Home Concorsi pubblici Concorsi Ripam Concorso MEF 2022, 296 posti a tempo indeterminato: rettifica in Gazzetta

Concorso MEF 2022, 296 posti a tempo indeterminato: rettifica in Gazzetta

Elena Bucci
concorso mef 2022

*aggiornamento del 18/01/2022: Nella Gazzetta Ufficiale n. 5 del 18 gennaio 2022 è stato pubblicato l’avviso di modifica del bando del Concorso MEF 2022, per titoli ed esami, finalizzato alla copertura di complessivi 300 posti di personale non dirigenziale di area terza, a tempo indeterminato, da inquadrare nei ruoli del Ministero dell’economia e delle finanze. Si legge nell’avviso che a causa di un errore del Ministero sono stati conteggiati 4 posti in più da assegnare alla Provincia Autonoma di Bolzano, che necessitano di una procedura separata. Per questo motivo i posti vengono ridotti e passano da 300 a 296.

Leggi l’avviso

I 296 posti messi quindi a disposizione dal bando sono così divisi nei seguenti profili e codici professionali:

  • 198 unità nel profilo di collaboratore amministrativo-contabile (Codice CONT) da destinare alle Ragionerie territoriali dello Stato;
  • 58 unità nel profilo di collaboratore tributario (Codice TRIB) da destinare agli Uffici di segreteria delle Commissioni Tributarie;
  • 40 unità nel profilo di collaboratore amministrativo (Codice AMM) da destinare al Dipartimento dell’amministrazione generale, del personale e dei servizi, sede di Roma.

Concorso Ripam 2293 diplomati, bando in Gazzetta

Vediamo ora nel dettaglio tutti i requisiti richiesti, come partecipare alla procedura concorsuale e le prove d’esame previste dal bando.

Concorso MEF 2022: requisiti

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti, che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini per la presentazione della domanda di partecipazione, nonché al momento dell’assunzione in servizio:

  • cittadinanza italiana o di uno dei paesi membri dell’Unione Europea;
  • età non inferiore ai diciotto anni;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana.

E’ inoltre richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea triennale;
  • diploma di laurea;
  • laurea specialistica;
  • laurea magistrale.

Concorso MEF 2022: come partecipare

La domanda può essere presentata per ciascuno dei codici concorso a partire dal giorno 7 gennaio 2022 alle ore 12,00.


Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando il modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», raggiungibile dalla rete internet all’indirizzo «https://ripam.cloud», previa registrazione del candidato sullo stesso sistema.

Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato. La registrazione, la compilazione e l’invio on-line della domanda devono essere completati entro le ore 14,00 del 7 febbraio 2022.

Concorso MEF 2022: procedura selettiva

La procedura selettiva del Concorso MEF 2022 per l’assunzione di 296 unità di personale laureato si articolerà in due fasi, come di seguito:

  • una prova selettiva scritta;
  • valutazione dei titoli.

Consulta il bando

Concorso MEF 2022: prova scritta

La prova scritta consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in sessanta minuti, con un punteggio massimo attribuibile di trenta punti e si articolerà come segue. La prima parte sarà composta da 25 quesiti, volti a verificare le conoscenze rilevanti afferenti alle seguenti materie:

  • Profilo collaboratore amministrativo-contabile (Codice CONT): Contabilità di Stato e degli enti pubblici; Ragioneria generale ed applicata; Politica economica; Elementi di statistica; Diritto amministrativo ed elementi di diritto dell’UE; Scienza delle finanze.
  • Profilo collaboratore tributario (Codice TRIB): Diritto tributario; Elementi di diritto pubblico e amministrativo e normativa in materia di protezione dei dati personali; Elementi di diritto civile e procedura civile; Elementi di Diritto dell’UE; Diritto processuale tributario e ordinamento giudiziario tributario; Contabilità di Stato e degli enti pubblici.
  • Profilo collaboratore amministrativo (Codice AMM): Disciplina del rapporto di lavoro pubblico, organizzazione e management delle pubbliche amministrazioni; Diritto amministrativo con particolare riferimento agli appalti e alla contrattualistica pubblica; Elementi di Diritto dell’UE; Contabilita’ di Stato e degli enti pubblici; Normativa in materia di trasparenza, prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalita’ nella pubblica amministrazione; Normativa in materia di protezione dei dati personali.

A seguire ci sarà una parte composta da 8 quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale.

Infine, una parte composta da 7 quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo. I quesiti descriveranno situazioni concrete di lavoro, rispetto alle quali si intende valutare la capacità di giudizio dei candidati, chiedendo loro di decidere, tra alternative predefinite di possibili corsi d’azione, quale ritengano più adeguata.

In tutti i casi sarà valutata anche la conoscenza della lingua inglese (Livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento) e l’utilizzo delle applicazioni informatiche e dei software più diffusi.

Concorso MEF 2022: valutazione titoli

La valutazione è effettuata sulla base dei titoli dichiarati dai candidati nella domanda di ammissione al concorso. Ai titoli di studio è attribuito un valore massimo complessivo di 10  punti sulla base dei seguenti criteri:

  • 1,5 punti per votazione da 107 a 110 con riferimento al voto di laurea relativo al titolo di studio conseguito con miglior profitto nell’ambito di quelli utili per l’ammissione al concorso;
  • ulteriori 0,5 punti in caso di votazione con lode conseguita per il titolo di cui al punto precedente;
  • 0,5 punti per ogni laurea specialistica e magistrale che sia il naturale proseguimento della laurea triennale indicata quale requisito ai fini della partecipazione ovvero per la laurea a ciclo unico;
  • 0,5 punti per ogni laurea ulteriore rispetto al titolo di studio utile per l’ammissione al concorso, con esclusione di quelle propedeutiche alla laurea specialistica o laurea magistrale già dichiarata;
  • 1 punto per ogni diploma di laurea, laurea specialistica o laurea magistrale, ulteriori rispetto al titolo di studio utile per l’ammissione al concorso;
  • 0,5 punti per ogni master universitario di primo livello rilasciato da università pubbliche o private legalmente riconosciute;
  • 1,5 punti per ogni master universitario di secondo livello rilasciato da università pubbliche o private legalmente riconosciute.

Quiz di logica per concorsi pubblici: tutte le tipologie ed esempi

Concorso MEF 2022: come prepararsi

Per la preparazione delle prove di logica e ai test psicoattitudinali del concorso, consigliamo il seguente volume, il quale raccoglie quiz delle seguenti tipologie:
› ragionamento astratto; › comprensione verbale; › ragionamento verbale; › ragionamento critico verbale; › logica deduttiva; › problem solving; › ragionamento numerico; › ragionamento numerico deduttivo; › ragionamento critico numerico.

All’interno delle prove ufficiali sono presenti anche quiz di altre materie di cui sono fornite le risposte esatte.

Ad ogni quiz di logica di tutte le prove è collegata una video-lezione di Giuseppe Cotruvo con la spiegazione della giusta tecnica di risoluzione.

Quiz di Logica RIPAM – Test ufficiali per superare la prova preselettiva

Giuseppe Cotruvo, Maggioli Editore

 

 

 

 

 

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome