Home Concorsi pubblici Concorsi Regione Abruzzo: pubblicati i bandi per 17 specialisti. Tutte le informazioni

Concorsi Regione Abruzzo: pubblicati i bandi per 17 specialisti. Tutte le informazioni

Si aprono nuove possibilità per le assunzioni nella Pubblica Amministrazione con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n.13 del 16 febbraio 2021 di nuovi concorsi Regione Abruzzo volti a coprire 17 posti per diverse figure professionali.

Questi posti a tempo pieno e indeterminato, di categoria D, posizione economica D1, riguardano diversi profili professionali di Specialista, per il quali occorre il possesso di un Diploma di Laurea Magistrale.

Vediamo nei prossimi paragrafi i dettagli sui profili inseriti nei bandi, i requisiti richiesti e come partecipare ai relativi concorsi.

Tutte le novità sui concorsi in Abruzzo

Concorsi Regione Abruzzo: i profili professionali richiesti

Sono 5 i bandi indetti dall’Amministrazione che riguardano altrettanti profili professionali di specialista. In particolare i 17 posti sono così suddivisi:

  • 1 posto di specialista agronomo;
  • 2 posti di specialista farmacista;
  • 2 posti di specialista informatico;
  • 3 posti di specialista amministrativo;
  • 9 posti di specialista economista.

Concorsi Regione Abruzzo: requisiti di partecipazione

Per tutte le figure professionali a concorso occorre, nel presentare domanda di partecipazione, essere in possesso dei seguenti requisiti generali:

  • cittadinanza italiana, fatte salve le equiparazioni stabilite dalle leggi, o in alternativa cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;
  • età non inferiore a 18 anni e non superiore all’età di collocamento a riposo prevista dalle vigenti disposizioni per i dipendenti pubblici;
  • godimento dei diritti civili e politici; non essere stati esclusi dall’elettorato attivo;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del profilo professionale oggetto di concorso;
  • non essere stati destituiti dall’impiego o licenziati oppure dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento; non essere stati inoltre dichiarati decaduti da un impiego pubblico a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso è stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
  • non avere riportato condanne penali passate in giudicato né avere procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione;
  • per i nati entro il 31.12.1985, essere in regola con gli obblighi di leva;

I cittadini non italiani che intendono partecipare al concorso devono inoltre possedere il godimento dei diritti civili e politici nel proprio paese d’origine e una certificazione che attesti la conoscenza della lingua italiana di livello C2 del quadro QCER.

Per quanto riguarda i requisiti specifici, questi riguardano il titolo di studio richiesto, che ricordiamo essere la Laurea Magistrale. Per esempio, per il concorso da specialista farmacista è necessario il possesso della Laurea Magistrale in Farmacia e Farmacia Industriale (LM 13) o altri titoli equipollenti o equiparati. Di seguito sono disponibili i vari bandi dove è possibile conoscere nel dettaglio il titolo di studio richiesto e informazioni più dettagliate sulla presentazione delle domande.

Concorsi Regione Abruzzo: come fare domanda

La domanda di partecipazione ai concorsi può essere inoltrata esclusivamente online tramite l’apposito Sportello della Regione Abruzzo. Si potrà accedere allo sportello tramite le credenziali SPID (se non si è in possesso dello SPID abbiamo spiegato in questo articolo come creare la propria Identità Digitale).

Per presentare domanda è necessario essere in possesso di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) personale, è inoltre necessario il pagamento di una tassa di concorso di 10 euro, effettuabile tramite bollettino postale o bonifico bancario agli estremi indicati nei bandi.

La domanda andrà compilata in ogni sua parte, dichiarando il possesso dei requisiti richiesti dal bando, e a questa andranno allegati i seguenti documenti in formato pdf:

  • copia della ricevuta del pagamento della tassa di concorso;
  • eventuale copia dell’attestazione di equiparazione ovvero della richiesta di equivalenza del titolo di studio estero con la copia della ricevuta di spedizione.
  • eventuale certificazione medica che attesti la necessità di avvalersi dei benefici previsti dalla Legge 104/92 (art. 20, commi 1 e 2), come ad esempio il tempo aggiuntivo per lo svolgimento delle prove.

Per aiutare gli utenti nella compilazione della domanda, lo Sportello Regione Abruzzo ha messo a disposizione una guida operativa con tutte le istruzioni per la partecipazione, dall’accesso all’inoltro della domanda. La guida è consultabile qui.

Concorsi Regione Abruzzo: prova preselettiva

Nel caso in cui il numero di partecipanti al concorso ecceda i limiti stabiliti da ogni bando, la Commissione si riserva la facoltà di effettuare una prova preselettiva, dalla quale sono esentati i candidati con percentuale di invalidità uguale o superiore all’80%.

La prova preselettiva sarà svolta in modalità informatica presso delle sedi che verranno indicate successivamente, e consisterà in una batteria di 60 quiz a risposta multipla, da svolgere in 60 minuti. Metà delle domande sarà di tipo logico-deduttivo, l’altra metà riguarderà le materie oggetto delle prove.

Sarà ammesso alle successive prove d’esame un numero di candidati pari a tre volte quello dei posti messi a concorso. Questo numero può aumentare nel caso di candidati con lo stesso punteggio dell’ultimo in posizione utile.

Concorsi Regione Abruzzo: le prove d’esame

Per tutti i bandi le prove d’esame saranno strutturate in:

  • Due prove scritte (una teorica e una di carattere pratico)
  • Una prova orale (durante la quale verrà accertata anche la conoscenza della lingua inglese almeno di livello B1 e adeguate conoscenze informatiche, alle quali verrà assegnata un’idoneità).

Le tre prove si intendono superate se ciascuna avrà un punteggio uguale o superiore a 21/30. Ai punteggi delle tre prove si aggiunge l’idoneità circa le conoscenze della lingua inglese e delle principali applicazioni informatiche.

Maggiori informazioni sugli argomenti d’esame per ogni figura professionale sono presenti nei rispettivi bandi.

Per la preparazione ai concorsi dai un’occhiata al catalogo Maggioli Editore

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome