Home Concorsi pubblici Concorsi Ripam Concorso Ripam 2293 diplomati, tutti i requisiti per partecipare

Concorso Ripam 2293 diplomati, tutti i requisiti per partecipare

Elena Bucci
concorso ripam 2293 diplomati

Attiva dal 7 gennaio 2022 la procedura telematica per inviare la propria domanda di partecipazione al Concorso Ripam 2293 diplomati: sarà possibile candidarsi fino al 7 febbraio.

Il bando del maxi concorso è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 104 del 31 dicembre 2021, ed è finalizzato la copertura di complessivi 2293 posti di personale non dirigenziale di area seconda, a tempo indeterminato, da inquadrare nei ruoli delle seguenti amministrazioni:

  • Presidenza del Consiglio dei ministri,
  • Ministero dell’economia e delle finanze,
  • Ministero dell’interno,
  • Ministero della cultura,
  • Avvocatura dello Stato.

Concorso Ripam 2293 diplomati, bando in Gazzetta

Nei prossimi paragrafi forniamo un approfondimento su tutti i requisiti richiesti per partecipare alla procedura concorsuale e come produrre la domanda di partecipazione per i profili professionali ricercati. Di seguito il Manuale per la preparazione della prova scritta.

Concorso Ripam 2293 diplomati: profili professionali

I 2293 posti messi a concorso sono suddivisi per profilo e codice professionale nelle seguenti sedi amministrative:

  • 1250 unità di operatore amministrativo/assistente amministrativo/assistente amministrativo gestionale (Codice AMM), di cui:
    – 100 da assegnare al Ministero dell’economia e delle finanze, da destinare agli uffici centrali (Area II-F2);
    – 756 da assegnare al Ministero dell’interno da destinare agli uffici centrali e periferici (Area II-F2);
    – 334 da assegnare al Ministero della cultura (Area II-F2);
    – 60 da assegnare all’Avvocatura dello Stato (Area II-F2);
  • 464 unità di assistente di settore scientifico tecnologico/operatore amministrativo informatico/assistente informatico (Codice INF), di cui:
    – 20 da assegnare alla Presidenza del Consiglio dei ministri (Categoria B-F3);
    – 56 da assegnare al Ministero dell’economia e delle finanze, uffici centrali (Area II-F2);
    – 268 da assegnare al Ministero dell’interno da destinare agli uffici centrali e periferici (Area II-F2);
    – 100 da assegnare al Ministero della cultura (Area II-F2);
    – 20 da assegnare all’Avvocatura dello Stato (Area II-F2);
  • 579 unità di assistente amministrativo contabile/operatore amministrativo contabile/assistente economico-finanziario (Codice ECO), di cui:
    – 80 da assegnare alla Presidenza del Consiglio dei ministri (Categoria B-F3);
    – 274 da assegnare al Ministero dell’economia e delle finanze, uffici centrali e Ragionerie territoriali dello Stato, varie sedi (Area II-F2);
    – 205 da assegnare al Ministero dell’interno da destinare agli uffici centrali e periferici (Area II-F2);
    – 20 da assegnare all’Avvocatura dello Stato (Area II-F2).

Concorso Ripam 2293 diplomati:  riserve

Come si legge nel bando, il 30 per cento dei posti è riservato ai volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, ai volontari in servizio permanente, nonché agli ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta.

Concorso Ripam 2293 diplomati:  requisiti

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti, che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini per la presentazione della domanda di partecipazione, nonché al momento dell’assunzione in servizio:

  • cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione europea;
  • età non inferiore ai diciotto anni;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce. Tale requisito sarà accertato prima dell’assunzione all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d), del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3 e ai sensi delle corrispondenti disposizioni di legge e dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana.

Per quanto riguarda il titolo di studio richiesto, sarà sufficiente il possesso del diploma di istruzione secondaria di II grado conseguito presso un istituto statale, paritario o legalmente riconosciuto. I candidati in possesso del titolo di studio rilasciato da un Paese dell’Unione europea o da uno Paese terzo sono ammessi alle prove concorsuali, purché il titolo sia stato dichiarato equivalente con provvedimento della Presidenza del Consiglio dei ministri.


Inoltre, nel bando si legge che ai candidati destinati a ricoprire i posti disponibili presso la Presidenza del Consiglio dei ministri e il Ministero dell’interno sarà richiesto il possesso della cittadinanza italiana e della condotta incensurabile ai sensi dell’art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. Quest’ultimo requisito è indispensabile anche per coloro che ricopriranno i posti disponibili presso l’Avvocatura dello Stato. 

Sono inoltre ammessi i familiari di cittadini italiani o di un altro Stato membro dell’Unione europea, che non abbiano la cittadinanza di uno Stato membro, ma che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché i cittadini di Paesi terzi titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria.

Concorso Ripam 2293 diplomati: come partecipare

Per partecipare al concorso, il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando il modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», raggiungibile dalla rete internet all’indirizzo «https://ripam.cloud/», previa registrazione sullo stesso sistema. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.

La registrazione, la compilazione e l’invio on-line della domanda devono essere completati entro le ore 14,00 del 7 febbraio 2022.

Consulta il bando

Concorso Ripam 2293 diplomati: come prepararsi

Per la preparazione della prova scritta del concorso consigliamo lo studio del seguente volume, diviso in due sezioni:

  • la prima propone una trattazione teorica sulle materie specifiche relative al profilo dei 1250 operatori e assistenti, ovvero:
    – Elementi di diritto amministrativo;
    – Norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, doveri e diritti dei pubblici dipendenti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;
    – Elementi di diritto dell’Unione europea;
    – Elementi di diritto penale con riguardo ai reati contro la PA;
    – Elementi di contabilità di Stato e degli enti pubblici;
  • la seconda parte presenta una sezione di quiz di logica con una selezione di prove ufficiali assegnate in recenti Concorsi RIPAM contenenti quiz di logica, alle quali sono collegate delle nuove videolezioni di Giuseppe Cotruvo con la spiegazione della giusta tecnica di risoluzione.

Segue una parte dedicata ai test situazionali con una breve guida teorica e una rassegna di casi pratici svolti e commentati.

Inoltre, nella sezione online collegata, sono disponibili:
– quiz di lingua inglese;
– teoria e quiz di informatica;
– videolezioni di logica a cura di Giuseppe Cotruvo;
– simulatore di quiz con tutte le materie richieste dal bando.

Concorso 2293 RIPAM (G.U. 31/12/2021, n. 104) 1250 Operatori e Assistenti amministrativi e gestionali (Cod. AMM)

Gianluca Cottarelli, Stefano Bertuzzi, Cotruvo Giuseppe, Luigi Tramontano

Il volume si presenta come utilestrumento di preparazione alla prova scritta unica del Concorso RIPAM per 2293 posti, in particolare per il profilo dei 1250 operatori e assistenti amministrativi/gestionali (Codice AMM), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2021 n. 104.

>> Disponibile anche su Amazon <<

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome