Home Concorsi pubblici Concorso Agenzia Dogane 2021, 40 dirigenti: bando in Gazzetta

Concorso Agenzia Dogane 2021, 40 dirigenti: bando in Gazzetta [VIDEO]

Elena Bucci
concorso agenzia dogane 2021

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 5 novembre 2021, il nuovo bando del Concorso Agenzia Dogane 2021, per titoli ed esami, destinato all’assunzione di 40 unità di personale di dirigente di seconda fascia, a tempo pieno ed indeterminato, per gli uffici centrali e periferici, di cui un posto riservato alla Provincia autonoma di Bolzano.

I posti disponibili sono così suddivisi per codice di concorso:

  • Settore amministrativo-contabile, n. 12 posti cui 1 riservato alla Provincia autonoma di Bolzano – codice concorso ADM/DIR-AMM
  • Settore economico, n. 4 posti – codice concorso ADM/DIR-EC
  • Settore legale, n. 6 posti – codice concorso ADM/DIR –LEG
  • Settore internazionale, n. 1 posto – codice concorso ADM/DIR-INT
  • Settore chimico-biologo, n. 6 posti – codice concorso ADM/DIR-LAB
  • Settore tecnico, n. 6 posti – codice concorso ADM/DIR-TCN
  • Settore statistico informatico, n. 4 posti – codice concorso ADM/DIR-INF
  • Settore medico, n. 1 posto – codice concorso ADM/DIR-MED

Concorsi Agenzia Dogane, nuove assunzioni in arrivo: autorizzati 1.400 posti

Nei prossimi paragrafi tutte le informazioni riguardo ai requisiti richiesti per partecipare alla procedura concorsuale, come inviare la domanda e quali prove d’esame sono previste dal bando. Di seguito il Manuale per prepararsi alla prova preselettiva.

In fondo all’articolo troverete il video di approfondimento del professor Giuseppe Cotruvo riguardo le prove del concorso e come prepararsi al meglio alla prova preselettiva.

Concorso Agenzia Dogane 2021: requisiti

Per l’ammissione al concorso i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti, entro la data di scadenza del bando:

  • cittadinanza italiana;
  • titoli di studio e/o specifici requisiti riportati nei prospetti di cui all’articolo 1 del bando, relativi a ciascun profilo professionale;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica
    amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero dichiarati decaduti o
    licenziati da un impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito lo
    stesso mediante presentazione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano
    l’interdizione dai pubblici uffici o, in ogni caso, per reati contro la pubblica amministrazione o per reati aventi come soggetto passivo la pubblica amministrazione;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei confronti del servizio di leva,
    secondo la normativa applicabile.

Inoltre, i candidati devono essere altresì in possesso di uno dei seguenti requisiti obbligatori di ammissione:

  • essere dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni, muniti di laurea, che
    abbiano compiuto almeno cinque anni di servizio o, se in possesso del dottorato di
    ricerca o del diploma di specializzazione conseguito presso le scuole di specializzazione individuate con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, almeno tre anni di servizio, svolti in posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma di laurea. Per i dipendenti delle amministrazioni statali reclutati a seguito di corso-concorso, il periodo di servizio è ridotto a quattro anni;
  • essere in possesso della qualifica di dirigente in enti e strutture pubbliche non
    ricomprese nel campo di applicazione dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo
    30 marzo 2001, n. 165, muniti del diploma di laurea, e di aver svolto per almeno due
    anni le funzioni dirigenziali.
  • aver ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in amministrazioni pubbliche per un
    periodo non inferiore a cinque anni, purché muniti di diploma di laurea.
  • essere cittadini italiani, forniti di idoneo titolo di studio universitario, e aver maturato,
    con servizio continuativo per almeno quattro anni presso enti od organismi
    internazionali, esperienze lavorative in posizioni funzionali apicali per l’accesso alle quali
    è richiesto il possesso del diploma di laurea.

Concorso Agenzia Dogane 2021: invio domande

La domanda di partecipazione è redatta e presentata in forma esclusivamente digitale,
tramite il portale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, raggiungibile dal sito
istituzionale www.adm.gov.it, entro e non oltre le ore 16 del 5 dicembre 2021.

Concorso Agenzia Dogane 2021: prove d’esame

La procedura di selezione consiste nelle seguenti prove:

  • una prova preselettiva (eventuale);
  • una prova scritta;
  • una prova orale;
  • valutazione dei titoli: viene resa nota ai candidati prima dell’effettuazione delle prove
    orali.

Inoltre, per essere ammessi a sostenere la prova preselettiva, le prove scritte e la prova orale, i concorrenti devono essere muniti di un valido documento di riconoscimento.

Prova preselettiva

Qualora il numero delle domande di partecipazione per ciascun codice di concorso sia pari o superiore a tre volte il numero rispettivo dei posti messi a concorso potrà essere effettuata una prova preselettiva.

La prova sarà unica per tutti i codici di concorso, potrà svolgersi anche in giorni
diversi non consecutivi e consisterà in un test, da risolvere in 60 minuti, composto da 60 quesiti a risposta multipla con tre opzioni di risposta, di cui una sola esatta, così articolato:

  • 20 domande attitudinali per la verifica della capacità logico-deduttiva e di
    ragionamento logico matematico,
  • 20 concernenti elementi di diritto penale e le funzioni della polizia giudiziaria,
  • 10 di lingua inglese e dieci di conoscenza base degli strumenti di
    office automation.

Entro 10 giorni antecedenti allo svolgimento della prima giornata di prove preselettive sarà pubblicata la banca dati di 5000 quesiti dalla quale verranno estratte le domande da somministrare in ciascuna seduta d’esame. Saranno ammessi alla prova scritta i candidati che abbiano conseguito il punteggio di almeno 42/60.

Le comunicazioni relative alle date e alle sedi, anche decentrate, di svolgimento della prova
preselettiva saranno rese note tramite avviso pubblicato nel sito internet dell’Agenzia
il 28 gennaio 2022.

Prova scritta

La prova scritta, a contenuto tecnico-pratico, si articola in:

  • 4 quesiti a risposta aperta, anche a carattere interdisciplinare, finalizzati a valutare
    la capacità argomentativa, l’acume critico nell’analisi dei problemi, la capacità di sintesi, l’attitudine ad esprimersi in modo semplice e chiaro su tutte o alcune delle materie indicate nel bando;
  • 40 quesiti a risposta multipla, (di cui 10 in lingua inglese) anche di carattere
    pratico, volte a valutare, sia le conoscenze teoriche sia le capacità di problem solving dei
    candidati su: elementi di disciplina in materia di accise, dogane e monopoli, regolazione e funzionamento dell’Agenzia, elementi di diritto penale, compiti e funzioni della polizia
    giudiziaria.

Sono ammessi alla prova orale i candidati che abbiano conseguito complessivamente il
punteggio di almeno 70/100 nella prova scritta.

Prova orale

La prova orale consiste in un colloquio sulle materie indicate per ciascun codice di concorso
dal bando, all’osservazione e alla valutazione comparativa delle capacità, delle attitudini e delle motivazioni individuali dei candidati, secondo metodologie standard riconosciuti.

Nell’ambito della prova orale, è accertata la conoscenza della lingua inglese, la capacità di utilizzo del personal computer e dei software applicativi più diffusi, nonché la conoscenza da parte del candidato delle problematiche e delle potenzialità connesse all’uso degli strumenti informatici in relazione ai processi comunicativi in rete.

La prova si intende superata dai candidati che abbiano conseguito una votazione non
inferiore a 70/100.

Concorso Agenzia Dogane 2021: valutazione titoli

Come specificato nel bando del Concorso Agenzia Dogane 2021, sono valutabili i titoli seguenti, con un punteggio complessivo massimo pari a 80 punti:

  • titoli di studio universitari e altri titoli;
  • abilitazioni professionali;
  • titoli di carriera e di servizio;
  • pubblicazioni scientifiche.

Scarica il bando

Concorso Agenzia Dogane 2021: come prepararsi

Per la preparazione al concorso consigliamo il seguente volume, il quale propone una trattazione teorica sulle materie richieste ai candidati durante la prova preselettiva, ovvero:

  • ragionamento logico;
  • elementi di Diritto penale;
  • funzioni di Polizia giudiziaria;
  • inglese (quiz);
  • strumenti di Office automation.

Per completare la propria preparazione i candidati potranno inoltre usufruire del simulatore di quiz online per verificare quanto appreso e, soprattutto, potranno partecipare al Webinar a cura del prof. Giuseppe Cotruvo dedicato alla risoluzione di alcuni quesiti di logica della banca dati (dopo la sua pubblicazione).

Inoltre, nella sezione online collegata al libro saranno disponibili anche alcune videolezioni di logica con tecniche di risoluzione e suggerimenti utili del prof. Cotruvo.

Concorso Agenzia delle dogane 40 Dirigenti (G.U. 5 novembre 2021 n. 88) – Prova Preselettiva

Manuale completo

 

Giuseppe Cotruvo, Luigi Tramontano, Maggioli Editore

 

 

 

VIDEO PER PREPARARSI

Di seguito il video di approfondimento del professor Giuseppe Cotruvo con tutti i consigli utili per prepararsi alla prova preselettiva del concorso:



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome