Home Concorsi pubblici Concorso Ministero della Giustizia Concorso 2700 Cancellieri Esperti, prova orale: materie, punteggio e tempistiche. Le novità...

Concorso 2700 Cancellieri Esperti, prova orale: materie, punteggio e tempistiche. Le novità dalla Gazzetta del 19 febbraio

prova-orale-concorso-cancellieri-esperti

Nella Gazzetta Ufficiale del 19-02-2021 è stato pubblicato un avviso di rettifica al bando del Concorso 2700 Cancellieri Esperti che, sostanzialmente, apporta modifiche nella composizione delle commissioni e nei punteggi attribuiti ai titoli.

Nel dettaglio:

  • art. 4, comma 2 «le commissioni esaminatrici sono composte da un dirigente o equiparato dell’Amministrazione giudiziaria, con funzioni di presidente e da due esperti, con funzioni di commissari. Le funzioni di segretario sono svolte da un dipendente
    dell’Amministrazione giudiziaria di area III»;
  • art. 5, comma 4, lettera a) vengono attribuiti 5 punti anche per i diplomati con 100, senza lode, se il titolo è stato conseguito tra il 1999 e il 2006.

Nei prossimi paragrafi un approfondimento sulla valutazione dei titoli, sulla prova orale e alcuni consigli sui materiali di preparazione.

Elenco ammessi e calendari prova orale concorso Cancellieri esperti

Concorso 2700 Cancellieri Esperti: distretti

Colloquio orale e valutazione dei titoli, la formula vincente dei nuovi Concorsi Ministero Giustizia per accelerare le assunzioni in un periodo che non consente un normale svolgimento delle prove. Il bando del Concorso 2700 Cancellieri Esperti è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.96 dell’11 dicembre 2020.

La partecipazione è ammessa per uno solo dei codici concorsuali, quindi può essere scelto un solo distretto tra quelli menzionati. La ripartizione dei posti prevede:

  • Codice CASS – 113 unità per Uffici giudiziari, nazionali e Amministrazione;
  • Codice AN – 61 unità per il distretto della Corte di appello di Ancona;
  • Codice BA – 80 unità per il distretto Distretto della Corte di appello di Bari;
  • Codice BO – 136 unità per il distretto Corte di appello di Bologna;
  • Codice BS – 65 unità per il distretto della Corte di appello di Brescia;
  • Codice CA – 80 unità per il distretto della Corte di appello di Cagliari;
  • Codice CL – 31 unità per il distretto della Corte di appello di Caltanissetta;
  • Codice CB – 20 unità per il distretto della Corte di appello di Campobasso;
  • Codice CT – 99 unità per il distretto della Corte di appello di Catania;
  • Codice CZ – 111 unità per il distretto della Corte di appello di Catanzaro;
  • Codice FI – 125 unità per il distretto della Corte di appello di Firenze;
  • Codice GE – 65 unità per il distretto della Corte di appello di Genova;
  • Codice AQ – 48 unità per il distretto della Corte di appello dell’Aquila;
  • Codice LE – 66 unità per il distretto della Corte di appello di Lecce;
  • Codice ME – 62 unità per il distretto della Corte di appello di Messina;
  • Codice MI – 262 unità per il distretto della Corte di appello di Milano;
  • Codice NA – 308 unità per il distretto della Corte di appello di Napoli;
  • Codice PA – 180 unità per il distretto della Corte di appello di Palermo;
  • Codice PG – 20 unità per il distretto della Corte di appello di Perugia;
  • Codice PZ – 40 unità per il distretto della Corte di appello di Potenza;
  • Codice RC – 85 unità per il distretto della Corte di appello di Reggio Calabria;
  • Codice RM – 242 unità per il distretto della Corte di appello di Roma;
  • Codice SA – 62 unità per il distretto della Corte di appello di Salerno;
  • Codice TO – 187 unità per il distretto della Corte di appello di Torino;
  • Codice TS – 41 unità per il distretto della Corte di appello di Trieste;
  • Codice VE – 111 unità per il distretto della Corte di appello di Venezia.

Concorso Cancellieri Esperti 2020: cosa sapere

Valutazione titoli concorso 2700 Cancellieri Esperti

La prova orale verrà preceduta dalla valutazione dei titoli dichiarati dai candidati in fase di domanda, con un massimo di 35 punti attribuibili in base a:

  • anzianità di servizio o iscrizione maturata;
  • votazione relativa al titolo di studio richiesto per l’accesso;
  • eventuali ulteriori titoli accademici universitari o post universitari;
  • completamento del tirocinio presso uffici giudiziari.

Andando nel dettaglio:

  • fino a 5 punti per il voto di diploma, di nuovo o di vecchio ordinamento;
  • 4 punti per ogni anno successivo al terzo di servizio nell’amministrazione giudiziaria, con un incremento di 1 punto per ogni ulteriorre frazione superiore a 3 mesi;
  • 3 punti per ogni anno successivo al primo nel ruolo di magistrato ordinario (senza sanzioni disciplinari), con aggiunta di 0,75 punti per ogni ulteriore frazione superiore a 3 mesi;
  • 3 punti per ogni anno successivo al primo di iscrizione all’albo professionale degli avvocati (senza sanzioni disciplinari), con 0,75 punti per ogni ulteriore frazione superiore a 3 mesi;
  • 2 punti per ogni anno intero successivo al quinto di insegnamento delle materie giuridiche (A-46, ex 19/A) presso il distretto per il quale è stata presentata la domanda, con 0,50 punti in aggiunta per ogni ulteriore frazione superiore a 3 mesi;
  • 2 punti per ogni anno successivo al quinto di servizio come ispettore o ruolo superiore nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, con 0,50 punti per ogni ulteriore frazione superiore a 3 mesi;
  • 6 punti per i tirocini negli Uffici giudiziari valutati con esito positivo;
  • 5 punti per il completamento con esito positivo del periodo di perfezionamento nell’ufficio per il processo;
  • 3 punti per i tirocini formativi, completati con esito positivo, ai sensi dell’art. 37 comma 11 del D.L. 6 luglio 2011 n.98.

Tutti i titoli valutabili devono essere posseduti entro l’ultimo giorno utile per l’invio della domanda.

I punti sono cumulabili. A parità di merito verranno preferiti i candidati che hanno indicato titoli di preferenza (art. 7 del bando). Non sono valutati i titoli richiesti per l’accesso al concorso.

Il testo completo per la prova orale è su amazon! Clicca qui

Prova orale concorso 2700 Cancellieri Esperti

Chi accede

L’esame orale potrà essere sostenuto da un numero di candidati pari a 3 volte il numero dei posti a concorso per ciascun distretto giudiziario. Numero che potrà essere superiore in caso di ex-aequo all’ultimo posto utile nella graduatoria di valutazione dei titoli.

Commissioni

Ogni distretto avrà la sua Commissione esaminatrice, con possibile nomina di sottocommissioni per velocizzare l’organizzazione. Ciascuna sottocommissione sarà responsabile di almeno 500 candidati, con aggiunta di ulteriori membri per la valutazione della conoscenza della lingua inglese e delle competenze informatiche.

I candidati verranno valutati dalla Commissione del distretto limitrofo, così come indicato all’art. 6 del bando.

Programma della prova orale

La prova orale consiste in un colloquio interdisciplinare su:

  • elementi di diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo, al pubblico impiego e alle diverse responsabilita’ dei dipendenti pubblici);
  • elementi di ordinamento giudiziario;
  • elementi di diritto processuale civile;
  • elementi di diritto processuale penale;
  • elementi di ordinamento giudiziario;
  • nozioni sui servizi di cancelleria;
  • normativa anticorruzione e trasparenza nella pubblica amministrazione, con particolare riferimento alla legge 6 novembre 2012, n. 190 e al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 (aggiunta a programma con avviso nella Gazzetta del 15/12/2020);
  • lingua inglese (conoscenza verificata attraverso una conversazione che accerti il possesso di competenze linguistiche almeno al livello B1 del QCER);
  • tecnologie informatiche, competenze digitali per favorire processi di innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione (con verifica di tipo pratico).

Valutazione

In totale sono 70 i punti ottenibili con la prova orale.

L’esame però si intende superato con il raggiungimento del punteggio minimo di 7 punti per ciascuna delle materie e di 3 punti per inglese e informatica.

Tempistiche di svolgimento

Il colloquio verrà svolto indicativamente dal febbraio 2021 su base distrettuale. Sarà predisposta un’aula, aperta al pubblico, se le condizioni epidemiologiche lo consentiranno. In alternativa le Commissioni potranno chiedere lo svolgimento in videoconferenza.

L’ordine di convocazione dei candidati verrà elaborato da un programma informatico. L’assenza nella data e nell’ora stabilita comporta l’esclusione del candidato dal concorso.

 

Per la preparazione consigliamo:

Concorso 2700 Cancellieri esperti Ministero della Giustizia (G.U. 11 dicembre 2020 n. 96)

Concorso 2700 Cancellieri esperti Ministero della Giustizia (G.U. 11 dicembre 2020 n. 96)

Luigi Tramontano, 2020, Maggioli Editore

Il manuale è un ottimo strumento di preparazione alla prova orale del concorso indetto dal Ministero della Giustizia per il reclutamento di 2700 cancellieri esperti, da inquadrare nell’Area funzionale seconda, fascia economica F3 (G.U. 11 dicembre 2020 n. 96). Il bando di concorso prevede di...



Disponibile anche su amazon! Clicca qui

oppure sui servizi di cancelleria:

Compendio dei Servizi di Cancelleria

Compendio dei Servizi di Cancelleria

Luigi Tramontano, 2021, Maggioli Editore

Il Compendio è un utile strumento di supporto allo studio per i candidati dei concorsi pubblici, ma anche un valido ausilio di aggiornamento professionale per tutti gli operatori dell’ambito giudiziario. Il testo presenta in maniera dettagliata e approfondita tutti gli argomenti inerenti i...





© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome