Home Economia Bonus affitto 2021: nuovo modulo per la cessione del credito. Le istruzioni

Bonus affitto 2021: nuovo modulo per la cessione del credito. Le istruzioni

Elena Bucci
bonus-affitto-2021-cessione-credito

Dal 15 febbraio 2021, ai fini della comunicazione per la cessione del credito d’imposta sugli affitti, sarà necessario compilare un nuovo modulo pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con un provvedimento emanato il 12 febbraio 2021, che contiene le novità relative al bonus affitto previste dalla Legge di Bilancio 2021.

La pubblicazione di questo modulo aggiornato è dovuta alla proroga della misura prevista dalla Legge di Bilancio 2021, che ha infatti esteso l’agevolazione fino al 30 aprile 2021 in favore delle imprese turistico ricettive, delle agenzie di viaggio e dei tour operator.

Bonus affitto 2021 per locatori fino a 1200 euro

Vediamo ora le istruzioni utili per scaricare e compilare correttamente il nuovo modulo relativo alla cessione del credito d’imposta sugli affitti.

Bonus affitto 2021: il nuovo modulo

Con il provvedimento del 12 febbraio 2021 l’Agenzia delle entrate divulga un nuovo modulo da compilare per la comunicazione per la cessione del credito d’imposta sugli affitti, in sostituzione il modello precedente approvato con lo scorso provvedimento del 14 dicembre 2020.

Con l’articolo 1, comma 602 della Legge n. 178 del 30 dicembre 2020, è stata effettuata una proroga dell’agevolazione dei crediti d’imposta del bonus affitto fino al 30 aprile 2021, limitatamente ai canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda, per quanto riguarda:

  • le imprese turistico-ricettive;
  • le agenzie di viaggio;
  • i tour operator.

I crediti d’imposta risultano pari al 60% dei canoni d’affitto a favore delle attività legate al turismo, danneggiate dalla pandemia.

In più, l’articolo 122 del decreto-legge n. 34 del 2020 prevede che, fino al 31 dicembre 2021, i soggetti beneficiari di tali crediti d’imposta possono effettuare la cessione, anche parziale, degli stessi crediti ad altri soggetti o altri intermediari finanziari.

Questo modello deve essere necessariamente utilizzato per comunicare all’Agenzia delle entrate la cessione dei suddetti crediti e i dati dei relativi cessionari, per consentire a questi ultimi di fruire dei crediti. La comunicazione di cessione deve essere presentata:

  • all’Agenzia delle entrate, esclusivamente in via telematica, direttamente dal beneficiario, oppure avvalendosi di un intermediario di cui di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, mediante il servizio web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate;
  • dal 13 luglio 2020 al 31 dicembre 2021;
  • dai soggetti beneficiari dei crediti d’imposta.

Legge di bilancio: tutti i nuovi bonus del 2021

Bonus affitto 2021: istruzioni per la compilazione

Insieme al provvedimento e al nuovo modulo per la cessione del diritto d’imposta sugli affitti, l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul sito ufficiale una guida con le istruzioni utili per la sua compilazione.

Importante ricordare che questo modulo di cessione deve essere obbligatoria mente consegnato all’Agenzia delle entrate in via telematica dai soggetti beneficiari dei crediti d’imposta, fino al 31 dicembre 2021.

Il modulo si compone di due pagine scomposte in diversi riquadri, al cui interno l’utente dovrà inserire diverse informazioni tra cui: i dati relativi al cedente, al rappresentante, al tipo di credito ceduto e con gli estremi di registrazione dei contratti.

  • Il primo riquadro da compilare nella prima pagina è “dati del cedente”, in cui l’utente dovrà inserire il codice fiscale del soggetto beneficiario del credito d’imposta che comunica la cessione del credito stesso a soggetti terzi;
  • nel secondo riquadro “dati relativi al rappresentante” dovrà essere indicato il codice fiscale dell’eventuale rappresentante del soggetto cedente, mentre nel campo “codice carica” deve essere indicato il codice 1, nel caso di rappresentante legale e il codice 2, nel caso di rappresentante di minore, inabilitato o interdetto. Questo riquadro deve essere compilato solo se il firmatario della comunicazione è un soggetto diverso dal cedente.
  • nel terzo riquadro “tipologia di credito ceduto” deve essere anzitutto individuata la giusta tipologia di riferimento e barrare la casella corrispondente.
  • Importante ricordare che una singola comunicazione può riguardare solo uno dei due crediti d’imposta cedibili dunque, nel caso in cui fosse necessaria la cessione di entrambi i crediti d’imposta, dovranno essere compilate e presentate due distinte comunicazioni.

Solo per la cessione del credito previsto dal decreto Rilancio bisogna indicare:

  • il tipo di contratto barrando la relativa casella (A – Locazione/Affitto; B – Leasing; C – Concessione; D – Contratto di servizi a prestazioni complesse; E – Affitto d’azienda);
  • l’anno e i mesi a cui si riferisce il credito d’imposta e il relativo importo.

  • il primo riquadro “estremi di registrazione dei contratti” deve essere compilato indicando gli estremi di registrazione dei contratti ai quali si riferisce il canone che ha dato origine al credito d’imposta ceduto. Deve essere indicato almeno un contratto. Inoltre per ciascun contratto devono essere inseriti la data di registrazione, la serie, il numero, l’ufficio dell’Agenzia presso il quale il contratto è stato registrato, la tipologia di immobile (“A” = abitativo; “C” = non abitativo; “T” = terreno) e il canone annuo.
  • nella sezione successiva “Il cedente comunica“, l’utente dovrà inserire il codice fiscale cessionario, la data della cessione e l’ammontare del credito ceduto in riferimento ai soggetti cui è stato creduto il credito.
  • nel riquadro “sottoscrizione” il soggetto deve apporre la firma e riportare la data di sottoscrizione;
  • l’ultimo riquadro “impegno alla presentazione telematica” è riservato al soggetto incaricato della trasmissione della comunicazione, che deve indicare il codice fiscale, la data dell’impegno alla presentazione telematica e la firma.

Scarica e compila il nuovo modulo.

(Fonte: Agenzia delle entrate)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome