Home Economia Bonus Legge di bilancio 2021: che fine hanno fatto?

Bonus Legge di bilancio 2021: che fine hanno fatto?

Paolo Ballanti
bonus-legge-di-bilancio-2021

La Legge di bilancio 2021 (Legge numero 178 del 30 dicembre 2020) ha introdotto dal 1° gennaio scorso una serie di bonus e sussidi in favore delle famiglie in situazioni di difficoltà economica al fine di favorirne l’inclusione sociale, attraverso servizi digitali o scelte attente all’ambiente. Previste anche misure di riordino e potenziamento delle prestazioni economiche a beneficio dei genitori con figli minori, attraverso il cosiddetto “assegno unico”.

Molte delle misure introdotte in Manovra sono subordinate a decreti ministeriali o provvedimenti dell’Agenzia delle entrate, che ne definiscano in dettaglio criteri e modalità di accesso.

A distanza di quasi tre mesi dall’entrata in vigore della Legge di bilancio sono numerosi i bonus inapplicabili perché privi dei provvedimenti attuativi. Vediamo nel dettaglio quali sono.

>>> Tutte le misure previste dalla Legge di Bilancio 2021

Bonus Legge di Bilancio 2021: Assegno unico

L’articolo 1 comma 7 della Legge di bilancio nell’ottica di ordinare e razionalizzare le misure di sostegno alle famiglie con figli, ha incrementato per l’anno 2021 il “Fondo assegno universale e servizi alla famiglia e altre misure correlate” in misura pari a 3.012,10 milioni di euro.

La decisione dovrebbe fare da apripista all’introduzione del cosiddetto “assegno unico”, chiamato a sostenere economicamente le famiglie per:

  • Ogni figlio nascituro a decorrere dal settimo mese di gravidanza;
  • Ciascun figlio minorenne a carico;
  • Figlio maggiorenne a carico, se frequentate corsi universitari / formazione professionale, tirocinante, coinvolto in un’attività lavorativa limitata (con reddito al di sotto di una determinata soglia), disoccupato ed in cerca di lavoro, coinvolto nel servizio civile nazionale.

Il sussidio consiste in un importo variabile in funzione dell’ISEE e del numero dei componenti il nucleo, riconosciuto sotto forma di credito d’imposta o erogazione mensile in denaro. Previste inoltre maggiorazioni per i figli successivi al secondo, per le madri con meno di 21 anni e per i figli disabili.

L’introduzione dell’assegno unico comporterà la cancellazione di altre prestazioni quali:

  • Assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori;
  • Bonus bebè;
  • Premio alla nascita o all’adozione;
  • Fondo di sostegno alla natalità.

Prevista anche una riforma di:

  • Detrazioni fiscali per figli a carico;
  • Assegno per il nucleo familiare (ANF);
  • Assegni familiari.

La partenza dell’assegno è subordinata ad un apposito disegno di legge delega, attualmente in discussione al Senato, in attesa dell’approvazione definitiva da parte dell’Aula dopo aver concluso l’esame in Commissione lavoro lo scorso 10 marzo.

Bonus Legge di Bilancio 2021: auto elettriche

I nuclei familiari con ISEE inferiore a 30 mila euro hanno la possibilità di accedere ad un incentivo pari al 40% del prezzo di acquisto di veicoli nuovi di fabbrica, alimentati esclusivamente ad energia elettrica, con potenza inferiore o uguale a 150 kW, appartenenti alla categoria M1.

Il bonus è accessibile per gli acquisiti effettuati in Italia entro il 31 dicembre 2021 (anche in locazione finanziaria), limitatamente ai veicoli con un prezzo, risultante dal listino prezzi ufficiale della casa automobilistica, inferiore a 30 mila al netto di IVA.

L’accesso al bonus è subordinato alle istruzioni fornite con apposito Decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, da adottare entro trenta giorni dall’entrata in vigore della Manovra. Provvedimento a tutt’oggi mancante.

Bonus Legge di Bilancio 2021: occhiali

Introdotto dalla Manovra 2021 un contributo erogato a mezzo voucher, del valore di 50 euro una tantum, da utilizzare per l’acquisto di occhiali da vista ovvero di lenti a contatto correttive.

La misura, prevista in favore dei membri di nuclei familiari con un ISEE non superiore a 10.000 euro annui, è subordinata all’adozione di un apposito decreto interministeriale che ne definisca limiti, criteri e modalità di applicazione. Ad oggi manca tale provvedimento attuativo.

Bonus Legge di Bilancio 2021: pc e tablet

Sempre la Manovra 2021 ha previsto il cosiddetto “Kit digitalizzazione” a beneficio dei nuclei familiari con:

  • ISEE non superiore a 20 mila euro;
  • Almeno un componente iscritto ad un ciclo di istruzione scolastica o universitaria;
  • Assenza di qualsiasi contratto di connessione internet o telefonia mobile.

La misura prevede, in via sperimentale per il biennio 2021-2022, la concessione in comodato d’uso gratuito di dispositivi di connettività ovvero di un bonus di pari valore da utilizzare le medesime finalità.

Allo stato attuale manca il Decreto del Presidente del consiglio dei ministri o del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, diretto a definire le modalità di accesso al bonus. Tale provvedimento (ai sensi del comma 613 della Legge di bilancio) doveva essere adottato entro trenta giorni dall’entrata in vigore della Manovra, coincidente con il 1° gennaio 2021.

Bonus Legge di Bilancio 2021: giornali

Previsto in Legge di bilancio un voucher di 100,00 euro a beneficio dei nuclei familiari con ISEE non superiore a 20 mila euro, spendibile per l’acquisto di abbonamenti a quotidiani, periodici o riviste (anche in formato digitale).

Destinatari del bonus sono i nuclei già interessati dal voucher di 500 euro (già operativo) per l’abbonamento ai servizi di connessione internet a banda ultra larga e l’acquisto dei relativi dispositivi.

Ad oggi mancano le disposizioni attuative del bonus giornali, da adottare con decreto del Presidente del consiglio ovvero del Sottosegretario con delega all’informazione e all’editoria, di concerto con Ministro dell’economia e Ministro dello sviluppo economico. In base al comma 625 della Legge di bilancio il decreto doveva essere approvato entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della Manovra.

Bonus Legge di Bilancio 2021: depuratori acqua

La legge numero 178 prevede un credito d’imposta a beneficio di persone fisiche, esercenti attività d’impresa, arti o professioni nonché enti non commerciali (compresi enti del Terzo settore ed enti religiosi civilmente riconosciuti), finalizzato all’acquisto di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento, addizione di anidride carbonica alimentare, oltre al miglioramento qualificativo delle acque per consumo umano erogate dagli acquedotti.

Il bonus spetta in misura pari al 50% delle spese sostenute a decorrere dal 1° gennaio 2021 e sino al 31 dicembre 2022, nei limiti di un ammontare di:

  • 1.000,00 euro per ciascuna unità immobiliare, per le persone fisiche non esercenti attività economica;
  • 5.000,00 euro per ciascun immobile destinato ad attività commerciale o istituzionale (per i soggetti diversi dalle persone fisiche).

La misura è attualmente priva del provvedimento del direttore dell’Agenzia entrate (da adottare entro trenta giorni dall’entrata in vigore della Manovra), destinato a fissare criteri e modalità di applicazione.

Bonus Legge di Bilancio 2021: chef

La Manovra 2021 riconosce un credito d’imposta fino al 40% delle spese sostenute da cuochi professionisti, tra il 1° gennaio 2021 e il 30 giugno 2021, per l’acquisto di:

  • Macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, lavorazione, trasformazione e cottura di prodotti alimentari;
  • Strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione;
  • Corsi di aggiornamento professionale.

La misura, spettante nei limiti di 6 mila euro complessivi, è riservata a coloro che svolgono l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti, sia come lavoratore dipendente che autonomo con partita IVA, anche se non in possesso del codice ATECO 5.2.2.1.0.

L’applicazione del credito d’imposta è subordinata ad un Decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro del lavoro ed il Ministro dell’economia, provvedimento non ancora adottato.

Leggi anche “Decreto Sostegni: tutte le misure e aiuti per lavoratori, famiglie e disoccupati”

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome