesso alla procedura concorsuale della Città Metropolitana di Milano, gli aspiranti candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del bando:

  • godimento dei diritti civili e politici;
  • cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione Europea;
  • i candidati in possesso della cittadinanza italiana devono essere iscritti nelle liste elettorali del Comune di residenza;
  • titolo di studio: Diploma di scuola secondaria di secondo grado (Maturità) rilasciato da Istituti riconosciuti a norma dell’ordinamento scolastico italiano;
  • conoscenza della lingua inglese per integrare la prova orale;
  • non aver riportato condanne penali, né avere procedimenti penali in corso, per i reati
    che comportano la destituzione o la sospensione dai pubblici uffici, oltre che non essere stati sottoposti a misure di prevenzione di cui al D.Lgs. 159/2011;
  • non essere stati destituiti, licenziati o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego nella
    Pubblica Amministrazione, né trovarsi in alcuna condizione di incompatibilità;
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 31/12/1985 ai sensi dell’art. 1 della L. 226/2004;
  • avere un’età non inferiore agli anni 18 e non aver superato l’età prevista dalle vigenti
    disposizioni di legge per il conseguimento della pensione di vecchiaia;
  • aver preso visione integrale del bando di concorso e accettare senza riserva alcuna
    tutte le condizioni contenute nel bando stesso.

Concorso Città Metropolitana Milano: invio domande

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente, a pena di
esclusione, mediante iscrizione on-line, utilizzando l’apposita procedura accessibile al
seguente link: https://concorsi.cittametropolitana.mi.it tramite l’autenticazione con le credenziali SPID entro e non oltre le ore 12 del 6 giugno 2022.

Dopo aver espletato la predetta procedura, il sistema informatico invierà al candidato la

ricevuta di avvenuta presentazione della domanda sulla sua casella PEC.

E’ inoltre richiesto il versamento di una tassa di concorso di 10 euro, tramite sistema di PAGO PA inserito all’interno della procedura di iscrizione.

Scarica il bando

Concorso Città Metropolitana Milano: prove d’esame

Gli esami consisteranno in un’eventuale prova preselettiva, qualora il numero degli iscritti
sia tale da dovervi ricorrere: le modalità di svolgimento saranno rese note con apposito
avviso pubblico.

Seguiranno:

  • prova scritta: sarà a contenuto teorico o teorico-pratico che, a giudizio della Commissione, potrà consistere nella trattazione di un tema, in un elaborato teorico-pratico oppure in quesiti a risposta sintetica (aperta) o a risposta multipla (chiusa) su uno o più argomenti previsti tra le materie indicate nel prossimo paragrafo;
  • prova orale: colloquio vertente sull’analisi e sulla simulazione di un caso pratico, che consenta di verificare le competenze e le attitudini rispetto ai contenuti del profilo ricercato. Sarà accertata anche la conoscenza della lingua inglese e saranno verificate le conoscenze informatiche; per i candidati stranieri si accerterà altresì la conoscenza della lingua italiana.

Saranno dichiarati classificati e inseriti in graduatoria i candidati che, ammessi alla prova
orale, abbiano riportato nella stessa una valutazione di almeno 21/30.

Tutte le comunicazioni relative all’ammissione, al calendario, alla sede e alle modalità di
svolgimento delle prove e agli esiti delle stesse saranno effettuate esclusivamente attraverso il sito istituzionale dell’Ente con un preavviso di almeno 15 giorni.

Concorso Città Metropolitana Milano: materie d’esame

La prova scritta, che si considera superata con un punteggio di almeno 21/30, riguarda le seguenti materie d’esame:

  • elementi di diritto amministrativo, con particolare riferimento in materia di procedimento amministrativo, diritto di accesso e documentazione amministrativa (L.
    241/1990 e s.m.i., D.P.R. 184/2006, D.P.R. 445/2000);
  • principali reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • elementi di diritto pubblico, con particolare riferimento alle disposizioni sulle Città metropolitane (D.Lgs. 267/2000 e s.m.i. e L. 56/2014);
  • elementi della legislazione statale e regionale in materia di servizi al lavoro con
    particolare riguardo al D.Lgs. 150/2015 e al D.L. 4/2019 convertito in L. 26/2019,
    alle LL.RR. 22/2006, 30/2015 e 9/2018;
  • elementi della normativa nazionale e regionale relativa all’inserimento delle persone
    con disabilità con particolare riferimento alla L. 68/99 e L.R. 13/2003;
  • nozioni in materia di servizi ai cittadini ed alle imprese forniti dai Centri per l’Impiego,
    come individuati dal decreto del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali n. 4
    dell’11/1/2018;
  • elementi di teoria delle organizzazioni, con particolare riferimento a modelli organizzativi, organigrammi e definizione delle mansioni per ogni posizione lavorativa e delle competenze necessarie a presidio delle mansioni;
  • elementi di psicologia del lavoro e delle organizzazioni con particolare riferimento a
    teorie e tecniche per l’analisi e la valutazione delle soft skill e delle competenze
    tecnico professionali.

Per ricevere in anteprima tutti gli aggiornamenti, iscriviti al Canale Telegram




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome