Home Concorsi pubblici Lauree abilitanti per Architetti e Ingegneri: il via libera della Camera

Lauree abilitanti per Architetti e Ingegneri: il via libera della Camera

Elena Bucci
lauree abilitanti per architetti e ingegneri

Via libera alle Lauree abilitanti per Architetti e Ingegneri. L’approvazione al testo delle Disposizioni in materia di titoli universitari abilitanti ha avuto luogo a Montecitorio da parte delle Commissioni Giustizia e Cultura della Camera dei Deputati con 330 voti a favore ed un contrario, ed ora passa al Senato, di cui si attende l’ok definitivo entro l’autunno.

In seguito si dovrà aspettare la sua conversione in legge, ed entrerà in vigore solamente a partire dall’anno accademico successivo a quello dell’approvazione dei decreti. A settembre 2022 potrebbe dunque cominciare la sua attuazione.

Test ammissione Università 2021: tutti i decreti, i posti disponibili e le date

All’altezza dello scorso 14 aprile 2021 le Commissioni Giustizia e Cultura della Camera dei Deputati si erano dedicate all’esame del disegno di legge che avrebbe comportato la trasformazione di alcuni titoli di laurea in lauree abilitanti, ovvero l’eliminazione dell’esame di stato post laurea, fino ad ora obbligatorio per poter esercitare determinate professioni. Il 24 giugno, invece, siamo giunti all’approvazione del ddl da parte della Camera.

Attraverso l’approvazione di alcuni emendamenti, possono rientrare nell’elenco delle lauree abilitanti tutti i titoli che non prevedono lo svolgimento di un tirocinio post laurea, tra cui spiccano Architetti e Ingegneri. 

Vediamo tutte le novità nei prossimi paragrafi.

Lauree abilitanti: il disegno di legge

Lo scorso ottobre 2020 è stato approvato in Consiglio dei Ministri il disegno di legge sulle lauree abilitanti professionisti presentato dal Ministero dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi. In seguito alla pandemia di Covid-19, infatti, si è di nuovo acceso il bisogno di permettere ai laureati delle professioni sanitarie di accedere subito alle proprie professioni ed essere reclutati nell’immediato.

Le lauree magistrali subito abilitanti saranno:

  • in Odontoiatria e protesi dentaria,
  • in Farmacia e Farmacia Industriale,
  • in Medicina veterinaria,
  • in Psicologia,

per le professioni di dentista, farmacista, veterinario e psicologo.

Questa rinnovata necessità nell’ambito sanitario sarà estesa anche in altri settori, spinta dalla consapevolezza dei tempi di abilitazione sin troppo lunghi e difficoltosi. Gli step successivi sono:

  • geometri, agrotecnici, periti agrari e periti industriali;
  • biologi, chimici, geologi, tecnologi alimentari, dottori agronomi e dottori forestali, pianificatori paesaggisti e conservatori, attuari e assistenti sociali.

Per il testo definitivo del ddl occorrerà attendere, la versione precedente può essere invece scaricata qui.

Lauree abilitanti per Architetti e Ingegneri: ok della Camera

Buone notizie per Architetti e Ingegneri. Il 24 giugno 2021 la Camera ha approvato il testo delle Disposizioni in materia di titoli universitari abilitanti. In occasione dell’inizio dell’esame del ddl, lo scorso aprile, si parlava di lauree abilitanti solamente per:

  • geometri,
  • agrotecnici,
  • periti agrari e industriali,
  • pianificatori, paesaggisti e conservatori.

Negli ultimi giorni, attraverso l’approvazione di alcuni emendamenti il testo del disegno di legge è stato modificato, introducendo importanti novità. L’abilitazione delle lauree, infatti, è ora prevista per tutti i titoli universitari per cui non è richiesto un tirocinio dopo la laurea. Per questo motivo potranno essere aggiunti nell’elenco precedente delle Lauree abilitanti anche Architetti e Ingegneri.

Nello specifico, l’Articolo 4, Ulteriori titoli universitari, ha subito alcune modifiche circa l’ampliamento della platea dei titoli di laurea che potrebbero essere inseriti nella lista di quelli abilitanti. Il comma 1 è infatti stato integrato con il seguente testo:

Ulteriori titoli universitari, conseguiti con il superamento di corsi di studio che consentono l’accesso all’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio delle professioni per il quale non è richiesto lo svolgimento di un tirocinio post laureampossono essere resi abilitanti, su richiesta delle rappresentanze nazionali degli ordini o dei collegi professionali di riferimento, con uno o più regolamenti da emanare ai sensi dell’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, su proposta del Ministro dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro vigilante sull’ordine o sul collegio professionale competente, oppure su iniziativa del Ministro dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro vigilante sull’ordine o sul collegio professionale competente, sentito il medesimo ordine o collegio professionale.

Per approfondire su Ediltecnico.it: Lauree abilitanti anche per Architetti e Ingegneri, approvato il disegno di legge

Lauree abilitanti: titoli esclusi

Rimangono quindi esclusi tutti quei titoli che prevedono lo svolgimento di un tirocinio obbligatorio dopo il conseguimento della laurea. Tra questi rientrano, ad esempio, le professioni di:

  • avvocato,
  • notaio,
  • commercialista,
  • revisore legale.

Lauree abilitanti professionisti: niente esame di stato per farmacisti, psicologi, dentisti e veterinari



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome