Home Concorsi pubblici Concorso Comune di Genova, 30 posti da Istruttore Servizi Tecnici: requisiti, prove,...

Concorso Comune di Genova, 30 posti da Istruttore Servizi Tecnici: requisiti, prove, scadenze

concorso-comune-genova-30-posti-istruttore-servizi-tecnici

Ultimo giorno per poter partecipare al Concorso Comune di Genova volto a coprire 30 posti, a tempo pieno e indeterminato, da Istruttore Servizi Tecnici. Il bando, pubblicato nella G.U. n. 100 del 29-12-2020 prevede infatti la data del 13 gennaio 2021 come termine ultimo per presentare domanda.

Il bando è comunque subordinato all’esito negativo della procedura di cui all’art. 34 bis del D.lgs. 165/2001 sulla mobilità del personale dipendente pubblico “in disponibilità”. Nel caso in cui solo una parte dei posti banditi venisse coperta mediante la procedura di mobilità, si procederà alla copertura dei posti restanti con il bando stesso.

Vediamo adesso i requisiti per poter partecipare al concorso, come presentare domanda e quali sono le prove della selezione.

Resta aggiornato su tutti i concorsi attivi in Liguria

Concorso Comune di Genova: requisiti

Per essere ammessi alla selezione è necessario possedere i seguenti requisiti generali:

  • Cittadinanza italiana;
  • Età non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo;
  • Godimento dei diritti civili e politici;
  • Non avere riportato condanne penali, né avere procedimenti penali in corso che impediscano ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
  • Per gli aspiranti di sesso maschile nati fino all’anno 1985, posizione regolare nei
    riguardi degli obblighi imposti dalla legge sul reclutamento militare;
  • Non essere stati destituiti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, o dichiarati decaduti nonché dispensati dall’impiego per persistente insufficiente rendimento.

Per quanto riguarda i requisiti specifici per la figura di Istruttore Servizi Tecnici, invece, sono richiesti:

  • Diploma di maturità Tecnologico – Indirizzo Costruzioni, Ambiente, territorio (nuovo ordinamento) oppure Diploma di Geometra o Diploma di Perito Industriale in edilizia (vecchio ordinamento);
  • Diploma di laurea (vecchio ordinamento) in Architettura, Ingegneria Civile, Ingegneria Edile, Ingegneria Civile per la difesa del Suolo e la pianificazione territoriale oppure
  • Laurea specialistica (DM. n. 509/99) in Architettura del Paesaggio, Architettura e Ingegneria edile-architettura, Ingegneria Civile oppure
  • Laurea magistrale (D.M. n. 270/2004) in Architettura del Paesaggio, Architettura e Ingegneria edile-architettura, Ingegneria Civile, Ingegneria dei Sistemi Edilizi, Ingegneria della Sicurezza oppure
  • Laurea triennale (DM. n. 509/99) in Scienze dell’architettura e dell’Ingegneria Civile, Ingegneria Civile e Ambientale oppure
  • Laurea triennale (D.M. n. 270/2004) in Scienze dell’Architettura, Scienze tecniche dell’Edilizia, Ingegneria Civile e Ambientale.
Scarica il bando

Concorso Comune di Genova: domanda

La domanda per partecipare al concorso va presentata esclusivamente in via telematica entro e non oltre le ore 24 del 13 gennaio 2021, seguendo la procedura sul portale del Comune di Genova.

Alla domanda vanno allegati tutti i documenti che certificano il possesso dei requisiti richiesti, e al momento della presentazione verrà assegnato un codice univoco che dovrà essere conservato dall’utente perché servirà come identificazione per le successive comunicazioni al posto del nominativo.

Contestualmente alla compilazione della domanda di partecipazione, per l’ammissione al concorso è necessario il pagamento di 10 euro come copertura delle spese concorsuali. Il pagamento può essere effettuato tramite PagoPa.

Scarica qui la guida per il pagamento con PagoPa

Concorso Comune di Genova: prova preselettiva

In base al numero di domande ricevute, l’amministrazione si riserva il diritto di effettuare una prova di preselezione sugli argomenti delle prove scritte e orali. Verranno ammessi alla fase delle prove i primi 120 candidati con il miglio punteggio nell’eventuale preselezione.

Sono esclusi dalla preselezione e accedono direttamente alla fase delle prove ordinarie i candidati di cui all’art. 20 comma 2-bis della Legge 104/1992 (persona affetta da invalidità uguale o superiore all’80%).

Concorso Comune di Genova: prove

Le prove del concorso consisteranno in una prova scritta e una prova orale.

La prova scritta potrà consistere nella redazione di un elaborato, di un progetto, nella formazione di schemi di uno o più atti amministrativi o tecnici oppure da più quesiti a risposta multipla con risposte già predefinite o da quesiti a risposta sintetica.

Materie della prova scritta saranno:

  • Topografia;
  • Costruzioni, tecnologia delle costruzioni;
  • Problematiche relative al rilievo topografico (strumenti, poligonali, triangolazioni, livellazioni, tracciamenti) ed architettonico;
  • Contabilità dei lavori pubblici, computi metrici estimativi, analisi dei prezzi;
  • Problematiche relative alla manutenzione, all’adeguamento e al recupero di edifici esistenti nonché alla progettazione di edifici pubblici e infrastrutture di interesse comunale;
  • Normativa in materia di installazione e segnalazione di cantieri stradali;
  • Norme funzionali e geometriche per la costruzione delle strade;
  • Codice dei Contratti;
  • Elementi di legislazione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro;
  • Elementi di legislazione edilizia e urbanistica;
  • Elementi normativi in materia di abbattimento delle barriere architettoniche;
  • Elementi normativi in materia ambientale;
  • Regolamento edilizio;
  • Regolamento di igiene e del suolo;
  • Regolamento per la rottura del suolo pubblico e per l’uso del sottosuolo e delle infrastrutture municipali.

Per quanto riguarda la prova orale, oltre agli argomenti della prova scritta sarà richiesta la conoscenza di:

  • Ordinamento degli Enti Locali (Testo Unico 18/08/2000, n. 267 e s.m. i.);
  • Normativa in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi (Legge n. 241/90 e successive modificazioni ed integrazioni; D.Lgs. n. 33/2013 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni” e s.m.i.; DPR n. 445/00);
  • Normativa in materia di protezione dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003 e Regolamento U.E. n. 679/2016, c.d. GDPR);
  • Elementi sul rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche Amministrazioni (D.L.gs. 30/03/2001, n. 165, e s.m.i.; C.C.N.L Comparto Funzioni Locali);
  • Codice di comportamento dei dipendenti pubblici;

Per la preparazione consigliamo:

Concorso Istruttore e Istruttore direttivo 2020 Area tecnica Cat. C e D negli Enti locali

Concorso Istruttore e Istruttore direttivo 2020 Area tecnica Cat. C e D negli Enti locali

Stefano Bertuzzi (a cura di), 2020, Maggioli Editore

Una guida chiara, esauriente e aggiornata per i partecipanti ai concorsi indetti dagli Enti locali per la copertura del ruolo di Istruttore e Istruttore direttivo nell’Area Tecnica (cat. C e D). Il volume riassume, infatti, tutti gli argomenti oggetto della fase selettiva scritta e orale...



 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome