Home Economia Doppia laurea, via libera dal Parlamento: cosa cambia

Doppia laurea, via libera dal Parlamento: cosa cambia

doppia-laurea-cosa-cambia

Nella giornata del 6 aprile è stato approvato definitivamente al Senato, con 178 sì, 4 astenuti e 5 voti contrari, il disegno di legge recante “Disposizioni in materia di iscrizione contemporanea a due corsi di istruzione superiore“. In poche parole, il Parlamento ha dato il via libera alla legge che permetterà di perseguire nello stesso periodo una doppia laurea, dando la possibilità di iscriversi a due corsi di laurea contemporaneamente.

Dal prossimo anno accademico, quindi, indipendentemente dall’ambito scelto, ci si potrà iscrivere a due corsi della stessa Università ma anche di due atenei diversi, o anche a corsi AFAM, Alta formazione artistica, musicale e coreutica, anche a numero programmato. Non sarà però possibile iscriversi a due corsi di laurea appartenenti alla stessa classe o a due corsi di specializzazione medica.

La ministra dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, ha così commentato la decisione del Parlamento:

L’approvazione di questo provvedimento rappresenta un grande risultato che consente al nostro Paese di fare un passo in avanti nella formazione universitaria, in linea con il contesto internazionale. Vorrei prima di tutto ringraziare i parlamentari per la loro determinazione nel portare fino in fondo questo lavoro. Garantiamo così ai giovani di poter avere anche questa opzione, che una legge del 1933 rendeva impossibile.

La norma che vietava l’iscrizione a due corsi in contemporanea è proprio del 1933 e si trova all’interno del Regio Decreto n.1592/1933, in particolare l’articolo 142.


Vediamo quindi come funzionerà, e cosa prevede la nuova legge sulla doppia laurea.

Leggi anche “Family Act è legge: congedi parentali, incentivi, tutte le misure”

Doppia laurea: cosa prevede la nuova legge

L’articolo 1 della nuova legge sulla doppia laurea recita al comma 1:

Ciascuno studente può iscriversi contemporaneamente a due diversi corsi di laurea, di laurea magistrale o di master, anche presso più università, scuole o istituti superiori ad ordinamento speciale.”

Prosegue poi il comma 3:

È altresì consentita l’iscrizione contemporanea a un corso di laurea o di laurea magistrale e a un corso di master, di dottorato di ricerca o di specializzazione, ad eccezione dei corsi di specializzazione medica, nonché l’iscrizione contemporanea a un corso di dottorato di ricerca o di master e a un corso di specializzazione medica.

L’iscrizione contemporanea è consentita sia presso atenei italiani che presso istituzioni italiane ed estere. La facoltà di iscriversi a due corsi si applica anche ai corsi AFAM: sarà possibile essere iscritti sia a due corsi AFAM contemporaneamente che a un corso AFAM e a un corso universitario.

Doppia laurea: quando non è possibile

Non sarà possibile iscriversi contemporaneamente a due corsi di laurea o di laurea magistrale appartenenti alla stessa classe, né allo stesso corso di master, neanche presso due diverse università, scuole o istituti superiori ad ordinamento speciale.

Non è inoltre consentita l’iscrizione contemporanea allo stesso corso di studio presso
due istituzioni dell’AFAM italiane ovvero italiane ed estere. Un altro divieto, come abbiamo visto in precedenza, riguarda l’iscrizione contemporanea a due corsi di specializzazione medica.

Doppia laurea: diritto allo studio

L’articolo 3 della legge sulla doppia laurea prevede che “Lo studente che si iscrive contemporaneamente a due corsi di studio […] beneficia, alle condizioni previste dalla normativa vigente, degli strumenti e dei servizi a sostegno del diritto allo studio per una sola iscrizione, eletta dallo studente medesimo, fermo restando l’esonero, totale o parziale, dal versamento del contributo onnicomprensivo annuale, che si applica a entrambe le iscrizioni, in presenza dei requisiti previsti.

In poche parole, lo studente che si iscrive a due corsi potrà beneficiare di una sola borsa di studio e delle agevolazioni di un solo Ateneo, come gli alloggi. Diversa la questione delle tasse universitarie: se uno studente è in possesso dei requisiti ISEE richiesti potrà beneficiare dell’esonero totale o parziale delle tasse in entrambe le Università.

Non è comunque escluso che i singoli Atenei possano stabilire ulteriori agevolazioni per chi è iscritto a due corsi in contemporanea, in base all’autonomia di cui questi godono.

Doppia laurea: monitoraggio

La nuova legge prevede che entro quattro mesi dalla conclusione del terzo anno accademico successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore, il Ministro dell’università e della ricerca presenta alle Camere una relazione sullo stato di attuazione della legge e una valutazione dell’impatto della medesima, anche sulla base dei rapporti che le università e le istituzioni dell’AFAM trasmettono annualmente al Ministero
dell’università e della ricerca.

Solo allora si conosceranno con certezza gli effetti della nuova legge e quanti studenti e studentesse avranno intrapreso un percorso con doppia laurea in contemporanea.

Doppia laurea: decreti e istruzioni in arrivo

Si legge al comma 2 dell’articolo 4 della legge sulla doppia laurea che:

Con decreto del Ministro dell’università e della ricerca, da adottare, ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono stabiliti, ferma restando l’autonomia delle università, i criteri in base ai quali è consentita l’iscrizione contemporanea a due corsi universitari con accesso a numero programmato a livello nazionale.

Non solo, sempre entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge (che deve ancora essere pubblicata nella Gazzetta Ufficiale), un decreto del Ministro dell’università e della ricerca dovrà fissare tutti i criteri per l’iscrizione contemporanea a due corsi. Verrà potenziato il Fascicolo Elettronico dello Studente prevedendo l’accesso tramite SPID, CIE o CNS.

Si attende dunque l’arrivo delle nuove istruzioni per conoscere con esattezza tutti i criteri per l’iscrizione in contemporanea a due corsi di laurea, mentre ogni Ateneo avrà comunque una certa autonomia per quanto riguarda la questione del diritto allo studio.

Scarica il testo della legge sulla doppia laurea in pdf




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome