Home Welfare Ticket sanitario 2020: tutti i codici di esenzione per situazione e patologie

Ticket sanitario 2020: tutti i codici di esenzione per situazione e patologie

Esenzione ticket sanitario per reddito, gravidanza, tumore, diagnosi preocce. Qui tutti i codici per ottenere prestazioni sanitarie gratuite

Daniele Bonaddio
codici esenzione ticket sanitario

Il ticket sanitario, come noto, è un contributo versato dal cittadino per alcune prestazioni sanitarie offerte dallo Stato ed è principalmente riferito a prestazioni di pronto soccorso; cure termali; acquisto farmaci; prestazioni specialistiche (quali visite, esami strumentali e analisi di laboratorio).

Tuttavia, è possibile ottenere l’esenzione dal pagamento in determinati casi, tenendo conto non solo della patologia, ma anche del reddito e dello status lavorativo. Nello specifico, i casi di esenzione si suddividono per:

  • reddito;
  • età;
  • condizione sociale;
  • presenza di alcune malattie (croniche o rare);
  • riconoscimento dell’invalidità;
  • gravidanza;
  • diagnosi precoce di tumori;
  • diagnosi di HIV.

Nel dettaglio, all’esenzione ticket sanitario 2020 sono associati dei codici, come ad esempio “E01”, che riguarda tutte le persone di età inferiore a 6 anni, e superiore ai 65 anni, con esenzione a patto che il reddito familiare sia inferiore alla soglia dei 36.151,98 euro.

Ma andiamo in ordine e vediamo nello specifico tutti i codici di esenzione del ticket sanitario 2020.

Ticket sanitario 2020: codici esenzione per reddito

Il diritto all’esenzione per reddito è previsto per alcune condizioni personali e sociali associate a determinate situazioni reddituali.

L’assistito esente per reddito può effettuare, senza alcuna partecipazione al costo (ticket), tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche ambulatoriali garantite dal Servizio sanitario nazionale, necessarie ed appropriate alla propria condizione di salute.

I codici delle categorie esenti per reddito sono queste:

  • Codice E01: cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo complessivo non superiore a 36.151,98 euro;
  • Codice E02: disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;
  • Codice E03: titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico;
  • Codice E04: titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant’anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

>> Esenzione ticket disoccupati: quando spetta e come richiederla 

Ticket sanitario 2020: esenzione per malattie croniche

Secondo l’OMS le malattie croniche sono “problemi di salute che richiedono un trattamento continuo durante un periodo di tempo da anni a decadi”. Per alcune di esse il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) prevede la possibilità di usufruire in esenzione dal ticket di alcune prestazioni di specialistica ambulatoriale, finalizzate al monitoraggio della malattia e alla prevenzione di complicanze e ulteriori aggravamenti.

L’elenco delle malattie croniche esenti dalla partecipazione al costo delle prestazioni è stato ridefinito e aggiornato dal Dpcm sui nuovi Lea del 12 gennaio 2017 e sostituisce il precedente. Il nuovo elenco delle malattie o condizioni esenti e delle relative prestazioni alle quali si ha diritto si trova nell’allegato 8 al Dpcm.

Per la maggior parte delle malattie vengono individuate una serie di specifiche prestazioni fruibili in esenzione (pacchetto prestazionale), incluse nel nomenclatore della specialistica ambulatoriale, che rispondono ai criteri di appropriatezza ai fini del monitoraggio dell’evoluzione della malattia e delle sue complicanze e di efficacia per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti. Il medico sceglierà tra queste quali prescrivere nel rispetto dei criteri di appropriatezza e di efficacia, in relazione alle condizioni cliniche e alle esigenze assistenziali del singolo paziente.

>> esenzione ticket per Legge 104: quali prestazioni e come chiederla

Ticket sanitario 2020: codice esenzione gravidanza

Le coppie che desiderano avere un bambino e le donne in stato di gravidanza hanno diritto a eseguire gratuitamente, senza partecipazione al costo (ticket), alcune prestazioni specialistiche e diagnostiche utili per tutelare la loro salute e quella del nascituro, erogate presso le strutture sanitarie pubbliche e private accreditate, tra cui i consultori familiari.

In particolare, potranno essere erogate gratuitamente:

  • le visite periodiche ostetrico-ginecologiche;
  • i corsi di accompagnamento alla nascita (training prenatale);
  • l’assistenza al puerperio.

Il medico riporterà sulla ricetta il CODICE M + nn settimana di gravidanza. Inoltre, il medico riporterà sulla ricetta il CODICE M50, in caso di:

  • minaccia d’aborto;
  • erogazione delle prestazioni specialistiche ambulatoriali necessarie per il monitoraggio della gravidanza;
  • condizioni patologiche che comportano un rischio per la madre o per il feto;
  • prestazioni necessarie ed appropriate per la diagnosi prenatale invasiva in gravidanza, nelle specifiche condizioni di rischio per il feto indicate nell’allegato 10 – sezione C al Dpcm in commento, prescritte dallo specialista o dal genetista medico ed eseguite presso le strutture appositamente individuate dalle Regioni.

Ticket sanitario 2020: codici esenzione per invalidità

Il riconoscimento di una invalidità garantisce il diritto all’esenzione per alcune o per tutte le prestazioni di specialistica ambulatoriale garantite dal servizio sanitario nazionale.

L’esenzione per invalidità è riconosciuta dall’Asl di residenza, sulla base della certificazione che documenta lo stato di invalidità.

Le categorie di invalidi esenti per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche incluse nei Lea sono:

  • G01”: invalidi di guerra appartenenti alle categorie dalla 1° alla 5° titolari di pensione diretta vitalizia e deportati in campi di sterminio;
  • L01”: grandi invalidi del lavoro dall’80% al 100% di invalidità;
  • L02”: invalidi del lavoro con riduzione della capacità lavorativa > 2/3 dal 67% al 79% di invalidità;
  • S01”: grandi invalidi per servizio appartenenti alla 1° categoria, titolati di specifica pensione;
  • S02”: invalidi per servizio appartenenti alle categorie dalla 2° alla 5°;
  • C01”: invalidi civili al 100% di invalidità senza indennità di accompagnamento;
  • C02”: invalidi civili al 100% di invalidità con indennità di accompagnamento;
  • C03”: invalidi civili con riduzione della capacità lavorativa superiore a 2/3 dal 67% al 99% di invalidità;
  • C04”: Invalidi < di 18 anni con indennità di frequenza ex art. 1 L. 289/90;
  • C05”: Ciechi assoluti o con residuo visivo non superiore a 1/10 ad entrambi gli occhi riconosciuti dalla Commissione Invalidi Ciechi Civili;
  • C06”: Sordomuti;
  • V01”: Vittime atti di terrorismo e stragi e familiari, vittime dovere e familiari superstiti;
  • G02”: Invalidi di guerra militari appartenenti alle categorie dalla 6° alla 8°;
  • L03”: Invalidi del lavoro con riduzione della capacità lavorativa fino a 2/3 dall’1% a 66% di invalidità;
  • L04”: Infortunati sul lavoro o affetti da malattie professionali;
  • S03”: Invalidi per servizio appartenenti alla categoria dalla 6° all’8°.

Ticket sanitario 2020: esenzioni per diagnosi precoce tumori

Il Servizio sanitario nazionale, oltre alle prestazioni diagnostiche attivamente offerte dalle Aziende sanitarie locali nell’ambito delle campagne di screening, garantisce l’esecuzione gratuita degli accertamenti per la diagnosi precoce di alcuni tumori.

La prescrizione è effettuata sul ricettario del Ssn e deve riportare il relativo codice di esenzione.

In particolare:

  • codice D01: prestazioni diagnostiche nell’ambito di campagne di screening autorizzate dalla Regione;
  • codice D02: esame citologico cervico-vaginale (PAP Test);
  • codice D03: esame mammografico;
  • codice D04: colonscopia;
  • codice D05: prestazioni di approfondimento diagnostico correlate alla diagnosi precoce del tumore della mammella.

Ticket sanitario 2020: codice esenzione tumori

Qualora invece si dovesse ricevere una diagnosi di tumore, si ottiene l’esenzione dal ticket sanitario per patologia oncologica: il codice relativo è lo 048. Con questo codice si ha diritto a ricevere gratuitamente, in tutte le strutture pubbliche o private convenzionate, le prestazioni sanitarie legate alla malattia oncologica.

>> Malattia oncologica: legge 104, percentuali invalidità, agevolazioni

Ticket sanitario 2020: codice del test Hiv

Nelle strutture pubbliche, il test anti-HIV, in grado di identificare la presenza di anticorpi specifici che l’organismo produce nel caso in cui entri in contatto con questo virus, è:

  • anonimo, come prevede la L. n. 135/1990;
  • gratuito, come specificato nel D.Lgs. n. 124/1998. Il codice di esenzione, da annotare sulla ricetta, per queste prestazioni è B01.

 Possono interessarti questi volumi e E-book:

LA RESPONSABILITA\' MEDICA: COSA CAMBIA DALL’EMERGENZA SANITARIA - eBook

LA RESPONSABILITA\' MEDICA: COSA CAMBIA DALL’EMERGENZA SANITARIA - eBook

Fabio M. Donelli, Mario Gabbrielli (a cura di), 2020, Maggioli Editore

E’ possibile affermare che, in assenza dei parametri clinico-assistenziali codificati a far riferimento all’emergenza sanitaria, risulta difficile poter identificare l’errore nella condotta dei sanitari. In caso di contenzioso, appare meno difendibile la posizione delle strutture...



La risoluzione stragiudiziale delle controversie mediche e sanitarie

La risoluzione stragiudiziale delle controversie mediche e sanitarie

Francesca Toppetti (a cura di), 2020, Maggioli Editore

Il volume affronta, in modo innovativo, i diversi strumenti che si pongono quale mezzo alternativo di risoluzione delle controversie, rispetto alle aule giudiziarie, evidenziandone i benefici e le potenzialità applicative. Si sottolinea l’importanza di svolgere attività di prevenzione e...





© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome