Home Concorsi pubblici Lauree abilitanti, approvato in Senato il Ddl: le ultime novità

Lauree abilitanti, approvato in Senato il Ddl: le ultime novità

Elena Bucci
lauree abilitanti per architetti e ingegneri

Approvato all’unanimità in Senato, con 184 voti favorevoli, in via definitiva, il disegno di legge riguardo alla manovra di bilancio sulle lauree abilitanti. La fase successiva sarà la sua definitiva conversione in legge, ed entrerà in vigore solamente a partire dall’anno accademico successivo a quello dell’approvazione dei decreti. A settembre 2022 potrebbe dunque cominciare la sua attuazione.

La procedura ha preso il via a partire da fine giugno 2021, con l’approvazione al testo delle Disposizioni in materia di titoli universitari abilitanti a Montecitorio da parte delle Commissioni Giustizia e Cultura della Camera dei Deputati, con 330 voti a favore ed un contrario.

Test ammissione Università 2021: tutti i decreti, i posti disponibili e le date

All’altezza dello scorso 14 aprile 2021, inoltre, le Commissioni Giustizia e Cultura della Camera dei Deputati si erano dedicate all’esame del disegno di legge che avrebbe comportato la trasformazione di alcuni titoli di laurea in lauree abilitanti, ovvero l’eliminazione dell’esame di stato post laurea, fino ad ora obbligatorio per poter esercitare determinate professioni. Il 24 giugno, invece, siamo giunti all’approvazione del ddl da parte della Camera.

Vediamo tutte le novità nei prossimi paragrafi.

Lauree abilitanti: il disegno di legge

Lo scorso ottobre 2020 è stato approvato in Consiglio dei Ministri il disegno di legge sulle lauree abilitanti professionisti presentato dal Ministero dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi. In seguito alla pandemia di Covid-19, infatti, si è di nuovo acceso il bisogno di permettere ai laureati delle professioni sanitarie di accedere subito alle proprie professioni ed essere reclutati nell’immediato.


Il provvedimento è stato poi approvato dalla Camera dei Deputati, fino all’ok definitivo stabilito dal Senato il 28 ottobre 2021.

Come sottolineato dal Senatore Mario Pittoni: “Si tratta di un intervento organico con cui si estende ad altri ambiti professionali la misura (avviata con l’articolo 102 del decreto Cura Italia) che ha introdotto la laurea abilitante in Medicina e chirurgia, consentendo di fornire una risposta immediata all’esigenza di fronteggiare le condizioni di criticità del Servizio sanitario nazionale in seguito all’emergenza pandemica. Ulteriori integrazioni saranno possibili al tavolo che il Governo si è impegnato ad attivare in tempi celeri per la revisione e l’aggiornamento della disciplina relativa all’accesso alle professioni regolamentate, dando seguito alle istanze provenienti da alcune professioni in un’ottica di completamento del

Per il testo definitivo del ddl occorrerà attendere, la versione precedente può essere invece scaricata qui.

Lauree abilitanti: professioni sanitarie

Come spiegato dal senatore della Lega Mario Pittoni, relatore del provvedimento e vicepresidente della commissione Cultura al Senato: “La norma attribuisce effetto abilitante ad alcune lauree ai fini dell’esercizio delle rispettive professioni. Nello specifico, l’esame finale per il conseguimento delle lauree magistrali a ciclo unico in odontoiatria e protesi dentaria, in farmacia e farmacia industriale, in medicina veterinaria, nonché della laurea magistrale in psicologia, abilita all’esercizio delle professioni rispettivamente di odontoiatra, farmacista, medico veterinario e psicologo.”

Nello specifico, dunque, l’esame finale delle lauree magistrali a ciclo unico in:

  • odontoiatria e protesi dentaria,
  • farmacia e farmacia industriale,
  • medicina veterinaria,
  • psicologia,

abiliteranno all’esercizio delle relative professioni sanitarie di dentista, farmacista, veterinario e psicologo, e permetteranno di accedere subito alle proprie professioni ed essere reclutati nell’immediato.

Lauree abilitanti: professioni tecniche

L’intervento del Senatore Mario Pittoni fa riferimento anche alle lauree professionalizzanti in professioni tecniche. Il conseguimento di questi titoli di studio in professioni tecniche:

  • per l’edilizia e il territorio,
  • agrarie, alimentari e forestali,
  • industriali e dell’informazione,

secondo quanto approvato dal Senato, ha effetto abilitante all’esercizio delle professioni di geometra laureato, agrotecnico laureato, perito agrario laureato e perito industriale laureato.

Lauree abilitanti: professioni scientifiche

Inoltre, anche il possesso delle seguenti lauree magistrali in ambito scientifico sarà abilitante alle professioni di chimico, fisico e biologo:

  • chimica,
  • fisica,
  • biologia.

Lauree abilitanti: Architetti e Ingegneri

Il testo del disegno di legge prevede inoltre l’abilitazione delle lauree per tutti i titoli universitari per cui non è richiesto un tirocinio dopo la laurea, attraverso regolamenti di delegificazione (e quindi non più con legge). Per questo motivo potranno essere aggiunti nell’elenco precedente delle Lauree abilitanti anche Architetti e Ingegneri.

Nello specifico, l’Articolo 4, Ulteriori titoli universitari, ha subito alcune modifiche circa l’ampliamento della platea dei titoli di laurea che potrebbero essere inseriti nella lista di quelli abilitanti. Il comma 1 è infatti stato integrato con il seguente testo:

Ulteriori titoli universitari, conseguiti con il superamento di corsi di studio che consentono l’accesso all’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio delle professioni per il quale non è richiesto lo svolgimento di un tirocinio post laureampossono essere resi abilitanti, su richiesta delle rappresentanze nazionali degli ordini o dei collegi professionali di riferimento, con uno o più regolamenti da emanare ai sensi dell’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, su proposta del Ministro dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro vigilante sull’ordine o sul collegio professionale competente, oppure su iniziativa del Ministro dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro vigilante sull’ordine o sul collegio professionale competente, sentito il medesimo ordine o collegio professionale.

Lauree abilitanti: titoli esclusi

Rimangono quindi esclusi tutti quei titoli che prevedono lo svolgimento di un tirocinio obbligatorio dopo il conseguimento della laurea. Tra questi rientrano, ad esempio, le professioni di:

  • avvocato,
  • notaio,
  • commercialista,
  • revisore legale.

Lauree abilitanti professionisti: niente esame di stato per farmacisti, psicologi, dentisti e veterinari




© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome