Home Economia Manovra 2022, fiducia anche alla Camera: dall’Irpef al bonus tv, tutte le...

Manovra 2022, fiducia anche alla Camera: dall’Irpef al bonus tv, tutte le novità

manovra-2022-emendamento-governo

La Manovra 2022 si appresta a diventare legge. Dopo la fiducia al Senato del 23 dicembre, infatti, nella notte del 29 dicembre è arrivata anche la riconferma della fiducia alla Camera, con 414 voti favorevoli e con 47 voti contrari, sull’approvazione, senza emendamenti, subemendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo 1 del disegno di legge di Bilancio.

Dal taglio di Irpef e Irap ai nuovi aiuti contro l’aumento delle bollette, dal rifinanziamento del bonus tv alle nuove norme su patent box e alle misure in sostegno dei danni causati dagli incendi in Sicilia, Sardegna, Calabria e Molise, sono diverse le novità presentate in Senato per la Legge di Bilancio. Tra le misure, c’è spazio anche per il Giubileo del 2025.

Dati i tempi stretti per l’approvazione, la Camera non ha potuto far altro che approvare il ddl così come arrivato dal Senato, senza nessuna modifica.

Vediamo quindi tutte le novità inserite nella Manovra 2022 dopo la fine dei passaggi parlamentari.

Legge di bilancio 2022: nuova Irpef, Superbonus, caro bollette, pensioni. Ultime news

Manovra 2022: riforma dell’Irpef

La revisione dell’Irpef era già presente del Ddl Bilancio presentato al Senato, ma il Governo ha introdotto delle novità. Arriva il nuovo sistema delle aliquote divise per scaglioni di reddito, ovvero:

  • aliquota al 23% per la fascia di reddito fino a 15 mila euro,
  • aliquota al 25% per la fascia di reddito 15-28mila euro
  • aliquota al 35% per la fascia di reddito 28-50mila
  • aliquota al 43% per i redditi superiori a 50mila euro.

Il Governo interviene inoltre sulle detrazioni, aumentandone l’importo e ampliando le fasce di reddito per le quali queste spettano. Resta il Bonus Irpef di 100 euro, ma solo per i redditi fino a 15mila euro, mentre per i redditi compresi tra 15 e 28 mila euro il bonus rimane a condizione che la somma delle detrazioni spettanti sia superiore all’ammontare dell’imposta lorda. Questo servirà a evitare che i contribuenti in questa fascia di reddito si ritrovino brutte sorprese con le novità introdotte e con l’addio al bonus.

Le addizionali comunali e regionali vengono differite al 31 marzo 2022.

Riforma Irpef 2022: calcolo del risparmio netto per ogni fascia di reddito

Manovra 2022: addio all’Irap


Vengono stanziati 1,2 miliardi per lo stop all’Irap per alcune categorie di lavoratori, in particolare per le persone fisiche esercenti attività commerciali ed esercenti arti e professioni “di cui alle lettere b) e c) del comma 1 dell’articolo 3 del decreto legislativo numero 446 del 1997.

Viene inoltre istituito un Fondo con una dotazione di 192 milioni di euro annui per compensare Regioni e Province autonome della perdita di gettito dovuta allo stop all’imposta. Lo stop riguarderà circa 835mila lavoratori autonomi.

Manovra 2022: rifinanziamento bonus tv

Altri 68 milioni di euro verranno stanziati nel 2022 per il rifinanziamento del bonus tv e decoder, la misura volta a incentivare l’acquisto di nuove apparecchiature compatibili con il Nuovo digitale terrestre.

Per i soggetti di età superiore a 70 anni e che ricevono un trattamento pensionistico non superiore a 20 mila euro annui è prevista la consegna del decoder a domicilio.

Bonus Tv: in arrivo i decoder gratis ai pensionati fino a 20 mila euro

Manovra 2022: nuovo Fondo per le attività economiche

Viene istituito un Fondo per il sostegno agli operatori economici del settore del turismo, dello spettacolo e dell’automobile gravemente colpiti dall’emergenza Covid-19. Il fondo avrà una dotazione di 150 milioni di euro, e spetterà a un decreto interministeriale a firma Mise, MEF, Ministero del Turismo e Ministero della Cultura, la definizione delle modalità con cui sarà possibile richiedere i sostegni e i requisiti per accedervi.

Manovra 2022: misure contro il caro bollette

Vengono stanziati ulteriori 1,8 miliardi di euro per evitare che l’aumento dei prezzi dell’energia elettrica si traducano in un aumento proporzionale delle bollette. Fino a marzo 2022 l’aliquota Iva da applicare al gas per usi civili e industriali sarà del 5%, mentre altri 480 milioni di euro vengono stanziati per ridurre le aliquote di sistema relative alle bollette del gas.

Viene rifinanziato il bonus luce e gas per le famiglie svantaggiate e per i clienti domestici in gravi condizioni di salute con ulteriori 912 milioni di euro per il primo trimestre 2022. Inoltre, è previsto un piano di rateizzazione per i clienti domestici in caso di inadempimento al pagamento delle fatture emesse tra il 1° gennaio e il 30 aprile 2022. La rateizzazione dovrà essere senza interessi e della durata massima di 10 rate.

Bollette 2022: rateizzazione Luce e Gas in 10 rate e stop oneri generali. Ultime News

Manovra 2022: altre misure in arrivo

Tra gli altri interventi del Governo sulla prossima Manovra arriva anche la proroga dell’incremento del contingente di 753 militari destinati all’operazione “Strade sicure fino al 31 marzo 2022, operazione alla quale sono destinati 7,5 milioni di euro.

Come anticipato, c’è spazio anche per il Giubileo del 2025, con lo stanziamento di:

  • 285 milioni per il 2022;
  • 290 milioni per il 2023;
  • 230 milioni per il 2024;
  • 330 milioni per il 2025;
  • 140 milioni per il 2026.

Le risorse in questione serviranno a finanziare le opere e gli interventi funzionali all’evento. Viene istituita la figura del Commissario straordinario per il Giubileo della Chiesa cattolica del 2025, per i cui oneri di gestione viene autorizzata la spesa di 500mila euro annui dal 2022 al 2026.

Per il ripiano del disavanzo dei Comuni sede di capoluogo di città-metropolitana sono destinate risorse pari a 2,67 miliardi di euro per gli anni 2022-2042. Potranno accedere alle risorse in questione i Comuni sede di capoluogo di città-metropolitana con disavanzo pro capite superiore a 700 euro.

Vengono inoltre stanziati ulteriori 100 milioni di euro per la proroga degli incarichi temporanei del personale ATA per finalità connesse all’emergenza epidemiologica.

Ulteriori novità riguardano la revisione della disciplina del patent box e l’istituzione di un fondo con una dotazione di 40 milioni di euro in favore dei soggetti colpiti dagli incendi verificatisi a partire dall’ultima decade di luglio 2021 in:

  • Calabria;
  • Molise;
  • Sardegna;
  • Sicilia.

Viene incrementato il fondo relativo al Reddito di libertà, mentre viene istituito un fondo da 25 milioni di euro per il biennio 2022/23 per il contrasto dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione. Dieci milioni di euro vengono stanziati a favore dei proprietari di immobili occupati abusivamente.

Novità in arrivo per i Bonus casa, con modifiche al Superbonus e al Bonus mobili, e la riconferma del Bonus rubinetti. Infine, arriva anche una norma anti-delocalizzazioni per i datori di lavoro con almeno 250 dipendenti.

Leggi anche “Revisione Pensioni 2022, le ultime notizie”

(Foto www.governo.it messa a disposizione con licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT)




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome