Home Concorsi pubblici Concorsi Arpal Puglia, 77 diplomati e laureati: come partecipare

Concorsi Arpal Puglia, 77 diplomati e laureati: come partecipare

Elena Bucci
concorsi arpal puglia

Nuovi Concorsi Arpal Puglia: nella Gazzetta Ufficiale n. 19 dell’8 marzo 2022, infatti, sono stati pubblicati gli estratti relativi agli otto bandi di concorso indetti dall’Agenzia regionale politiche attive del lavoro (ARPAL) della regione Puglia. Tali selezioni pubbliche sono finalizzate alla copertura di 77 posti di personale laureato e diplomato, suddivisi in profili amministrativi, tecnici e specialistici per il diritto del lavoro.

Per ricevere in anteprima tutti gli aggiornamenti, iscriviti al Canale Telegram

Nei prossimi paragrafi approfondiamo tutti i requisiti richiesti per partecipare ai concorsi, le modalità di invio della domanda e le prove previste.

Concorsi Arpal Puglia: profili professionali

I 77 posti messi a concorso sono così distribuiti nei vari profili professionali ricercati attraverso la selezione:

  • 11 unità di Analista Mercato del Lavoro, cat. D1
  • 12 posti di Tecnico informatico, cat. C
  • 18 posti di Istruttore amministrativo, cat. C
  • 8 unità di Specialista informatico Statistico, cat. D1
  • 6 unità di Specialista orientatore, cat. D1
  • 11 posti di Tecnico informatico statistico, cat. C
  • 10 posti di Addetto all’accoglienza/orientamento, cat. C
  • 12 posti di Collaboratore amministrativo, cat. B.

Concorsi Arpal Puglia: requisiti

Per avere accesso alla procedura concorsuale, i candidati devono essere in possesso, alla data di scadenza del bando, dei seguenti requisiti generali:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea. Possono altresì
    presentare domanda i familiari dei cittadini italiani non aventi la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, che siano tuttavia titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, i cittadini di Paesi terzi che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria ovvero titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  • godimento dei diritti civili e politici o non essere incorsi in alcuna delle cause che ne
    impediscano il possesso;
  • idoneità fisica all’impiego ed allo svolgimento delle funzioni relative allo specifico profilo,
    senza limitazioni o prescrizioni, ovvero compatibilità dell’eventuale handicap e delle residue capacità lavorative con le specifiche mansioni da svolgere;
  • non essere privo della vista in considerazione delle mansioni proprie del profilo professionale che prevede l’utilizzo di videoterminali (art. 1 della Legge n. 120/1991);
  • essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva o di servizio militare (per i
    candidati di sesso maschile nati entro il 31/12/1985);
  • non aver riportato condanne penali (anche in caso di amnistia, indulto, perdono giudiziale o non menzione) e non avere carichi pendenti (procedimenti penali in corso di istruzione o pendenti per il giudizio) che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione;
  • non essere incorsi nella destituzione o licenziamento per motivi disciplinari;
  • età non inferiore agli anni 18 e non superiore ai limiti previsti dalla vigente legislazione per il mantenimento in servizio.

Inoltre i candidati devono essere in possesso del seguente titolo di studio, distinto a seconda del profilo professionale per cui si concorre:

  • per tutti i profili in categoria C: Diploma di scuola secondaria di secondo grado, conseguito previo superamento di un corso di studi di durata quinquennale e che consenta l’accesso a studi universitari;
  • per tutti i profili in categoria D: Laurea almeno triennale. Si rimanda, per ciascun profilo specifico, ai bandi ufficiali.

Scarica i bandi

Concorsi Arpal Puglia: invio domande

La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere presentata esclusivamente per via
telematica, utilizzando il form-on line presente sul sito internet
https://arpal.regione.puglia.it; ed accessibile attraverso SPIO.

La procedura per iscriversi rimarrà attiva fino al giorno 7 aprile 2022.

Inoltre, alla domanda di partecipazione compilata unicamente online, scaricata, sottoscritta e caricata nella procedura telematica, dovranno, ai fini dell’ammissione ed a pena di esclusione, essere allegati, previa scannerizzazione in formato POF leggibile:

  • copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità;
  • ricevuta di avvenuto pagamento del contributo di partecipazione al concorso pari ad euro 10 con pagamento da effettuare attraverso pagoPA al link
    https://pagopa.rupar.puglia.it/pa/public/richiesta Paga mentoSpontaneo.htm l?codTipo= T ASSA_CONCORSO causale concorso “COGNOME-NOME- Concorso, per esami, per n. 12 posti a tempo indeterminato di Collaboratore amministrativo, cat. 83, (cod. 83_ T. Ind._ColI.Amm.vi)”.

Decreto Milleproroghe, via la prova orale: quali concorsi sono coinvolti

Concorsi Arpal Puglia: prove d’esame

Le procedure selettive dei Concorsi Arpal Puglia prevedono l’espletamento delle seguenti fasi:

  • una eventuale prova preselettiva (prevista unicamente per i bandi di: Specialista orientatore, Addetto all’accoglienza/orientamento, Collaboratore amministrativo): consisterà in un test a risposta multipla atta a rilevare prevalentemente la conoscenza delle materie d’esame indicate nei rispettivi bandi di concorso;
  • una prova scritta che sarà volta ad accertare e valutare le conoscenze, le competenze teorico-professionali e le capacità possedute dal candidato in relazione alle caratteristiche e alle peculiarità specifiche del profilo da ricoprire, nonché la conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse, mediante la somministrazione di quesiti a scelta multipla nelle materie indicate nei bandi;
  • una prova orale (prevista solo per i bandi di: Specialista orientatore, Addetto all’accoglienza/orientamento, Collaboratore amministrativo): consisterà nella verifica del grado di conoscenza delle materie posseduto dal candidato, nonché nell’accertamento delle sue capacità di fare collegamenti, di contestualizzare le conoscenze e utilizzarle per risolvere i problemi. Inoltre, durante la prova orale si procederà altresì ad accertare la conoscenza della lingua inglese attraverso la lettura e la traduzione di un testo fornito dalla Commissione, e la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
  • valutazione dei titoli di servizio e di studio.

Concorsi Arpal Puglia: come prepararsi

Per la preparazione del concorso consigliamo il seguente volume, che si concentra sul pubblico Impiego materia d’esame in tutti i concorsi pubblici.

Una sorta di guida operativa indispensabile per affrontare la grande riforma della pubblica amministrazione necessaria per dare attuazione al Piano nazionale di ripresa e resilienza i cui fattori centrali sono, tra l’altro, proprio la formazione, l’organizzazione, la valorizzazione e la responsabilizzazione delle risorse umane.

Facendo leva su un forte ricorso all’innovazione tecnologica, il legislatore ha gettato le basi per una generale riforma in senso efficientistico della macchina amministrativa colmando il divario con i partner europei e avvicinando un po’ di più il cittadino alle istituzioni.

Il lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione

Luigi Tramontano, Maggioli Editore

Questa nuova iniziativa editoriale di carattere monografico nasce con l’intento di fornire ai lettori un “focus” di approfondimento su quelle materie settoriali oggetto delle prove selettive (e talvolta anche preselettive) richieste dai bandi di concorso per l’assunzione nella pubblica amministrazione.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome