Home Concorsi pubblici Concorso Scuola Concorsi scuola 2021: le novità in Legge di Bilancio

Concorsi scuola 2021: le novità in Legge di Bilancio

concorsi-scuola-2021

La legge di Bilancio 2021 (L. n. 178 del 30 dicembre 2020) ha introdotto diverse novità anche per quanto riguarda l’istruzione, che portano quindi a nuove disposizioni anche per i Concorsi scuola 2021. Le disposizioni riguardano tutti gli ambiti del mondo scolastico, dall’edilizia alla digitalizzazione passando soprattutto per il personale.

La Manovra ha stanziato oltre 3,7 miliardi per l’istruzione, di questi almeno 1,5 miliardi per investimenti. Vediamo tutte le novità che riguardano il personale e come queste possono influire sui nuovi concorsi scuola.

Tutte le novità sui concorsi scuola

Concorsi scuola per posti comuni e sostegno

La novità più sostanziale riguarda il potenziamento delle assunzioni per i docenti di sostegno. Sono stati infatti stanziati fondi per un piano pluriennale di immissione in ruolo di insegnanti di sostegno che prevede l’assunzione di oltre 25.000 insegnanti.

Da segnalare anche che la Legge di bilancio prevede una novità per quanto riguarda la modalità di svolgimento dei concorsi. Sono previsti concorsi ogni due anni.

Il punteggio dei candidati in graduatoria potrà essere aggiornato aggiungendo nuovi titoli ottenuti.

Leggi anche “TFA sostegno 2021, oltre 6.000 posti: requisiti e novità”

Concorsi scuola 2021: insegnanti di religione

A dicembre 2020 è stato firmato un protocollo d’intesa che ha di fatto sbloccato il concorso per Insegnanti di Religione Cattolica.

Il Decreto Milleproroghe ha fissato al 31 dicembre 2021 il termine ultimo entro il quale la procedura sarà bandita.

Concorsi scuola 2021: scuole dell’infanzia

Al comma 968 dell’art. 1 della legge di bilancio si legge:

“La dotazione organica complessiva di cui all’articolo 1, commi 64 e 65, della legge 13 luglio 2015, n. 107, è incrementata di 1.000 posti, con riferimento alla scuola dell’infanzia, da destinare al potenziamento dell’offerta formativa nel relativo grado di istruzione.”

Si prospettano quindi nuove assunzioni di docenti per la scuola dell’infanzia. Lo stesso articolo specifica dopo che i 1.000 posti saranno divisi per tutte le regioni.

Concorsi scuola 2021: Concorso DSGA

La Legge di Bilancio 2021 ha eliminato la percentuale degli idonei del Concorso Dsga (precedentemente al 50%, ma il bando inizialmente stabiliva il 20%) calcolata in base ai posti disponibili per ciascuna Regione. Questo limite impediva agli idonei non vincitori (ovvero non immediatamente assegnatari) di accedere al ruolo pur avendo superato il concorso.

Inoltre nell’anno scolastico 2020/2021 variano le regole sul dimensionamento scolastico: ogni istituzione deve avere un minimo di 500 studenti, nonché 300 per le piccole isole e i comuni montani, per avere un Dirigente e un Dsga operanti.

Segnaliamo anche che l’art. 32 ter del D.L. n. 104 del 14 agosto 2020 al punto 5 ha affidato a un decreto congiunto del Ministero dell’Istruzione, MEF e Ministero della Pubblica amministrazione, di stabilire tutti i criteri necessari al fine di garantire continuità a alle procedure concorsuali per direttore dei servizi generali e amministrativi. Un decreto che dovrebbe arrivare quindi e che dovrebbe assicurare che i concorsi per DSGA si possano svolgere con continuità.

Concorsi scuola 2021: novità con il Recovery Plan

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sul quale il nuovo governo Draghi è al lavoro aveva inizialmente previsto lo stanziamento di oltre 28 miliardi di euro all’istruzione.

Uno degli obiettivi del Piano è quello di aumentare l’offerta di asili nido e scuole dell’infanzia, per cui ci si aspetta un aumento dell’organico che si aggiunge a quello già previsto dalla Legge di Bilancio.

Il secondo obiettivo più generale nell’ambito del personale è quello di potenziare la formazione e il reclutamento del personale docente. In particolare, l’anno di formazione e di prova diventerebbe determinante nello stabilire il superamento di un concorso pubblico.

Considerando che le misure del Recovery Plan potrebbero essere effettive già da quest’anno ci possiamo aspettare novità sulle assunzioni del comparto scuola anche a partire dal 2021 stesso.

Per la tua preparazione ai concorsi dai un’occhiata al catalogo Maggioli Editore



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome