Home Economia Legge di bilancio 2021, ok dal Cdm: assegno unico, pensioni, lavoro, fisco....

Legge di bilancio 2021, ok dal Cdm: assegno unico, pensioni, lavoro, fisco. Le novità in arrivo

Assegno unico famiglia, bonus assunzioni under 35, lotteria scontrini, mini-riforma pensioni. Tutte le misure nel testo della Legge di bilancio 2021

le misure della Manovra 2021

Via libera dal Consiglio dei ministri alla Manovra: la Legge di bilancio 2021, che il Governo aveva approvato salvo intese il 18 ottobre, ora ha il via libera del Cdm, accordato nella serata del 16 novembre. Una manovra ricca di aiuti per le famiglie, il lavoro e fisco. Si passa dell’introduzione dell’Assegno unico universale per le famiglie fino alla riforma fiscale. Si tocca anche il piano pensioni, con una riforma che vede nel 2021 solo l’inizio.

In tutto 38 miliardi di euro stanziati, per fronteggiare l’infinita emergenza Coronavirus, e arginarne gli impatti sul mondo sociale e produttivo. Accanto alla Legge di bilancio è stato anche approvato via decreto lo stop alle cartelle fiscali e ai pignoramenti fino al 2021.

Nella giornata di oggi 16 novembre il Consiglio dei ministri ha approvato il testo della Manovra, con un numero di articoli inferiore rispetto all’ultima bozza circolante: 228 articoli effettivi anzichè 248. Tra tutte le novità che spuntano dal testo ci sono anche il blocco della rivalutazione sugli assegni pensione, e la riduzione da 5 a 3 anni del contributo di solidarietà sugli assegni di importo superiore a 130 mila euro.

Si apre con il capitolo fiscale, uno dei più attesi: “riduzione della pressione fiscale e contributiva”, per passare poi alla crescita e investimenti, Sud e coesione territoriale, liquidità e ricapitalizzazione imprese, e l’altro grande capitolo: “lavoro, famiglia e politiche sociali”.

Legge di bilancio 2021: testo e misure in arrivo

Come anticipato, nell’attesissima bozza del provvedimento, messa in circolazione nelle ultime ore si legge un testo composto da 248 articoli totali, suddivisi in diverse sezioni.

  • riduzione della pressione fiscale e contributiva,
  • crescita e investimenti,
  • sud e coesione territoriale,
  • liquidità e ricapitalizzazione imprese,
  • lavoro, famiglia e politiche sociali,
  • sanità,
  • scuola università e ricerca,
  • cultura informazione e innovazione,
  • partecipazione dell’Italia all’Ue e ad altri organismi internazionali,
  •  trasporti e ambiente,
  • regioni e enti locali,
  • revisione e rimodulazione della spesa pubblica,
  • pubblica amministrazione e lavoro pubblico,
  • attuazione per l’attuazione del piano nazionale di ripresa e resilienza,

C’è poi la parte con le disosizione in tema di Entrate:

  • contrasto all’evasione fiscale,
  • rimodulazione misure fiscali a tutela dell’ambiente e della salute pubblica,
  • dispisizioni in materia di riscossione,
  • dispisizioni in materia di entrate.

Ecco in sintesi le principali misure inserite del disegno di legge di bilancio per il 2021, in attesa del testo ufficiale e finale, approvato dal Consiglio dei ministri del 16 novembre.

Legge di bilancio 2021: Assegno unico famiglie

Vene finanziata a partire da luglio 2021 una grande riforma di sostegno alle famiglie, con l’introduzione dell’Assegno unico famiglia 2021, che sarà esteso anche agli autonomi e agli incapienti. Qui le risorse stanziate sarebbero di circa 3 miliardi per il 2021. Questo il primo mattone della riforma del fisco a tutela delle famiglie, con entrata in vigore dal 1° luglio 2021. 

Legge di bilancio 2021: proroga congedo paternità 

Come si legge nella bozza del testo all’articolo 62, viene confermata anche per il 2021 la proroga dei 7 giorni di congedo paternità. Anche l’anno prossimo i giorni che è possibile chiedere sono quindi 7.

Legge di bilancio 2021: riforma fiscale

Si legge nel testo: “Al fine di dare attuazione a interventi in materia di riforma del sistema fiscale, nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze è istituito un Fondo con una dotazione di 2.500 milioni di euro per l’anno 2022 e 1.500 milioni di euro a decorrere dall’anno 2023”

Legge di bilancio 2021: lotteria degli scontrini

Pronta a partire anche la Lotteria degli scontrini 2021. Prima regola: stop al contante. Il gioco statale sarà riservato ai pagamenti con carte, bancomat e, in generale, pagamenti tracciabili. La bozza della manovra conferma il via da gennaio, prevedendo appunto che i premi possano essere assegnati solo tra chi effettua pagamenti tracciabili.

Legge di bilancio 2021: proroga Cassa integrazione 

All’articolo 43 del testo si parla di Cig. La cassa integrazione Covid viene prorogata di ulteriori 12 settimane, da fruire entro il 31 marzo 2021. Le settimane di cig dovranno essere comprese:

  • nei primi tre mesi dell’anno per la cig ordinaria,
  • per i primi 6 mesi per quella in deroga.

I datori di lavoro privati (salvo il settore agricolo) che non richiedono la cig, nei primi tre mesi del 2021 saranno esonerati dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico per un ulteriore periodo massimo di 8 settimane.

Legge di bilancio 2021: blocco licenziamenti 

Il blocco dei licenziamenti già in essere è stato confermato fino al 31 marzo del 2021, a prescindere dal numero di dipendenti dell’azienda.

Legge di bilancio 2021: Ape sociale e Opzione donna

Nel testo di legge di bilancio 2021 vengono prorogate le misure Ape Social e Opzione Donna: i meccanismi di pensionamento anticipato riservato alle donne e a determinate categorie di lavoratori. Ci sono alcune novità.

Per l’Ape sociale, tra i lavoratori ammessi alle domande, rientrano anche i disoccupati che non hanno beneficiato dell’indennità per mancanza del requisito contributivo e assicurativo.

Per l’opzione donna, potranno accedervi le lavoratrici donne che matureranno i requisiti anagrafici e contributivi entro il 31 dicembre 2020.

Legge di bilancio 2021: altre novità pensioni

Accanto alla proroga di Ape social e Opzione donna, nel pacchetto della mini-riforma pensioni rientrano anche novità sul fronte riconoscimento contributi per i lavoratori part time vertificale ciclico e rivalutazione pensioni:

  • la Manovra punta il faro sui contratti part-time verticali ciclici, in ottica del pieno riconoscimento dei contributi previdenziali per i periodi lavorati. L’intera durata dei contratti di lavoro a tempo parziale, con periodi non lavorati interamente, è utile ai fini del raggiungimento dei requisiti per il diritto alla pensione,
  • la stretta in vigore sulla rivalutazione delle pensioni dovrebbe terminare alla fine del 2021. Dal 2022 dovrebbe scattare quindi il nuovo meccanismo con 3 fasce: 100% fino a 4 volte il minimo, 90% tra 4 e 5 volte il minimo e 75% sopra questa soglia.

Legge di bilancio 2021: proroga Bonus bebè 

L’assegno di natalità, da noi spesso chiamato Bonus bebé, viene rinnovato nel 2021. Lo pre vede l’ultima bozza della Manovra. Il bonus in questione, si legge nel testo: “è riconosciuto anche per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

Legge di bilancio 2021: bonus assunzioni under 35 

C’è posto anche per i giovani nella manovra 2021: vengono azzerati per tre anni i contributi per le assunzioni degli under 35 a carico delle imprese operanti su tutto il territorio nazionale. Questo per le assunzioni effettuate nel 2021-2022.

In particolare, all’articolo 4 si legge: “Per le assunzioni effettuate nel biennio 2021-2022, al fine di promuovere l’occupazione giovanile stabile, l’esonero contributivo di cui all’articolo 1, commi 100 e ss., della legge 27 dicembre 2017, n. 205, è riconosciuto nella misura del 100 per cento, per un periodo massimo di trentasei mesi, nel limite massimo di importo pari a 6.000 euro annui, con riferimento ai soggetti che alla data della prima assunzione a tempo indeterminato incentivata ai sensi del presente articolo non abbiano compiuto il trentaseiesimo anno di età”. 

Legge di bilancio 2021: fondi Reddito di cittadinanza 

Su questo punto c’è molto disaccordo sul piano politico. Nonostante ciò nel testo della Manovra 2021 sono stati incrementati i fondi per finanziare i fondi destinati al Reddito di cittadinanza dal 2021 fino al 2029.

In particolare, “l’autorizzazione di spesa (…) è incrementata di 196,3 milioni di euro per l’anno 2021, 473,7 milioni di euro per l’anno 2022, 474,1 milioni di euro per l’anno 2023, 474,6 milioni di euro per l’anno 2024, 475,5 milioni di euro per l’anno 2025, 476,2 milioni di euro per l’anno 2026, 476,7 milioni di euro per l’anno 2027, 477,5 milioni di euro per l’anno 2028 e 477,3 milioni di euro annui a decorrere 14 novembre 2020 ore 23.00 55 dall’anno 2029”.

>> Scarica qui la bozza della Legge di bilancio 2021



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

1 COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome