Home Concorsi pubblici Concorso Comune Roma Concorso Comune Roma, parte un esposto all’ANAC: “Violata la regola dell’anonimato”

Concorso Comune Roma, parte un esposto all’ANAC: “Violata la regola dell’anonimato”

concorso-comune-roma-dirigenti-esposto

Nella giornata del 24 giugno è stato presentato un esposto all’ANAC da parte degli esponenti della Lega di Roma Fabrizio Santori, dirigente, e Monica Pinna, capogruppo della Lega al Municipio Roma X, riguardo ad alcune presunte irregolarità riscontrate durante lo svolgimento della prova preselettiva del Concorso del Comune di Roma per 42 dirigenti.

Le irregolarità del concorso, l’unico facente parte del “concorsone” per 1512 posti con prova preselettiva in quanto destinato a coprire incarichi dirigenziali, sono state riscontrate al termine della prova. Si legge infatti nella nota inviata all’ANAC che:

Al termine della prova gli assistenti hanno ritirato il foglio di risposta a lettura ottica, che – pur inserito in busta chiusa assieme ad un cartoncino coi dati anagrafici del candidato – era oggettivamente potenzialmente sostituibile, proprio perché il codice a barre è stato apposto in un secondo momento, ad opera della commissione e dei suoi collaboratori”.

Queste le ragioni che hanno fatto pensare a un’irregolarità e alla violazione della Regola dell’anonimato. Le istruzioni per lo svolgimento della prova, consultabili a questo indirizzo, prevedevano infatti che:

I candidati saranno invitati ad apporre i due codici a barre identici che saranno stati
precedentemente consegnati, uno sul foglio anagrafico e l’altro sul foglio di risposta. I fogli
anagrafici saranno ritirati dagli assistenti e custoditi in apposito contenitore sigillato.

Dunque i codici non sarebbero stati apposti dai candidati, bensì dagli assistenti.

Concorso Comune di Roma: tutti gli aggiornamenti

Si legge ancora nella nota dei due esponenti della Lega: “I sospetti non sono stati certo fugati dalla possibilità, data a chi ha voluto, di assistere alle procedure di abbinamento. Appare evidente il fatto che la regola dell’anonimato è stata palesemente violata.”

La questione era stata sollevata, inoltre, da alcuni sindacati, che avevano chiesto chiarimenti in merito alle modalità di svolgimento della prova, soprattutto sulla problematica dei codici a barre.

Nell’esposto, inviato anche alla sindaca Raggi, al Prefetto di Roma e al Ministro Brunetta, si chiede di fare luce sulla situazione, e nel caso in cui venissero accertate le irregolarità, di procedere con l’annullamento della prova.

Concorso Comune di Roma: tutti i calendari delle prove e i programmi

Di seguito il post Facebook di Fabrizio Santori con il testo dell’esposto sul concorso del comune di Roma.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome