Home Concorsi pubblici Concorso Ministero della Giustizia Concorso Ministero Giustizia 2022, 5410 diplomati e laureati: prova scritta entro giugno

Concorso Ministero Giustizia 2022, 5410 diplomati e laureati: prova scritta entro giugno

Elena Bucci
concorso ministero giustizia 2022

****aggiornamento del 03/05/2022: record di candidature per accedere agli Uffici giudiziari: sono circa 72mila le domande inviate per partecipare al Concorso Ministero Giustizia 2022 per l’assunzione di 5410 unità a tempo determinato con profili tecnici e amministrativi.

Secondo gli ultimi aggiornamenti, inoltre, i candidati effettueranno le prove scritte entro il mese di giugno. L’annuncio è stato dato tramite il profilo ufficiale Facebook del Ministero della Giustizia.

 

Il termine ultimo per inviare le proprie candidature al Concorso Ministero Giustizia 2022 è fissato alle ore 14 del  28 aprile.

Nei prossimi paragrafi forniamo tutte le indicazioni utili su come inviare correttamente le domande di partecipazione e come prepararsi alle prove d’esame previste dai bandi.

Per ricevere in anteprima tutti gli aggiornamenti, iscriviti al Canale Telegram


***aggiornamento del 01/04/2022: pubblicati nella Gazzetta Ufficiale del 1 aprile 2022 i due bandi dei Concorsi Ministero Giustizia 2022, che prevedono l’assunzione di:

  • 1660 unità di personale non dirigenziale dell’area funzionale terza, fascia economica F1;
  • 750 unità di personale non dirigenziale dell’area funzionale seconda, fascia economica F2;
  • 3000 unità di personale non dirigenziale dell’area funzionale seconda, fascia economica F1.

Bando 1660 laureati

Bando 3750 diplomati

**aggiornamento del 16/02/2022: secondo gli ultimi aggiornamenti, la Ministra della Giustizia Marta Cartabia, nel corso di un’interrogazione parlamentare, ha annunciato l’arrivo del bando del Concorso Ministero Giustizia 2022 entro aprile.

Nei prossimi paragrafi un approfondimento sui profili professionali richiesti e sulle modalità di svolgimento della procedura concorsuale in attesa della pubblicazione del bando ufficiale.

*aggiornamento del 05/12/2022: sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia è stato pubblicato il Decreto del 16 dicembre 2021, recante l’elenco delle materie oggetto d’esame della prova scritta del concorso, relativamente ad ogni profilo professionale.

Decreto 16 dicembre 2021

In arrivo il bando del nuovo Concorso Ministero Giustizia 2022 per il reclutamento, che avverrà su base distrettuale per titoli e prova scritta, di un totale di 5410 unità di personale, diplomati e laureati, previsto dal Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (Pnrr), con lo scopo di rafforzare l’amministrazione giudiziaria. Ad annunciarlo, un avviso pubblicato sul blog ufficiale del Ministero della Giustizia.

La procedura concorsuale sarà su base distrettuale, dunque quando presenta la domanda di partecipazione al concorso, il candidato indica già il distretto di corte di appello dove andrà a lavorare se risulterà tra i vincitori.

Concorso Ministero Giustizia 2022: posti per laureati

Le figure ricercate per quanto riguarda i profili professionali dei laureati (in triennale, magistrale o diploma di laurea vecchio ordinamento) sono complessivamente 1660, così suddivisi:

  • 180 unità di tecnico IT senior, con laurea in informatica, ingegneria, fisica, matematica, ovvero altra laurea con specializzazione in informatica o equipollenti;
  • 200 unità di tecnico di contabilità senior, con laurea in economia e commercio, scienze politiche o equipollenti;
  • 150 unità di tecnico di edilizia senior, con laurea in ingegneria, architettura o equipollenti;
  • 40 unità di tecnico statistico, con laurea in scienze statistiche, scienze statistiche ed attuariali o equipollenti;
  • 1060 unità di tecnico di amministrazione, con laurea in giurisprudenza, economia e commercio, scienze politiche o equipollenti;
  • 30 unità di analista di organizzazione, con laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio, sociologia, scienze statistiche e demografiche, psicologia indirizzo psicologia del lavoro e delle organizzazioni del lavoro, ingegneria gestionale ed equipollenti.

Concorso Ministero Giustizia 2022: posti per diplomati

Il nuovo Concorso del Ministero della Giustizia prevede anche l’assunzione di 750 tecnici diplomati, nelle figure di:

  • 280 unità di tecnico IT junior, con diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato da Istituto tecnico – settore tecnologico – indirizzo elettronica ed elettrotecnica/informatica e telecomunicazioni o titoli di studio equipollenti;
  • 400 unità di tecnico di contabilità junior, con diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato da Istituto tecnico – settore economico o titoli di studio equipollenti;
  • 70 unità di tecnico di edilizia junior, con diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato da Istituto tecnico – settore tecnologico – indirizzo costruzioni, ambiente e territorio o titoli di studio equipollenti.

Inoltre, è ricercato personale tecnico amministrativo, per un totale di 3mila unità, con contratto a 36 mesi nel ruolo di operatore data entry, a cui si accede con qualunque diploma di istruzione secondaria di secondo grado.

Concorso Ministero Giustizia 2022: invio domande

La domanda deve essere compilata attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando il modulo elettronico sul sistema « Step-one 2019», raggiungibile dalla rete internet all’indirizzo https://ripam.cloud.

La procedura per iscriversi ai concorsi rimarrà attiva fino alle ore 14 del giorno 28 aprile 2022.

Ministero Giustizia, 5410 assunzioni: ecco come partecipare al concorso

Concorso Ministero Giustizia 2022: la procedura

Il reclutamento delle predette figure professionali avverrà mediante una procedura concorsuale composta da:

  • valutazione dei titoli: il punteggio per il voto di laurea/diploma è aumentato del doppio per i laureati/diplomati da non più di sette anni. A parità di merito e titoli, è preferito il candidato più giovane.
  • prova scritta: in presenza, consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla.

Concorso Ministero Giustizia 2022: materie d’esame

La prova scritta avrà per oggetto le seguenti materie, suddivise per profilo professionale:

TECNICO IT SENIOR

  • Gestione e progettazione applicazioni (Project Management e Metodologie Agili; Architetture Software e principi di progettazione; Controllo della qualità del software e metodologie di test);
  • Piattaforme Dati & AI (Sistemi e metodologie di Analisi Dati e Big Data; Progettazione e gestione Database; Intelligenza artificiale);
  • Infrastrutture, Cloud e Sicurezza (Metodologia DevOps e Site reliability engineering – SRE; Virtualizzazione, Container e Architetture Cloud; Sistemi Operativi; Sicurezza Informatica; Reti e connettività);
  • Lingua inglese.

TECNICO IT JUNIOR

  • Gestione e progettazione applicazioni (Project Management e Metodologie Agili; Architetture Software e principi di progettazione; Controllo della qualità del software e metodologie di test);
  • Piattaforme Dati & AI (Sistemi e metodologie di Analisi Dati e Big Data; Progettazione e gestione Database; Intelligenza artificiale);
  • Infrastrutture, Cloud e Sicurezza (Metodologia DevOps e Site reliability engineering – SRE; Virtualizzazione, Container e Architetture Cloud; Sistemi Operativi; Sicurezza Informatica; Reti e connettività);
  • Lingua inglese.

TECNICO DI CONTABILITA’ SENIOR

  • Contabilità di stato;
  • Ragioneria;
  • Lingua inglese.

TECNICO DI CONTABILITA’ JUNIOR

  • Contabilità di stato;
  • Ragioneria;
  • Lingua inglese.

TECNICO DI EDILIZIA SENIOR

  • Tecnica delle costruzioni;
  • Impiantistica;
  • Estimo;
  • Lingua inglese.

TECNICO DI EDILIZIA JUNIOR

  • Estimo;
  • Contabilità dei lavori;
  • Lingua inglese.

TECNICO STATISTICO

  • Basi di dati;
  • Metodi statistici per analisi dei dati;
  • Lingua inglese.

TECNICO DI AMMINISTRAZIONE

  • Diritto amministrativo;
  • Servizi di cancelleria;
  • Lingua inglese.

Concorso Ministero Giustizia, 1060 Tecnici di amministrazione: prova scritta e cosa studiare

ANALISTA DI ORGANIZZAZIONE

  • Progettazione di flussi di lavoro e automazione dei processi;
  • Sistemi di misurazione e valutazione della performance nella P.A.;
  • Piani per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza;
  • Lingua inglese.

OPERATORE DI DATA ENTRY

  • Elementi di informatica;
  • Elementi di diritto pubblico;
  • Lingua inglese.

Segnaliamo il Corso intensivo di Diritto Pubblico, a cura del professor Luigi Tramontano, che aiuterà i candidati nella preparazione alla prova scritta unica, un test di 40 domande a risposta multipla da risolvere in 60 minuti su Diritto pubblico, Elementi di Informatica e Lingua inglese.

Il corso sarà strutturato in 18 lezioni: in ogni lezione il docente illustrerà gli elementi principali di ogni argomento, fornendo, con l’ausilio di mappe concettuali, le chiavi per una rapida ed efficace memorizzazione della materia.

Concorso Ministero Giustizia, 3000 Operatori Data Entry: requisiti, prove e cosa studiare

Concorso Ministero Giustizia 2022: valutazione titoli

Per quanto riguarda la fase di valutazione dei titoli, per i profili di diplomati verranno valutati:

  • il voto di diploma;
  • il possesso di un titolo di laurea;
  • l’abilitazione alla professione (unicamente per i profili di contabili e ingegneri).

Per i profili di laureati, saranno valutati i seguenti titoli di studio:

  • il voto di laurea;
  • master universitari di I e II livello
  • diplomi di specializzazione (DS)
  • dottorato di ricerca (PhD)
  • l’abilitazione professionale (avvocato, ingegnere, contabile).

Concorso Ministero Giustizia 2022: come prepararsi

Per la preparazione della prova scritta del concorso per 3000 Operatori Data Entry, consigliamo il seguente volume:

Concorso 5410 posti Ministero della Giustizia 3000 Operatori Data Entry – Prova scritta

Luigi Tramontano, Luciano Manelli, Maggioli Editore

Il manuale presenta in maniera chiara e approfondita tutte le materie richieste per la preparazione alla prova scritta:
– Elementi di Diritto pubblico;
– Elementi di Informatica;
– Lingua inglese (quiz).

 

Per il profilo di Tecnico di Amministrazione, invece, consigliamo lo studio di questo manuale dedicato:

Concorso 5410 posti Ministero della Giustizia 1060 Tecnici di amministrazione – Prova scritta

Luigi Tramontano, Maggioli Editore

Il manuale presenta in maniera chiara e approfondita tutte le materie richieste per la preparazione alla prova scritta:
– Diritto amministrativo,
– Servizi di cancelleria,
– Lingua inglese (quiz).




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome