Home Concorsi pubblici Concorso Scuola Graduatorie Ata 2021, domande fino al 26 aprile: requisiti, compatibilità, profili e...

Graduatorie Ata 2021, domande fino al 26 aprile: requisiti, compatibilità, profili e come far domanda

guardatorie-ata-terza-fascia-2021

*aggiornamento del 21/04/2021slitta al 26 aprile il termine per la presentazione delle domande di inserimento nelle Graduatorie Ata 2021. A quanto si apprende da OrizzonteScuola.it, resta invariata la data per il conseguimento dei titoli validi per il punteggio (il 22 aprile).

Leggi il decreto

Al via l’aggiornamento e la riapertura delle graduatorie Ata di terza fascia di circolo o Istituto, valide per supplenze negli anni scolastici 2021/2022, 2022/2023 e 2023/2024. Il decreto 3 marzo ha confermato il 22 marzo come data di inizio della raccolta delle candidature. C’è tempo un mese per l’iscrizione: il termine è fissato al 22 aprile.

Il decreto e le FAQ del Ministero sono state pubblicate sul sito istituzionale, degli Uffici Scolastici Regionali, degli Uffici degli Ambiti territoriali e delle istituzioni scolastiche.

Il concorso per l’accesso ai ruoli è per soli titoli e le domande di partecipazione dovranno essere presentate online accedendo con le credenziali SPID.

Nei prossimi paragrafi indichiamo: profili, requisiti di accesso, modalità di invio della domanda e titoli valutabili per aumentare il punteggio.

Ultime news sui concorsi scuola

Requisiti ATA terza fascia

Al concorso ATA terza fascia possono partecipare tutti i cittadini italiani, Europei e di Paesi terzi con un’età compresa tra i 18 e i 66 anni compiuti, che godano dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza o provenienza e che non siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo (voto).

Non è richiesta esperienza pregressa nel ruolo ma è obbligatorio aver conseguito uno dei seguenti titoli, distinti per profilo professionale:

  • assistente amministrativo – Diploma di maturità;
  • assistente tecnico – Diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale;
  • cuoco – Diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina;
  • infermiere – Laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione;
  • guardarobiere – Diploma di qualifica professionale di Operatore della moda;
  • addetto alle aziende agrarie – Diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico, operatore agro industriale oppure operatore agro ambientale;
  • collaboratore scolastico – Diploma di qualifica triennale di un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, nonchè qualsiasi diploma/attestato/qualifica rilasciati dalle Regioni.

Esclusi e ammessi

In questa tabella elenchiamo i principali casi di esclusione e ammissione al concorso ATA 2021:

esclusi ammessi
Non sono ammessi i candidati inseriti per lo stesso profilo:

  • nelle graduatorie provinciali permanenti per assunzioni a tempo indeterminato;
  • negli elenchi provinciali ad esaurimento;
  • nelle graduatorie provinciali ad esaurimento di collaboratore scolastico;
  • nelle graduatorie di istituto di prima e seconda fascia della stessa provincia.

E’ causa di esclusione anche l’inserimento nelle graduatorie di diverse province per altri profili.

In quest’ultimo caso, per avere la possibilità di partecipare, il candidato deve presentare una domanda di cancellazione dal precedente elenco e una domanda di inserimento nelle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia della nuova provincia scelta.

Possono partecipare i candidati:

  • con almeno 30 giorni di servizio, anche non continuativi, in posti corrispondenti al profilo professionale richiesto;
  • nelle graduatorie provinciali per le supplenze in qualità di docente;
  • nelle GAE docenti.

Nel caso dei docenti i contratti non devono essere stipulati in contemporanea.

 

Sono esclusi certamente i candidati:

  • destituiti o dispensati dall’impiego per insufficiente rendimento persistente o licenziati per giusta causa o giustificato motivo soggettivo da una Pubblica Amministrazione;
  • dichiarati decaduti da un impiego statale per la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile (dichiarazioni, autocertificazioni o certificati contraffatti) oppure incorsi nella sanzione disciplinare della destituzione;
  • inabilitati o interdetti temporaneamente;
  • coinvolti in condanne penali con sentenza passata in giudicato per reati che impediscono la costituzione di un rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione o destinatari dei provvedimenti giudiziari indicati nell’art. 25-bis del D.P.R. 14 novembre 2002, n. 313;
  • dipendenti dello Stato o di Enti Pubblici collocati a riposo.

Domande graduatorie ATA 2021

Le nuove graduatorie terza fascia ATA sostituiscono le precedenti e hanno validità fino all’a.s. 2023/2024. Le domande di inserimento, di aggiornamento o di depennamento devono essere presentate online per una sola provincia, nella quale possono essere scelte 30 scuole, ma per più ruoli.

Dal 22 marzo al 22 aprile 2021 è il periodo utile per la presentazione delle domande (decreto 3 marzo). Disattese le indicazioni inserite nella bozza del bando in relazione alle tempistiche, che prospettavano dal 1° febbraio al 1° marzo l’apertura.

L’accesso alla piattaforma Istanze online (POLIS) deve essere effettuato con le credenziali SPID o con un’utenza valida per l’accesso ai servizi dell’area riservata.

Accedi qui per compilare l’istanza

I candidati già inseriti nel 2017 dovranno ripresentare domanda nuovamente.

Tempistiche

Una volta terminata la raccolta delle domande di ammissione, saranno necessari alcuni mesi per la pubblicazione delle graduatorie provvisorie con tempistiche diverse per ogni provincia.

Dal momento della pubblicazione i candidati avranno 10 giorni di tempo per contestare punteggio o posizione. Le assegnazioni saranno entro il mese di settembre 2021.

Titoli personale ATA: come aumentare il punteggio

I titoli valutati e i relativi punteggi per le graduatorie Ata 2021 sono indicati nel D.M. 716/14. Continuano ad essere validi i corsi e le certificazioni ammesse al precedente aggiornamento.

Nel documento sono presenti le seguenti tabelle:

  • A/1 Tabella di valutazione dei titoli relativa alle graduatorie di circolo e di istituto per
    le supplenze di assistente amministrativo;
  • A/2 Tabella di valutazione dei titoli relativa alle graduatorie di circolo e di istituto per le
    supplenze di assistente tecnico, di cuoco, di infermiere;
  • A/3 OS Tabella di valutazione dei titoli relativa alle graduatorie di circolo e di istituto per le supplenze di guardarobiere;
  • A/4 Tabella di valutazione dei titoli relativa alle graduatorie di circolo e di istituto per le
    supplenze di addetto alle aziende agrarie;
  • A/5 Tabella di valutazione dei titoli relativa alle graduatorie di circolo e di istituto per le supplenze di collaboratore scolastico.

Scarica la tabella valutazione titoli ATA

In linea generale sono valutati:

  • titoli di studio, di accesso o ulteriori (per alcuni profili) con riferimento alla media dei voti conseguiti;
  • certificazioni informatiche e digitali (un solo titolo tra quelle elencate);
  • titoli di servizio (in scuole o altre Amministrazioni) con incrementi di punteggio per anni, mesi o frazioni di 15 giorni;
  • idoneità in precedenti concorsi pubblici (per alcuni profili e per un solo titolo tra quelli posseduti).

Sono valutabili anche i titoli equipollenti conseguiti all’estero.

Consigliamo una lettura della tabella sopra riportata per avere riferimenti specifici per ogni profilo (amministrativo, tecnico, collaboratore scolastico, guardarobiere, infermiere, cuoco e addetto alle aziende agrarie.

iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome