Home Concorsi pubblici Concorso Ministero Istruzione, 304 funzionari amministrativi: ammessi laureati triennali

Concorso Ministero Istruzione, 304 funzionari amministrativi: ammessi laureati triennali

Alice Lottici
concorso-ministero-istruzione

Nella Gazzetta Ufficiale n.59 del 27-07-2021 è stato pubblicato il bando del concorso Ministero Istruzione per 304 funzionari amministrativi, da assumere a tempo indeterminato in area funzionale III e posizione economica F1. I profili e il numero di posti autorizzati sono:

  • 245 unità da inquadrare nell’area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario amministrativo – giuridico – contabile (codice concorso 01);
  • 7 unità da inquadrare nell’area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario socio – organizzativo – gestionale (codice concorso 02);
  • 7 unità da inquadrare nell’area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario per la comunicazione e per l’informazione (codice concorso 03);
  • 35 unità da inquadrare nell’area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario informatico – statistico (codice concorso 04).

I posti possono essere elevati a 648, con la ripartizione regionale e la suddivisione per profilo a concorso indicate nel provvedimento (clicca qui per visionarlo).

Sono ammessi i possessori di una laurea triennale. Vediamo assieme tutte le indicazioni per partecipare e il testo per la preparazione della prova preselettiva

Concorsi Pubblici 2021: le ultime news

Concorso funzionari amministrativi Ministero Istruzione: requisiti di accesso

Gli aspiranti candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione europea, oppure cittadinanza di uno Stato diverso da quelli appartenenti all’Unione europea, qualora ricorrano le condizioni di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
  • maggiore età;
  • godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o provenienza;
  • idoneità allo svolgimento delle mansioni relative al posto da coprire;
  • posizione regolare nei confronti del servizio di leva, se cittadini soggetti a tale obbligo;
  • diploma di laurea, laurea triennale, magistrale, specialistica negli indirizzi ammessi.

Un approfondimento sui titoli di studio richiesti per profilo professionale:

codice 01 funzionario amministrativo – giuridico – contabile codice 02 funzionario socio – organizzativo – gestionale codice 03 funzionario per la comunicazione e per
l’informazione
codice 04 funzionario informatico – statistico
 

  • laurea triennale (L) in scienze dei servizi giuridici (L-14), scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione (L-16), scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18), scienze economiche (L-33), scienze politiche e delle relazioni internazionali
    (L-36), scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
    (L-37), sociologia (L-40);
  • laurea magistrale (LM) in giurisprudenza (LMG-01), ingegneria gestionale (LM-31), scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63), relazioni internazionali (LM-52), scienze dell’economia (LM-56), finanza (LM-16), scienza della politica
    (LM-62), scienze economiche per l’ambiente e la cultura (LM-76), scienze economiche-aziendali (LM-77), scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81), sociologia e ricerca sociale (LM-88), studi europei (LM-90) o corrispondenti;
  • laurea specialistica (LS) o diploma di laurea del vecchio ordinamento (DL) secondo l’equiparazione
    stabilita dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009, ovvero titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa
    vigente.
  • laurea triennale (L) in scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18), scienze economiche (L-33), servizio sociale (L-39), sociologia (L-40); scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace (L-37), ingegneria industriale (L-9), Ingegneria dell’informazione (L-8);
  • laurea magistrale (LM) in ingegneria gestionale (LM-31), scienze dell’economia (LM-56), finanza (LM -16), scienze economico-aziendali (LM-77), scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81), servizio sociale e politiche sociali (LM-87), sociologia e ricerca sociale (LM-88), o corrispondenti;
  • laurea specialistica (LS) o diploma di Laurea del vecchio ordinamento (DL) secondo l’equiparazione stabilita dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009 ovvero titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.
  • laurea triennale (L) in beni culturali (L-01), filosofia (L-5), lettere (L-10), lingue e culture moderne (L-11), mediazione linguistica (L-12), scienze dei servizi giuridici (L-14), scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione (L-16), scienze dell’educazione e della formazione (L-19), scienze della comunicazione (L-20), scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36), servizio sociale (L-39), sociologia (L-40);
  • laurea magistrale (LM) in filologia moderna (LM-14), linguistica (LM-39), archivistica e biblioteconomia (LM-5), informazione e sistemi editoriali (LM-19), lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale (LM-38), metodologie informatiche per le discipline umanistiche (LM-43), relazioni internazionali (LM-52), scienze dell’economia (LM-56), scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità (LM-59), scienze della politica (LM-62), scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63), scienze dello spettacolo e produzione multimediale (LM-65), scienze economico-aziendali (LM-77), scienze filosofiche (LM-78), scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81), scienze pedagogiche (LM-85), servizio sociale e politiche sociali (LM-87), sociologia e ricerca sociale (LM-88), studi europei (LM-90), tecniche e metodi per la società dell’informazione (LM-91), teorie della comunicazione (LM-92), teorie e metodologie dell’e-learning e della media education (LM-93), traduzione specialistica e interpretariato (LM-94), giurisprudenza (LMG/01) o corrispondenti;
  • laurea specialistica (LS) o diploma di laurea del vecchio ordinamento (DL) secondo l’equiparazione stabilita dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009 ovvero titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.
  • laurea triennale (L) in ingegneria dell’informazione (L-8), scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18), scienze e tecnologie fisiche (L-30), scienze e tecnologie informatiche (L-31), scienze matematiche (L-35), statistica (L-41), scienze della difesa e della sicurezza (L/DS), Scienze criminologiche e della sicurezza (L/SC);
  • laurea magistrale (LM) in finanza (LM-16), fisica (LM-17), informatica (LM-18), informazione e sistemi editoriali (LM-19), ingegneria della sicurezza (LM-26), ingegneria delle telecomunicazioni (LM-27), Ingegneria elettronica (LM-29), ingegneria gestionale (LM- 31), ingegneria informatica (LM-32), matematica (LM-40), metodologie informatiche per le discipline umanistiche (LM-43), modellistica matematico-fisica per l’ingegneria (LM-44), sicurezza informatica (LM-66), scienze statistiche (LM-82), scienze statistiche attuariali e finanziarie (LM-83), tecniche e metodi per la società dell’informazione (LM-91), scienze della difesa e della sicurezza (LM/DS01) o corrispondenti;
  • laurea specialistica (LS) o diploma di laurea del vecchio ordinamento (DL) secondo l’equiparazione stabilita dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009 ovvero titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

Concorso Ministero Istruzione: come far domanda

I candidati possono presentare domanda tramite reclutamento.istruzione.it entro e non oltre le ore 18 del 27 agosto 2021.

Indispensabili per l’accesso al sito l’identità SPID (sistema pubblico di identità digitale) e un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) intestata all’interessato.

E’ possibile presentare domanda di partecipazione per uno solo tra i profili professionali indicati.

Prove Concorso Ministero Istruzione

La procedura concorsuale si articola nelle seguenti fasi:

  • prova preselettiva, eventuale, consistente nella risoluzione di quesiti a riposta multipla di tipo attitudinale per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico, di carattere critico-verbale e di cultura generale;
  • prova scritta, con quesiti a risposta multipla sulle materie specifiche per ciascun profilo;
  • prova orale, un colloquio per verificare la conoscenza delle discipline, della lingua inglese e delle apparecchiature e applicazioni informatiche.

La preselezione verrà svolta con il supporto di strumenti informatici. In caso di necessità saranno individuate delle sedi decentrate per ambito regionale o interregionale.

Ogni comunicazione sul concorso, compreso il calendario prove e il relativo esito, verrà effettuata tramite la piattaforma di iscrizione.

Come prepararsi alla prova preselettiva? Ecco il testo:

Concorso 304 Funzionari MIUR (Ministero dell’Istruzione) (G.U. 27 luglio 2021 n. 59) - Prova preselettiva

Concorso 304 Funzionari MIUR (Ministero dell’Istruzione) (G.U. 27 luglio 2021 n. 59) - Prova preselettiva

A cura di Giuseppe Cotruvo, 2021, Maggioli Editore

Il volume è un ottimo strumento di preparazione alla prova preselettiva del concorso per 304 Funzionari indetto dal Ministero dell’Istruzione e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 luglio 2021, n. 59. Il volume presenta una prima parte dedicata ai quesiti a risposta multipla di...



Iscriviti alla newsletter LeggiOggi concorsi per ricevere aggiornamenti



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome