Home Concorsi pubblici Concorso Scuola Decreto Sostegni bis: tutte le novità sui Concorsi Scuola

Decreto Sostegni bis: tutte le novità sui Concorsi Scuola

Elena Bucci
decreto sostegni bis

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del testo definitivo del nuovo decreto Sostegni bis, è stato formulato un importante pacchetto di novità per quanto riguarda il comparto scuola, tra cui: la semplificazione delle procedure dei concorsi ordinari della scuola secondaria di primo e secondo grado, per permettere che questi siano banditi con frequenza annuale, che riguarda già da quest’anno i docenti che verranno assunti sulle cattedre STEM, ed il blocco alla partecipazione per l’anno successivo rivolto ai candidati che non superino il rispettivo concorso.

Concorsi scuola 2021: oltre 6.000 posti per le discipline STEM nel Sostegni bis

Vediamo nei prossimi paragrafi quali sono le novità introdotte dal provvedimento definitivo del decreto Sostegni bis per il futuro del mondo scolastico.

Decreto Sostegni bis: concorsi discipline STEM

I concorsi per le discipline STEM saranno i primi a veder applicata una procedura straordinaria per rendere più veloci sia l’espletamento dei concorsi stessi sia le conseguenti assunzioni. Il testo del decreto elenca le seguenti classi di concorso interessate, con un totale di posti disponibili di 6.129:

Classe di Concorso/Tipologia di posto Numero di posti
A020 – Fisica 282
A026 – Matematica 1005
A027 – Matematica e fisica 815
A028 – Matematica e scienze 3124
A041 – Scienze e tecnologie informatiche 903

 

Come suggerisce il comma 14: “In via straordinaria, esclusivamente per le immissioni in ruolo relative all’anno scolastico 2021/2022 in ragione degli obiettivi perseguiti tramite il Piano Nazionale di ripresa e resilienza circa il rafforzamento delle materie scientifiche e tecnologiche e dell’elevato numero dei posti vacanti e disponibili, le procedure concorsuali ordinarie già bandite, di cui al decreto dipartimentale del 21 aprile 2020, n. 499, indicate nella seguente Tabella A, e per il numero di posti ivi previsto, si svolgono, anche in deroga alla normativa vigente, con le modalità di cui al comma 15.”

Le modalità suggerite nel comma successivo sopra citato, che saranno quindi applicate ai concorsi delle discipline STEM, sono:

  • un’unica prova scritta: con più quesiti a risposta multipla, volta all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese;
  • la prova scritta sarà in digitale, ovvero computer-based, e si svolgerà nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali;
  • la prova scritta consisterà in una serie di 50 domande a risposta multipla da svolgersi in 100 minuti. Le domande sono così divise:
    • 40 domande sul programma d’esame, diverso per ogni classe di concorso;
    • 5 domande sull’informatica;
    • 5 domande sulla lingua inglese.
  • a seguire una prova orale.

Per la preparazione consigliamo:

Concorso Scuola Discipline STEM A20 Fisica - A26 Matematica - A27 Matematica e Fisica - A28 Matematica e Scienze

Concorso Scuola Discipline STEM A20 Fisica - A26 Matematica - A27 Matematica e Fisica - A28 Matematica e Scienze

C. Iodice, 2021, Maggioli Editore

Il volume è un utile strumento di preparazione alla prova scritta della procedura straordinaria del concorso ordinario per la scuola secondaria di secondo grado, dedicata alle materie STEM, in particolare:A20 - Fisica;A26 - Matematica;A27 - Matematica e Fisica;A28 - Matematica e Scienze. Il...



Concorso Scuola Discipline STEM Matematica (A26)

Concorso Scuola Discipline STEM Matematica (A26)

Carla Iodice, 2021, Maggioli Editore

Il volume è un utile strumento di preparazione alla prova scritta della procedura straordinaria del concorso ordinario per la scuola secondaria di secondo grado, dedicata alle materie STEM, in particolare alla classe di concorso di Matematica (A26). Il testo offre una trattazione...



Concorso a cattedra - Matematica e Fisica CLASSI A20 - A26 - A27

Concorso a cattedra - Matematica e Fisica CLASSI A20 - A26 - A27

V. Calvino, C. Pranteda, 2019, Maggioli Editore

Il manuale costituisce un indispensabile strumento di preparazione alla prova scritta e a quella orale del concorso a cattedra per l’insegnamento nelle classi di concorso:• A20 - Fisica (ex A038);• A26 - Matematica (ex A047);• A27 - Matematica e Fisica (ex A049). Il...



Concorso a cattedra - Matematica e Scienze Classe A28

Concorso a cattedra - Matematica e Scienze Classe A28

C. Bottino, L. Bouché, V. Calvino, C. Delle Fratte, C. Pranteda, M. Taddeo, 2019, Maggioli Editore

Il manuale costituisce un indispensabile strumento di preparazione alla prova scritta e a quella orale del concorso a cattedra per l’insegnamento nella classe di concorso A28 - Matematica e Scienze (ex A059 - Scienze Matematiche, Chimiche, Fisiche, Biologiche e Naturali). Il volume segue...



Manuale di inglese per concorsi pubblici

Manuale di inglese per concorsi pubblici

Grazia Tomasicchio, 2020, Maggioli Editore

Il Manuale è un utile strumento di supporto per l’apprendimento della lingua inglese. Il testo presenta tutte le sezioni fondamentali della grammatica inglese indispensabili per l’apprendimento:- articoli e nomi;- aggettivi e pronomi;- aggettivi e avverbi;- costruzione della...



Informatica per concorsi pubblici 2020 - Manuale

Informatica per concorsi pubblici 2020 - Manuale

Viola Ardone, Giuliana Pianura, Giancarlo Sperli, 2020, Maggioli Editore

Il volume è una trattazione semplice ed esaustiva di tutti gli argomenti fondamentali di Informatica (gli stessi richiesti anche per il conseguimento dell’ECDL – Patente Europea del Computer), una guida operativa all’utilizzo degli strumenti informatici, attraverso...



Decreto Sostegni bis: in arrivo la modalità semplificata

Il nuovo Decreto Sostegni bis, nella sezione dedicata al futuro del mondo scolastico, introduce l’articolo 59, destinato a cambiare e ridefinire le regole dei concorsi sia quelli attualmente in essere sia quelli che saranno emanati nei prossimi anni, al fine di velocizzare le procedure e le conseguenti assunzioni.

In particolare il comma 10 sottolinea che “al fine di assicurare che i concorsi ordinari per il personale scolastico per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria per i posti comuni e di sostegno siano banditi con frequenza annuale”, “garantendone comunque il carattere comparativo”, saranno applicate le seguenti modalità semplificate per un veloce espletamento delle procedure concorsuali:

  • in sostituzione della o delle prove scritte previste a legislazione vigente, sostenimento e superamento di una unica prova scritta con più quesiti a risposta multipla, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese;
  • l’amministrazione si riserva la possibilità, in ragione del numero di partecipanti, di prevedere, se necessario, la non contestualità delle prove relative alla medesima classe di concorso, assicurandone comunque la trasparenza e l’omogeneità in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti;
  • la prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il
    punteggio minimo di 70 punti;
  • prova orale;
  • valutazione dei titoli;
  • formazione della graduatoria sulla base delle valutazioni precedenti, nel limite dei posti messi a concorso.

Il Sostegni bis sottolinea che la modalità semplificata dovrà essere applicata anche per il concorso scuola ordinario già bandito, di conseguenza pertanto questa procedura riguarderà, oltre alle discipline STEM, anche le altre classi di concorso del bando 2020. Come si evince dalla bozza: “Con decreto del Ministero dell’istruzione sono apportate tutte le occorrenti modificazioni ai bandi di concorso derivanti da quanto sopra previsto, senza che ciò comporti la riapertura dei termini per la presentazione delle istanze o la modifica dei requisiti di partecipazione.”

Concorso Ordinario Scuola Secondaria 2020: come partecipare

Decreto Sostegni bis: assunzione precari

Il nuovo decreto affronta anche la questione delle assunzioni dei precari in vista dell’anno scolastico 2021/2022. Nel testo si legge infatti che: “In via straordinaria, esclusivamente per l’anno scolastico 2021/2022, i posti comuni e di sostegno vacanti
e disponibili che residuano dopo le immissioni in ruolo ai sensi dei commi 1, 2 e 3 sono assegnati con contratto a tempo determinato” 
ai docenti che:

  • sono inclusi nella prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze per i posti comuni o di sostegno, o negli appositi elenchi aggiuntivi ai quali possono iscriversi, anche con riserva di accertamento del titolo, coloro che conseguono il titolo di abilitazione o di specializzazione entro il 31 luglio 2021;
  • hanno svolto su posto comune o di sostegno, entro l’anno scolastico 2020/2021, almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, negli ultimi dieci anni scolastici oltre quello in corso, nelle istituzioni scolastiche statali valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124. 5.

Il sopra citato contratto a tempo determinato è “ proposto esclusivamente nella provincia e nella o nelle classi di concorso o tipologie di posto per le quali il docente risulta iscritto nella prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze o negli elenchi aggiuntivi.”

Inoltre, nel corso della durata di tale contratto i docenti dovranno sostenere anche un percorso annuale di formazione iniziale seguito da una prova disciplinare.

In caso di valutazione positiva del percorso di formazione, l’insegnate viene assunto a tempo indeterminato e confermato in ruolo, con decorrenza giuridica dal 1 settembre 2021, o, se successiva, dalla data di inizio del servizio, nella stessa istituzione scolastica presso cui ha prestato servizio a tempo determinato.

Per ulteriori informazioni scarica il decreto Sostegni bis.

Decreto Sostegni bis: ripetere la domanda di partecipazione

Il testo del nuovo decreto sottolinea anche l’impossibilità, per tutti i candidati che non superino le prove di un concorso, di poter ripetere la domanda di partecipazione per la successiva procedura concorsuale appartenente alla stessa classe.

Come recita il comma 13 del decreto: ““I candidati che partecipano ad una procedura concorsuale e non superano le relative prove non possono presentare domanda di partecipazione alla procedura concorsuale successiva per la medesima classe di concorso o tipologia di posto per la quale non hanno superato le prove.”

Recovery Plan: cosa prevede per la scuola, concorsi rapidi e valutazione dei titoli



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome