Home Economia Restrizioni Covid, Dpcm marzo: cosa fare e cosa no fino al 6...

Restrizioni Covid, Dpcm marzo: cosa fare e cosa no fino al 6 aprile

Nuovo Dpcm in vigore dal 6 marzo al 6 aprile: regole per spostamenti, visite, seconde case, negozi, ristoranti e bar, sport

restrizioni-covid

Il nuovo Dpcm del 2 marzo 2021 firmato dal premier Mario Draghi, è in vigore e sono cambiate ancora una volta le regole e le restrizioni Covid per il contenimento dei contagi su tutto il territorio nazionale.

Mentre la situazione attuale vede un aumento dei contagi e sempre più territori virare verso l’arancione e il rosso, uno spiraglio verso l’allentamento viene dall’istituzione della Zona Bianca, alla quale possono accedere le regioni all’interno delle quali l’incidenza settimanale dei nuovi contagi sia inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive.

Nelle regioni che appartengono alla Zona bianca cessano di valere le restrizioni imposte dal Dpcm per le zone con un rischio più elevato. Solo la Sardegna in questo momento appartiene a questa zona dalle restrizioni più allentate, che vede la riapertura di quasi tutte le attività sul proprio territorio. Allo stesso momento, viene anche introdotta la zona arancione rafforzata, intermedia tra arancione e rossa in termini di limitazioni.

Vediamo nei prossimi paragrafi le novità su cosa è permesso fare e sui divieti in corso, aggiornati al Dpcm del 2 marzo.

Nuovo Dpcm Marzo 2021: tutte le regole, divieti, novità e testo

Restrizioni Covid: spostamenti

È possibile spostarsi a ogni ora del giorno?

No, resta in vigore il divieto di spostamento dalle 22 alle 5 per zone gialla, arancione e rossa. Nella zona bianca questo divieto è in vigore a partire dalle 23.30.

Ci si può spostare tra regioni?

No, fino al 27 marzo gli spostamenti tra regioni sono vietati, se non per motivi di lavoro, salute o necessità. È altresì permesso lo spostamento per il ritorno alla propria residenza, domicilio o abitazione.

È possibile recarsi nelle “seconde case”?

Sì, raggiungere le seconde case è possibile, a patto che queste non siano abitate da persone non appartenenti al nucleo familiare e che non si trovino in zona rossa. Inoltre, alcune autorità locali hanno esteso il divieto anche alle zone arancione rafforzata, per cui è consigliabile consultare anche le restrizioni locali.

Sono permesse le visite ad amici e parenti?

Le visite a parenti e amici sono permesse, nella misura di un solo spostamento verso un’abitazione privata al giorno, in massimo due persone, per le zone bianca, gialla e arancione. Sono vietate invece per la zona rossa e per la zona arancione rafforzata. Recarsi presso un amico o un parente non autosufficiente rappresenta invece una situazione di necessità, per la quale lo spostamento è sempre permesso.

Covid, zona arancione rafforzata: la mappa, le regole e i divieti

Restrizioni Covid: attività commerciali

Sono aperti i negozi di servizi alla persona?

I negozi di servizi alla persona, come parrucchieri, centri estetici, sono aperti in tutte le aree con l’esclusione dei territori all’interno della Zona rossa. Nella zona rossa sono inoltre chiusi i mercati, eccezion fatta per le attività di vendita al dettaglio di soli generi alimentari.

È possibile consumare all’interno di bar e ristoranti?

Il consumo al tavolo è permesso solo in zona bianca e gialla. Per quest’ultima, è permesso fino alle 18. I ristoranti possono garantire l’asporto fino alle 22, nessuna limitazione per le consegne a domicilio. Per la Zona bianca non sono previsti questi limiti, i ristoranti sono aperti fino alle 23 mentre bar e pub rimangono aperti fino alle 21.

Sono aperte le altre attività commerciali?

I negozi e le attività commerciali sono aperti in tutte le zone, senza limitazioni di beni vendibili, a esclusione della Zona rossa. I centri commerciali inoltre restano chiusi in tutte le zone durante il fine settimana e i festivi, con l’eccezione di farmacie, parafarmacie, alimentari, tabacchi ed edicole.

Covid, Zona bianca: cosa prevede, regioni, regole, divieti

Restrizioni Covid: musei, cinema e sport

Sono aperti i musei e altri luoghi della cultura?

Musei e altri luoghi di cultura sono aperti nelle sole aree bianche e gialle, nei soli giorni feriali. Dal 27 marzo questi luoghi potranno restare aperti anche nel fine settimana e durante i giorni festivi, sempre rispettando i protocolli per il contenimento del contagio.

Sono aperti cinema e teatri?

Sale cinematografiche, teatrali e da concerto sono chiuse. Dal 27 marzo potranno riaprire, a capienza ridotta, nelle sole zone gialle. Non sono previste restrizioni per la zona bianca, per la quale però si rimanda alle ordinanze territoriali.

Sono aperte le palestre?

No, le attività di palestre e piscine rimangono sospese. Per la zona bianca, si seguiranno invece le future direttive regionali.

Sono aperte le discoteche, gli stadi e le fiere in zona bianca?

No, su tutto il territorio nazionale, zona bianca compresa, restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto, comprese le manifestazioni fieristiche e i congressi nonché le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso.

Covid: la nuova mappa dei colori delle Regioni dal 1° marzo 2021



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome