Home Concorsi pubblici Concorso Ufficio del Processo Concorso Ufficio Processo, 79 addetti a Trento: requisiti e prove

Concorso Ufficio Processo, 79 addetti a Trento: requisiti e prove

Elena Bucci
concorso ufficio processo

Nella Gazzetta Ufficiale n. 98 del 10 dicembre 2021 è stato pubblicato il bando del nuovo Concorso Ufficio Processo, per titoli ed esami, su base distrettuale, per il reclutamento a tempo determinato di 79 unità di personale non dirigenziale dell’Area funzionale terza, Fascia economica F1, con il profilo di Addetto all’Ufficio per il processo, da inquadrare tra il personale del Ministero della giustizia, presso gli uffici giudiziari del Distretto di Corte di Appello di Trento.

Concorsi Ufficio del Processo, ultime notizie

Nei prossimi paragrafi approfondiamo tutti i requisiti richiesti, le modalità di invio della domanda di partecipazione e le prove d’esame previste dal bando.

Di seguito il Manuale per la preparazione della prova scritta.

Indice contenuti:

Concorso Ufficio Processo: requisiti

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti, che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini di presentazione della domanda di partecipazione:

  • cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione europea;
  • età non inferiore a 18 anni;
  • per i soli candidati che hanno presentato domanda per il codice concorso UPP – BZ, possesso dell’attestato di bilinguismo a livello C1, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica del 26 luglio 1976, n. 752 e successive modifiche e integrazioni;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce;
  • qualità morali e di condotta di cui all’art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana.

Inoltre, è richiesto ai candidati il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea (L) in: L-14 – Scienze dei servizi giuridici; ovvero diploma di laurea (DL) in Giurisprudenza;
  • laurea specialistica (LS) in: 22/S – Giurisprudenza; 102/S – Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica;
  • laurea magistrale (LM) in: LMG/01 – Giurisprudenza;
  • nei soli limiti di cui ai commi 1 e 5 dell’art. 1, laurea (L) in: L-18 – Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 – Scienze economiche; L-36 – Scienze politiche e delle relazioni internazionali e titoli equiparati;
  • diploma di laurea (DL) in: Economia e commercio; Scienze politiche e titoli equipollenti;
  • laurea specialistica (LS) in: 64/S – Scienze dell’economia; 84/S – Scienze economico-aziendali; 57/S – Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali; 60/S – Relazioni internazionali; 70/S – Scienze della politica; 71/S – Scienze delle pubbliche amministrazioni; 88/S – Scienze per la cooperazione allo sviluppo; 89/S – Sociologia; 99/S – Studi europei e titoli equiparati;
  • laurea magistrale (LM) in: LM-77 – Scienze economico-aziendali; LM-87 – Servizio sociale e politiche sociali; LM-52 – Relazioni internazionali; LM-56 – Scienze dell’economia; LM-62 – Scienze della politica; LM-63 – Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-81 – Scienze per la cooperazione allo sviluppo; LM-88 – Sociologia e ricerca sociale; LM-90 – Studi europei e titoli equiparati;

Concorso Ufficio Processo: invio domande

Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando il modulo elettronico sul sistema «Step-one 2019», raggiungibile dalla rete internet all’indirizzo «https://ripam.cloud», previa registrazione del candidato sullo stesso sistema.

Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (Pec) a lui intestato. La registrazione, la compilazione e l’invio on-line della domanda devono essere completati entro le ore 14,00 del 17 gennaio 2022.

Concorso Ufficio Processo: prove d’esame

Il concorso sarà espletato in base alle procedure di seguito indicate, che si articolano attraverso le seguenti fasi:

  • valutazione dei titoli: finalizzata all’ammissione alla prova scritta di un numero di candidati per ciascun codice di concorso, pari a venti volte il numero dei relativi posti messi a concorso;
  • prova scritta: si svolgerà esclusivamente mediante strumentazione informatica e piattaforme digitali, anche presso sedi decentrate e con più sessioni consecutive non contestuali, assicurando comunque la trasparenza e l’omogeneità delle prove somministrate in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti.

Concorso Ufficio Processo: valutazione titoli

Per la valutazione dei titoli possono essere attribuiti complessivamente 15 punti, così ripartiti:

  • fino a 6 punti per il voto di laurea,
  • fino a 5 punti per eventuali ulteriori titoli universitari in ambiti attinenti al profilo di addetto all’ufficio per il processo (indicati nel bando),
  • fino a 3 punti per l’abilitazione alla professione di avvocato;
  • fino a 3 punti per l’abilitazione alla professione di dottore commercialista e alla professione di esperto contabile;
  • fino a 4 punti per lo svolgimento, con esito positivo, del tirocinio presso uffici giudiziari ai sensi dell’art. 73 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98;
  • fino a 2 punti per il servizio prestato quale research officer presso le sezioni specializzate e/o gli uffici giudiziari in materia di immigrazione, protezione internazionale e liberale circolazione nell’Unione europea, nell’ambito del Piano operativo dell’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo – EASO;

Concorso Ufficio Processo: prova scritta

La prova scritta, unica per tutti i codici di concorso, consiste in un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere nell’arco di 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di30 punti.

La prova si intende superata se è raggiunto il punteggio minimo di 21/30 ed è volta a verificare la conoscenza delle seguenti materie:

  • diritto pubblico;
  • ordinamento giudiziario;
  • lingua inglese.

A ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio:

  • risposta esatta: +0,75 punti;
  • mancata risposta: 0 punti;
  • risposta sbagliata: -0,375 punti.

Leggi il bando

Concorso Ufficio Processo: come prepararsi

Per la preparazione del concorso consigliamo il seguente volume, che si presenta come ottimo strumento di studio e ripasso per la preparazione alla prova scritta. Contiene, infatti, una ricca selezione di quiz a risposta multipla svolti e commentati su tutti gli argomenti previsti dal bando:

  • Diritto pubblico;
  • Ordinamento giudiziario;
  • Lingua inglese.

Grazie al commento i candidati potranno verificare la propria preparazione e ripassare gli argomenti oggetto di studio. Nella sezione online, raggiungibile seguendo le istruzioni in fondo al libro, sarà disponibile un simulatore di quiz per continuare ad esercitarsi in vista della prova.

Concorso 79 posti Ufficio per il processo Corte di Appello di Trento – Prova scritta

Quiz svolti e commentati

Marco Zincani, Luigi Tramontano, Maggioli Editore

 

 

 

 

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome