Home Welfare Novità 2021 per i giovani: mutui casa, rioccupazione, assunzioni Pa

Novità 2021 per i giovani: mutui casa, rioccupazione, assunzioni Pa

Daniele Bonaddio
novita-2021-per-i-giovani

La pandemia da Coronavirus ha aumentato la sensibilità del Governo verso i soggetti considerati più fragili. In tal contesto, in un certo senso, rientrano altresì i giovani sempre più penalizzati anche dalla difficoltà di trovare un lavoro e una stabilità economica. Dunque, con il “Decreto Sostegni-bis” il legislatore ha dato una forte mano anche in questo senso, varando una serie di norme che vanno a contrastare l’attuale situazione di crisi economica e che introducono nel 2021 una serie di novità per i giovani. Stiamo parlando, ad esempio, delle assunzioni nella Pubblica amministrazione, piuttosto che dei bonus mutui prima casa, ma anche del contratto di rioccupazione dei giovani lavoratori.

Dunque una lista di incentivi e agevolazioni per rendere l’accesso al mondo del lavoro dei giovani facilitato e più diretto, senza dover attendere anni prima di trovare un impiego. Dunque, con il presente articolo si elencano dettagliatamente tutte le novità 2021 per i giovani: dai mutui all’assunzione PA, passando per il contratto di rioccupazione.

Assegno unico figli 2021: a chi spetta, importi, scadenze, domanda, pagamento

Novità 2021 per i giovani: mutui prima casa

Come anticipato, il Decreto Sostegni-bis ha introdotto un’agevolazione sui mutui per i giovani fino a 36 anni. La domanda deve essere presentata a decorrere dal 24 giugno 2021

Questi ultimi potranno beneficiare della garanzia di Stato fino all’80% del finanziamento, a patto di non superare il limite ISEE di 40.000 euro.

Le banche avranno 30 giorni di tempo per adeguare le proprie procedure, ed è dal 24 giugno 2021 che si potrà richiedere l’accesso alla garanzia di Stato. C’è tempo fino al 30 giugno 2022 per fare domanda.

Accanto alle agevolazioni sul mutuo, il decreto Sostegni bis cancella le tasse per i giovani che acquistano la prima casa.

Nasce un bonus prima casa “rafforzato” che, dalla data di entrata in vigore del decreto e fino al 31 dicembre 2022, garantirà agli under 36 con ISEE fino a 40.000 euro l’esenzione delle imposte di registro, ipotecaria e catastale, un taglio rilevante alle tasse previste in caso di acquisto dell’abitazione principale.

In caso di vendita soggetta ad IVA, è invece attribuito un credito d’imposta di ammontare pari all’imposta corrisposta in relazione all’acquisto.

Bonus prima casa under 36, domande dal 24 giugno: come richiederlo

Novità 2021 per i giovani: contratto di rioccupazione

L’art. 41 del D.L. 73/2021, meglio noto come “Decreto Sostegni-bis”, ha introdotto – in via del tutto eccezionale per il periodo dal 1° luglio al 31 ottobre 2021, il cd. “contratto di rioccupazione” per la stipula di un contratto a tempo indeterminato.

Il contratto, in particolare, è finalizzato al reinserimento occupazionale dei lavoratori che versino in stato di disoccupazione attraverso un progetto della durata di 6 mesi. Il datore di lavoro può beneficiare di uno sgravio del 100% dei contributi a suo carico nel limite di 6.000 euro annui. È inoltre prevista la cumulabilità con eventuali altre agevolazioni contributive.

Fermi restando i principi generali di fruizione degli incentivi di cui all’art. 31 del D.Lgs. n. 150/2015, l’esonero contributivo di cui al co. 5 spetta ai datori di lavoro privati che, nei sei mesi precedenti l’assunzione, non abbiano proceduto a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o a licenziamenti collettivi nella medesima unità produttiva.

Condizione per l’assunzione con il contratto di rioccupazione è la definizione, con il consenso del lavoratore, di un progetto individuale di inserimento, finalizzato a garantire l’adeguamento delle competenze professionali del lavoratore stesso al nuovo contesto lavorativo.

Il progetto individuale di inserimento ha una durata di sei mesi. Durante il periodo di inserimento trovano applicazione le sanzioni previste dalla normativa vigente per il licenziamento illegittimo.

Contratto di rioccupazione: cos’è e come funziona la misura del Sostegni bis

Novità 2021 per i giovani: assunzione P.A.

Al via i concorsi pubblici in 100 giorni ma anche un portale per il reclutamento nella P.A. Per i giovani sono stati potenziati i canali di accesso qualificati, attraverso l’attuazione delle norme che prevedono la possibilità di stipulare contratto di apprendistato nella P.A.

Il Decreto Reclutamento prevede l’apprendistato per i giovani nella Pubblica Amministrazione attraverso progetti formativi specifici, ma anche delle assunzioni per l’attuazione del PNRR.

L’apprendistato nella PA con il decreto Reclutamento rappresenta un’opportunità per i giovani al fine di puntare sulla formazione con progetti specifici. Nel testo si stabilisce che in attuazione dei progetti del PNRR si consente l’attivazione di specifici percorsi di formazione e lavoro presso le Pubbliche amministrazioni con contratto di apprendistato per:

  • diplomati che non accedono a percorsi universitari;
  • studenti universitari;
  • studenti iscritti a master di secondo livello;
  • studenti iscritti a corsi di specializzazione;
  • studenti iscritti a percorsi di dottorato di ricerca.

Decreto Reclutamento in Gazzetta: concorsi rapidi e 24.000 assunzioni per il PNRR



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome